ilaria santi

INSALATA DI CARCIOFI

Questa é una ricetta buonissima, perfetta come antipasto o insalatona, Damiano dice che è viene dalla Sardegna ma io non ne ho mai sentito parlare…comunque è davvero ottima e molto semplice da preparare, ci vuole solo un po’ di pazienza per pulire i carciofi.

Ecco gli ingredienti: carciofi sardi (quelli spinosi!) uova, formaggio grana, olio, sale, pepe e limone.

Prendere i carciofi, tagliare i gambi e metterli da parte, tagliare a metà il carciofo togliendo le foglie più esterne e eliminare la punta spinosa. Una volta divisi in due togliere la barbetta interna e mettere i carciofi a bagno in acqua e limone. Pelare i gambi e metterli a bollire.

Mettere le uova sul fuoco (per farle diventare sode), per essere sicuri che cuociano bene attendere 5 minuti da quando bolle l'acqua. Tagliare i carciofi in fettine molto fini, aggiungere i gambi e stenderli su un piatto, condire con abbondante olio e limone.

Unire le uova sode tagliate a fettine e le scaglie di grana, mettere un filo d'olio, sale, limone e pepe.

Buon appetito!

Zuppa di farro spezzato

Per questa ricetta è assolutamente necessario avere il farro spezzato, si trova facilmente in Umbria, nel resto d'Italia un po’ meno, il farro spezzato permette di avere un tipo di cottura che altrimenti sarebbe impossibile. Questa zuppa peró è talmente buona che vale un viaggio in Umbria per comprare il farro!
Cosa serve: cipolla, carota, sedano, funghi porcini (secchi), salsa di pomodoro, pancetta (o guanciale) pecorino, brodo vegetale, salvia, patate.
Soffriggere il guanciale (a fuoco vivo) quando é croccante unire il necessario per il soffritto all'italiana e far andare a fuoco lentissimo.
Mettere a bagno i funghi, togliere il liquido e aggiungerli al soffritto, unire la passata di pomodoro, brodo vegatale, salvia.
Far bollire per 10 minuti (attenzione a non mettere troppo brodo, meglio metterne poco e allungarlo se necessario), unire le patate (un paio) tagliate a cubetti e far cuocere per 5 minuti, unire il farro (1 pugno a porzione) e cuocere per altri 25 minuti. A fine cottura unire il pecorino grattuggiato, buon appetito!

Gnocchi al ragù

Non avevo mai fatto ne’ gli gnocchi ne’ il ragù, ma era tanto che non cucinavo per Damiano e ieri mi sono messa d'impegno, devo dire che ne é valsa la pena.
Per gli gnocchi: 1kg di patate, (pasta bianca) 300gr di farina, 1 uovo, noce moscata.
Bollire le patate senza pelarle in acqua salata, una volta cotte pelarle, schiacciarle e impastarle con la farina.
Unire l'uovo, aggiustare di sale e aggoungere la noce moscata. Dare forma agli gnocchi su un piano infarinato.
(per la cottura è facilissimo, quando vengono a galla sono pronti)
E ora il ragù: sedano, carota cipolla, 500gr di carne trita (se possibile ½ bovina e ½ suina), 100gr di pancetta (o salsiccia), salsa di pomodoro, vino rosso, latte.
Preparare il soffritto di verdure (all'italiana) in olio e burro unire la pancetta e la carne, far rosolare bene. Unire un bicchiere di vino rosso, far sfumare.
A questo punto unire la salsa di pomodoro, salare e far andare a fuoco lentissimo per almeno 90 minuti, unire un bicchiere di latte e cuocere per almeno altri 30 minuti.

POLPETTE CON PURE’

Il purè è facilissimo (sempre pensato ci fosse qualche strano segreto…invece no!) Pelare le patate e farle cuocere nell'acqua bollente per 15’, schiacciarle, unire latte, burro, sale e parmigiano. Per le polpette noi abbiamo aggiunto scorza di limone, pane grattato, no e moscata e parmigiano al trito di carne. Abbiamo fatto anche le polpette di pane (che da piccola erano le cotolette veg!) friggendo l'impasto di pane e uovo. E buona notte!

TAR TATIN

Questa torta è nata per errore, e a farla si ha sempre l'impressione di sbagliare qualcosa, però è davvero ottima.

Cosa serve: Mele (golden), burro, zucchero, pasta brisè (io uso quella già pronta, se volete farla voi la ricetta è questa: http://ricette.giallozafferano.it/Pasta-brise.html Per cuocere ideale è avere una casseruola che può andare sia sul fuoco che in forno. 

Cospargere di burro la casseruola, coprire di zucchero e mettere le mele (pelate  e divise in spicchi da 4) e fatele cuocere a fuoco vivo. Una volta cotte lasciarle raffreddare, poi copritele con la pasta brise inserendo i bordi sotto le mele. Fate dei piccoli fori nella pasta e infornate. Il forno dev'essere già caldo, cuocere per i primi 15’ a 220 poi altri 15’ a 180. Una volta cotta giratela immediatamente, lasciatela raffreddare per qualche minuto et voitla!