il resto non si vede

l polmoni grigi come le Mercedes
Perché fumiamo fino a quando non si vede
Il resto della stanza non sei dove sei o che cosa credere
Ti basta avere un posacenere
E certe sere crollo
Può essere, perché mi intristisco più del solito
Faccio le canne e poi mi scordo dove le ho messe..
—  Gemitaiz

I polmoni grigi come le Mercedes, perché fumiamo fino a quando non si vede il resto della stanza.
Non sai dove sei o che cosa credere, ti basta avere un posacenere.
E certe sere crollo, può essere, perché mi intristisco più del solito, faccio le canne e poi mi scordo dove le ho messe, faccio le promesse… a chi?
Poi lancio l'SOS, metto in vetrina le debolezze, che mi manca mio padre, so che suonerebbe per me dal cielo, se potesse.
Che è bene ricordare a chi parla che puoi avere tutti i soldi del mondo, ma certe volte, per stare a galla…
Che è bene ricordare a chi parla che puoi avere tutti i soldi del mondo, ma certe volte, per stare a galla, ancora bastano una voce, un piano e una chitarra.

Ho un buon aspetto, forse leggermente stanco, forse leggermente triste, per gli altri una persona che ha avuto la sua vita, ma niente di speciale, una vita come le altre, con alcune cose buone, alcune cose cattive, e tutto ciò lascia qualche segno, come sul volto di tutti. Ma per il resto non si vede niente. E anche questo mi dà il senso di una libertà bella e superflua, come quando hai pensato a lungo di fare una certa cosa e finalmente ci sei riuscito. E ora che fare?
Niente, non fare niente.
—  Antonio Tabucchi - Piccoli equivoci senza importanza (Any where out of the world)