ibernazione

E venne il giorno in cui il rischio di rimanere chiuso in un bocciolo divenne più doloroso del rischio di sbocciare. Uno vive così, protetto, in un mondo delicato, e crede di vivere. Poi legge un libro, o fa un viaggio, e scopre che non sta vivendo, che è ibernato. I sintomi dell’ibernazione sono facili da individuare: primo, inquietudine; secondo (quando l’ibernazione diventa pericolosa e può deg

enerare nella morte), assenza di piacere. Questo è tutto. Sembra una malattia innocua. Monotonia, noia, morte. Milioni di uomini vivono in questo modo (o muoiono in questo modo), senza saperlo. Lavorano negli uffici. Guidano una macchina. Fanno picnic con la famiglia. Allevano bambini. Poi interviene una cura “urto”, una persona, un libro, una canzone, che li sveglia, salvaguardandoli dalla morte. Alcuni non si svegliano mai. 



Anaïs Nin, Diari

La tattica seguita dai capitani di ventura è stata innanzi tutto quella di togliere prestigio alle fanterie, per dare prestigio a se stessi.[…] I capitani, inoltre, usarono ogni accorgimento per liberare se stessi e i loro soldati dalla fatica e dalla paura, non ammazzandosi nelle zuffe, ma facendosi prigionieri e senza riscatto. […] Tutto ciò era permesso dai loro ordinamenti militari al fine di evitare, come si è detto, fatica e pericoli, al punto di ridurre l’Italia schiava e disonorata.
—  XIII De militibus auxiliariis, mixtis et propriis - Il Principe - Niccolò Machiavelli
Fedora 15 e l'ibernazione precoce

Se disconnettendo il cavo di rete elettrica dal vostro laptop con Fedora 15 questo finisce in stato di ibernazione nel giro di pochi secondi, sappiate che ciò è dovuto ad un bug di Gnome 3 che calcola erroneamente il tempo (stimato) rimanente prima del termine della carica della batteria. Per ovviare all’inconveniente occorre fare in modo che Gnome non utilizzi il “tempo rimanente” bensì la percentuale di carica onde stabilire quando ibernare la macchina e preservare il vostro lavoro.

Occorre avviare dconf-editor andare in org/gnome/power-manager/ e togliere la spunta a use-time-for-policy.

Per San Valentino Rosetta sfiorerà la sua cometa

Per San Valentino Rosetta sfiorerà la sua cometa


Sarà un incontro di pochi minuti, durante il quale Rosetta si avvicinerà alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko come mai prima, mentre il lander Philae è ancora in ibernazione.

Il 14 febbraio la sonda ESA si avvicinerà alla cometa, fino a raggiungere la distanza minima di 6 km alle 13:41 (ora italiana). Rosetta ne osserverà da vicino le sorgenti di gas e polveri, e la cometa le racconterà i suoi…

View On WordPress