ho-voglia-di-piangere

È una di quelle sere in cui faccio fatica a sopportare chiunque, perfino me stessa.
—  ibattitidelcuore
Lui non ti ama?
Fa male, è vero, ma sei così incredibile che ti basterà voltarti per vedere quante persone ti hanno notata.
—  laragazzachenonhaimparatoavolare
Hai presente quando ci si perde e niente va come dovrebbe?
—  ibattitidelcuore
Prima al telefono:
-‘Sono caduto dalla bici e mi sono fatto male.’
-'Questo è il Karma.’
-'Aspetta cos'è il Karma?’
-'Che quando fai del male ti torna indietro.’
-'Ah, perché ti ho fatto del male?’
Prima di rispondere pensai molto velocemente, si che mi hai fatto del male! Ma non te ne sei accorto, come tante altre cose in fondo.. Ad esempio che sono innamorata pazza di te. Perciò risposi:
-'No, ma magari a qualcun'altro.’
—  diariodisfogodiunaragazza
La sera è il momento in cui la solitudine si fa sentire di più, e questa è la cosa peggiore per le persone fragili.
—  ibattitidelcuore
e il sonno,  e la paura, e le volte in cui i polsi tremano, e il nodo perenne alla gola, e le occhiaie, e i capelli spettinati,  e la voglia di urlare, e la voglia di amore, e il freddo dentro, e gli incubi ad occhi aperti,  e il bisogno di andare via, e il desiderio di essere scelta, e il mondo che non mi aspetta, e l'accordo dissonante in un'orchestra di ubriachi, e il mare d'inverno, e Severus Piton che ama fino alla fine, ma sembra così cattivo, e la pioggia, e la sfiga, e la fame di copri vicini, di baci dolci o appassionati, e la paura di morire sotto il peso di questa infelicità. 

Non mi sento felice o forse non lo sono proprio.
Sto con lui e non lo sento.
Ogni cosa che facciamo sembra una forzatura.
Forse perché abbiamo poco tempo, perché non ci stiamo vedendo, perché passiamo pochi minuti insieme ed insieme ad altre persone.
Forse sono io troppo esagerata.
Forse, forse non vedo quello che c'è realmente, e cioè che per lui va tutto bene.
Ma non mi sento di fare con lui le cose che fa una coppia normale, perché non posso perché so la sua eventuale reazione e per non rimanerci male evito, e sto in silenzio.
Non facciamo più l'amore da mesi e sono tanti mesi, non ricordo neanche quale sia stata l'ultima volta. Mi pare portavamo ancora il giubbotto.
Non sono felice, mi mancano troppe cose con lui, e arrivata ad un certo punto mi sono stancata di pretendere e magari forzare, forse vuol dire che non c'è niente da fare che andarsene.
Ma è questo che voglio? È così?
Non abbiamo più il tempo per parlare, per discutere, non c'è dolcezza da parte sua, non c'è quello che io desidero. Non c'era neanche prima al cento per cento ma ora non c'è neanche al venti per cento.
Non so che fare.
In quest'ultimo periodo mi sento sempre sull'orlo di piangere, di scoppiare in lacrime. E non so che fare e so di non essere felice e non so che fare di nuovo.
Vorrei solo l'amore che sembra essere sparito.