herpesvirus

Some vaccines support evolution of more-virulent viruses

Some vaccines support evolution of more-virulent viruses #herpesvirus #viruses #leakyvaccines #morevirulentviruses

THIS IMAGE SHOWS CHICKENS IN AGRICULTURAL PRODUCTION. view more
CREDIT: ANDREW READ, PENN STATE UNIVERSITY

Scientific experiments with the herpesvirus such as the one that causes Marek’s disease in poultry have confirmed, for the first time, the highly controversial theory that some vaccines could allow more-virulent versions of a virus to survive, putting unvaccinated individuals at greater risk…

View On WordPress

VirScan: Test que identifica tu historial de infecciones virales

Científicos de la Harvard Medical School de Boston han desarrollado una nueva técnica llamada VirScan que permite mediante una gota de sangre identificar los distintos virus que han infectado a una persona a lo largo de su vida.

La base del funcionamiento de VirScan es posible gracias a que cada virus que entra en contacto con nuestro organismo deja una huella inmunitaria imborrable que modifica…

View On WordPress

Apoptosis Triggers Replication of Common Viruses

Researchers from Children’s National Medical Center have found that an alternate, “escape” replication process triggered by apoptosis – the process of cell death or “cell suicide” – appears to be common in human herpesviruses (HHV). The findings have implications for better understanding of viruses and of disease conditions and treatments, like chemotherapy, that stimulate apoptosis. The study was published online, ahead of print, in the Journal of Virology.
“Our findings suggest that most if not all HHV types can sense that the host cell is dying, which prompts them to launch an emergency replication process,” said lead author Alka Prasad, PhD, a post-doctoral fellow in the Center for Cancer and Immunology Research of the Children’s Research Institute at Children’s National. “Herpesviruses have genes that try to prevent apoptosis, but when the viruses cannot block the host cell from undergoing apoptosis, they apparently launch this alternate process to reproduce before the cell dies – suggesting that these herpesviruses are not simply destructive ‘cell-bombs’ but more nuanced organisms that engage in a dialogue with the host cell.”

A. Prasad, J. Remick, S. L. Zeichner. Activation of Human Herpesvirus Replication by Apoptosis. Journal of Virology, 2013; DOI: 10.1128/JVI.01178-13

Herpesvirus Bovino tipo 4

Questa immagine al microscopio rappresenta la replicazione in vitro dell’Herpesvirus bovino tipo 4, un membro della famiglia degli Herpesviridae,  sottofamiglia della Gammaherpesvirinae e genere Rhadinovirus. L'infezione è generalmente di tipo sub-clinico, ma può causare la malattia riproduttiva nei bovini, come endometrite, vulvovaginiti e anche mastite. La trasmissione avviene sia verticalmente che orizzontalmente. La distribuzione è in tutto il mondo e il virus infetta una gamma di ruminanti tra bisonti, bufali, pecore e capre. La malattia può essere indicata anche come virus passeggero e virus Moyar. Il virus BHV-4 come si diceva prima è spesso subclinico, senza però segni clinici osservabili. Tuttavia, può provocare l'aborto e conservare membrane fetali, e se un feto infetto è nato vivo, può essere debole. Può anche causare mastiti nelle bovine da latte. Esso può essere isolato da casi di congiuntivite e malattie respiratorie, ma non è noto se la EHV-4 è un patogeno primario o opportunistico in determinati casi. La diagnosi si ottiene tramite l’isolamento del virus da tessuti o secrezioni, tramite PCR, ELISA, e indiretta immunofluorescenza. Poiché l’infezione EHV-4 può essere asintomatica, la presenza del virus non conferma che era la causa dei segni clinici osservati. Il virus può rimanere latente in animali recuperati con spargimento nei momenti di sforzo, permettendo la diffusione della malattia ad altri. Appropriate misure di igiene e di isolamento sono in grado di controllare la malattia. Esistono vaccini negli Stati Uniti, ma non sono molto diffusi. Studi precedenti hanno indicato che i macrofagi splenici sono il principale serbatoio di questa infezione persistente di herpesvirus nei conigli. Ora si segnala l'uso di ibridazione in situ (ISH) e metodi di separazione cellulare per caratterizzare la localizzazione cellulare di persistente BHV-4 nei bovini. 

The Facts about Herpesvirus Infection

The Facts about Herpesvirus Infection

Herpesvirus infectionsare one of the common sexually transmitted infections among people of all ages. It has been found that one in every six persons in the age group 14 to 49 is prone to the disease. This infection is caused by the herpes simplex virus. There are two types of herpesvirus, HSV-1 mainly causes lesions and blisters around the mouth and HSV 2 mainly causes lesions in the genital…

View On WordPress

Herpesvirus canino

Questa immagine al microscopio ritrae un Herpesvirus canino (CHV), un virus della famiglia Herpesviridae che provoca una fatale malattia emorragica nei cuccioli  di meno di 2-3 settimane. E ‘noto esistere negli Stati Uniti, in Canada, in Australia, in Giappone, Inghilterra e in Germania. CHV è stata riconosciuta a metà degli anni 1960 da una malattia mortale nei cuccioli. Il periodo di incubazione è da sei a dieci giorni, e viene trasmessa ai cuccioli nel canale del parto e per il contatto con secrezioni infette orali e nasali della madre o di altri cani infetti, ma non si diffonde attraverso l'aria. Il virus si replica nelle cellule superficiali della mucose nasali, tonsille e della faringe. La bassa temperatura del corpo permette al virus di diffondersi e infettare il resto del corpo. I sintomi includono pianto, debolezza, depressione, scarico dal naso, feci gialle, e una perdita del riflesso di suzione. CHV provoca anche una necrotizzante vasculite che provoca emorragia intorno ai vasi sanguigni. Le lesioni oculari sono cheratite, uveite, neurite ottica, retinite, e displasia della retina. Vi è un alto tasso di mortalità, e si avvicina sull’80% in cuccioli di meno di una settimana di vita, e la morte di solito si verifica in uno o due giorni. Alcuni possono contrarre la malattia neurologica e hanno sintomi come difficoltà di deambulazione e cecità. La riattivazione di un'infezione latente può essere causata da stress o farmaci immunosoppressivi come i corticosteroidi. Il sito di latenza ha dimostrato di essere il ganglio trigeminale ed eventualmente il ganglio lombosacrale. In cani adulti, il virus infetta il tratto riproduttivo, che le permette di essere trasmessa sessualmente o passata ai cuccioli durante il parto. Può causare l'aborto, mortalità neonatale, e la sterilità. E’ anche una causa frequente di tosse dei canili. Tuttavia, il contatto sessuale non è la causa principale di trasmissione. La maggior parte dei cani adulti vengono infettati da inalazione di virus attraverso le particelle sospese nell'aria, diffuse dai colpi di tosse o starnuti. Può anche essere contratta da una ciotola di acqua contaminata, o anche solo dal sniffare o leccare un altro cane che sta spargendo il virus. Il virus non sopravvive al di fuori del corpo ed è facilmente distrutto dalla maggior parte dei detergenti. 

feinberg.northwestern.edu
Viral Protein Hijacks Cellular Machinery to Invade Nervous System

Northwestern Medicine® scientists have identified a component of the herpesvirus that “hijacks” machinery inside human cells, allowing the virus to rapidly and successfully invade the nervous system upon initial exposure.

Funding: This work was funded by NIH grant R01 AI056346, R01 EY017809, and by the training program in Immunology and Pathogenesis from the NIH (T32AI07476). It was published in the journal Cell Host & Microbe.

New Post has been published on Koi Fish Facts

New Post has been published on http://www.yourfishguide.com/koi-herpesvirus-disease-kills-wild-carps/?utm_source=TR&utm_medium=lenes14.tumblr.com%2F&utm_campaign=SNAP%2Bfrom%2BKoi+Fish+Facts

Koi Herpesvirus Disease Kills Wild Carps

News

Koi Herpesvirus Disease Kills Wild Carps

25 August 2014

ROMANIA – The Romanian veterinary authorities have reported a fresh outbreak of Koi herpesvirus disease at a lake in Buzau.

The World Organisation for Animal Health (OIE) received an immediate notification on Friday, 22 August. The disease was initially observed on 8 July and confirmed on 8 August.

According to the report, 1500 carps were found susceptible, out of which three, weighing about 1 kilo, were found dead. 

The source of the outbreak remains inconclusive.

Further Reading

Find out more information on Koi herpesvirus disease by clicking here.

TheFishSite News Desk

Herpes glaudiatorum

L’immagine al microscopio evidenzia un Herpes gladiatorum, uno dei più infettivi herpes che causano malattie, ed è trasmissibile a contatto con la pelle. La malattia è stata descritta per la prima nel 1960 sul New England Journal of Medicine. E ‘causata da un'infezione cutanea da Herpes simplex virus di tipo 1, che causa il più comune herpes orale. Mentre la malattia viene comunemente fatta passare attraverso il normale contatto umano, che è fortemente associato con focolai di sport da contatto, ad esempio in club sportivi è relativamente comune. Altri nomi per la malattia sono herpes rugbiorum o “scrumpox”, “herpes di wrestler” o “mat vaiolo”. In uno dei più grandi focolai tra lottatori delle scuole superiori in un campo di quattro settimane di formazione intensiva, HSV è stato identificato in 60 dei 175 lottatori. Le lesioni erano sulla testa nel 73% dei lottatori, nelle estremità a 42%, e nel tronco al 28%. I sintomi fisici a volte si ripetono nella pelle e infetta le cellule nello strato ectodermico della pelle. La replicazione virale iniziale avviene al sito di ingresso nella pelle o nelle mucose. Gli studi dimostrano che, anche se la maggior parte degli individui che sono esposti al virus vengono infettate, solo al 10% di loro si svilupperanno piaghe. Questi tipi di piaghe appaiono entro due o venti giorni dopo l'esposizione e di solito non durano più di dieci giorni. Le infezioni primarie solitamente guariscono completamente senza lasciare cicatrici, ma il virus che ha causato l'infezione in primo luogo rimane nel corpo in uno stato latente. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle persone sperimentano recidive. Il virus si sposta poi  nelle cellule nervose da dove può riattivarsi. Dunque l'infezione può essere innescata da diversi fattori esterni come l'esposizione al sole o traumi. L’ Herpes gladiatorum è caratterizzato da una eruzione cutanea con vesciche a forma di grappoli talvolta dolorose, e piene di fluido, collocate spesso sul collo, sul petto, viso, stomaco e gambe. L'infezione è spesso accompagnata da linfoadenopatia, febbre, mal di gola e mal di testa. Spesso, i sintomi che accompagnano sono molto più di un inconveniente quali bolle cutanee reali e eruzioni cutanee; ogni blister contiene particelle virali infettive. Lo stretto contatto, particolarmente abrasivo come si trova in sport da contatto, fa sì che le bolle infette scoppino e si passi cosi l'infezione. La guarigione avviene senza lasciare cicatrici. È possibile che la condizione evolva come asintomatica e le piaghe non sono mai presenti. Le misure fondamentali per prevenire i focolai della malattia sono il mantenimento di standard di igiene e l'utilizzo di screening per escludere le persone con infezioni sospette da impegnarsi in sport da contatto. 

ncbi.nlm.nih.gov
"The vomeronasal chemosensory system as a route of neuroinvasion by herpes simplex virus" -Virology 2005

Herpesviruses: Olfactory & Other Sites of Infection

In mice, following intranasal inoculation with herpes simplex virus strains, the viruses, “were found to infect chemosensory neurons in the vomeronasal organ (the pheromone detector).” HSV-1 then transmitted to the accessory olfactory bulb, amygdala, and olfactory and trigeminal systems. “HSV-2 strain 186 predominantly attacked the brainstem including the trigeminal system… . ” (Mori et al.)

Related links:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=11118355

New Paper Model: Science Paper Model - Herpesviridae HSV-1 Free Papercraft Download

New Papercraft has been published on PaperCraftSquare - Free Papercrafts, Paper Models, Paper Toys Download:
Link: http://www.papercraftsquare.com/science-paper-model-herpesviridae-hsv-1-free-papercraft-download.html
Paper Craft Name: Science Paper Model - Herpesviridae HSV-1 Free Papercraft Download
Description:

This science paper model is the Herpesviridae HSV-1, a large family of DNA viruses that cause diseases in animals, including humans, the papercraft was created by Shinaig. The members of this family are also known as herpesviruses. The family name is derived from the Greek word herpein, referring to the latent, recurring infections typical of this group of viruses. Herpesviridae can cause latent or lytic infections.

Herpesviruses all share a common structure-all herpesviruses are composed of relatively large double-stranded, linear DNA genomes encoding 100-200 genes encased within an icosahedral protein cage called the capsid which is itself wrapped in a protein layer called the tegument containing both viral proteins and viral mRNAs and a lipid bilayer membrane called the envelope. This whole particle is known as a virion.

All herpesviruses are nuclear-replicating-the viral DNA is transcribed to mRNA within the infected cell’s nucleus.

Infection is initiated when a viral particle contacts a cell with specific types of receptor molecules on the cell surface. Following binding of viral envelope glycoproteins to cell membrane receptors, the virion is internalized and dismantled, allowing viral DNA to migrate to the cell nucleus. Within the nucleus, replication of viral DNA and transcription of viral genes occurs.

During symptomatic infection, infected cells transcribe lytic viral genes. In some host cells, a small number of viral genes termed latency associated transcript accumulate instead. In this fashion the virus can persist in the cell indefinitely. While primary infection is often accompanied by a self-limited period of clinical illness, long-term latency is symptom-free.

Reactivation of latent viruses has been implicated in a number of diseases. Following activation, transcription of viral genes transitions from latency-associated LAT to multiple lytic genes; these lead to enhanced replication and virus production. Often, lytic activation leads to cell death. Clinically, lytic activation is often accompanied by emergence of non-specific symptoms such as low grade fever, headache, sore throat, malaise, and rash as well as clinical signs such as swollen or tender lymph nodes and immunological findings such as reduced levels of natural killer cells.

HSV-1 is Herpes Simplex Virus 1, aka Human herpes virus 1. Symptoms of herpes simplex virus infection include watery blisters in the skin or mucous membranes of the mouth, lips or genitals. Lesions heal with a scab characteristic of herpetic disease. Sometimes, the viruses cause very mild or atypical symptoms during outbreaks. However, as neurotropic and neuroinvasive viruses, HSV-1 and -2 persist in the body by becoming latent and hiding from the immune system in the cell bodies of neurons. After the initial or primary infection, some infected people experience sporadic episodes of viral reactivation or outbreaks. In an outbreak, the virus in a nerve cell becomes active and is transported via the neuron’s axon to the skin, where virus replication and shedding occur and cause new sores. [Source: wiki]

You can download this paper craft here: Science Paper Model – Herpesviridae HSV-1 Free Papercraft Download


For More infomaion please click on: http://www.papercraftsquare.com/science-paper-model-herpesviridae-hsv-1-free-papercraft-download.html
More papercrafts, paper models, paper toys at PaperCraftSquare.com