hai freddo

So di essere fredda, chiusa, di aver innalzato delle barriere intorno a me ma non lo faccio apposta, è solo che ho paura. Ho paura di essere ferita, di soffrire, di essere delusa ancora una volta e allora per proteggermi non mi rimane altra scelta che essere così.
—  ibattidelcuore

Ha importanza ?
Ha davvero importanza ciò che gli altri pensano su te?
È davvero così importante il loro giudizio nei tuoi confronti?
Perché poi?
Non hai bisogno di qualcuno che ti ripeta sempre quanto è bassa la tua autostima.
O che ti ricordi quanto sei fragile.
Non hai bisogno di qualcuno che ti fa sentire inferiore, o sbagliato.
Qualcuno che prova a convincerti che non sei adatto a fare molte, troppe cose.
Che non puoi rimediare ai tuoi errori.
Non hai bisogno di qualcuno che ti fa scendere le lacrime e che ti fa restare sveglio a tormentarti sui tuoi difetti o sulle tue imperfezioni.
Non ne hai bisogno.
Perché non hanno importanza loro.
Per te sono inutili.
Ciò che ti serve è qualcuno che ti stringa le mani per scaldartele quando hai freddo e che ti abbracci quando stai per crollare.
Che rimanga al tuo fianco anche quando gli gridi di andare, perché sa ascoltare il tuo cuore. E sa che il suo posto è lì accanto a te.
Ti serve qualcuno che ti faccia sentire alta, quando ti senti a terra.
E che ti faccia sorridere quando hai solo voglia di piangere.
Hai bisogno di qualcuno che ti ricordi quanto sei importante. Che sei più forte dei tuoi problemi. Perché tu te lo dimentichi troppo spesso.
Hai bisogno di qualcuno che creda in te quando tu non ci riesci. E che ti apprezzi ancora di più quando dai il peggio di te, perché è troppo facile volerti solo quando dai il meglio.
Ecco di cosa hai bisogno.
Non dimenticarlo mai.
Loro si che hanno importanza.

Alessia Alpi
(Volevoimparareavolare on Tumblr)

—  Scritta da me
Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te, sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l'ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.
—  Harry ti presento Sally.
Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te, sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di Capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile
—  Harry ti presento Sally - Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
E non credi faccia male?
Te ne sei andato così, senza una parola, senza una spiegazione.
Mi hai abbandonato nel freddo gelido del tuo silenzio, quel silenzio che tanto odi.
Ti sei allontanato da me, e ogni volta ti ho perdonato perché il mio amore per te è immenso.
Ma adesso sei tornato con lei, nonostante le parole, nonostante le promesse.
L'ho scoperto con una foto, fa male.
Credevo di essere di più, credevo di valere di più per te.
Adesso mi sento vuota, incompleta.. È un vuoto strano, un vuoto che solo tu puoi riempire..
Non ti chiedo di tornare, non ti voglio più nella mia vita.
Sei una malattia, un parassita che non mi lascia vivere, ti aggrappi alla mia fragile sanità mentale e resti lì quasi a goderci del male che mi fai.
Siamo stati speciali e potevamo esserlo ancora.. ma tu hai voluto così, mi hai detto addio e non so perché.
Avrai frainteso le mie parole, come sempre, perché questo siamo stati: parole al vento, urlate nella notte.
Con tutto il mio dolore,
Ti lascio un ultimo addio..
Addio per sempre.
—  lovehappinesseat

E ci sono quelle sere in cui te lo concedi, te lo concedi di crollare, almeno per una sera, di lasciarti andare al freddo che hai dentro e sprofondare nell'oblio. Non sei debole, solo stanca. Domani riprenderai a lottare, sarai la ragazza forte di sempre, l'ancora di tutti. Per quella sera però te lo concedi, crolli e stai a terra, inerme.
(Via @hopetosurvive)

Il miglior modo per non farti spezzare il cuore è fingere di non averne uno.
—  ibattitidelcuore

Un giorno qualcuno verrà da te, e ti offrirà tutto ciò che possiede.
Sarà il tuo il tuo salvagente nel mare in tempesta, la tua bussola per quando ti perdi, la tua coperta per quando hai freddo, il tuo ombrello per proteggerti dalla pioggia, il tuo the per quando hai bisogno di rilassarti, il tuo sogno quando dormi…
Tu ci rifletterai, poi, capirai che te non vuoi il salvagente, ma la barca, vuoi la mappa e non la bussola, vuoi il braciere ardente e non la coperta, vuoi la macchina e non l'ombrello, vuoi il caffè e non il the, e non vuoi sogni, perché hai smesso di crederci…
Arriverà un giorno qualcuno che ti offrirà tutto questo, ma a te non sembrerà ancora abbastanza!
Vorrai il porto sicuro, invece della barca, vorrai il Tom-tom invece che la mappa, vorrai la stufa elettrica e non il braciere, vorrai la stanza e non la macchina, vorrai il cappuccino con brioche e non il caffè, e sarai così razionale da dimenticarti cosa sono i sogni..
Un giorno, forse, qualcuno arriverà e ti offrirà tutto questo, e tu lo rifiuterai perché non ti sembrerà ancora abbastanza!
Vorrai di più, di più è ancora di più !
Questo perché stai continuando a volere tutto con i tuoi occhi, e non con il tuo cuore, che già alla prima offerta gli sembrava troppo; tutto ciò che avrebbe desiderato, e non voluto, sarebbe stata la sua presenza.
Perché gli occhi vogliono sempre di più, cercano sempre qualcosa in più, non sanno cos'è la felicità perché non sanno apprezzare ciò che possiedono, mentre al cuore basta l'essenziale, a volte è già tanto una semplice stretta di mano.

-Alessia Alpi (Volevoimparareavolare)

—  Scritta da me
Certe persone non hanno bisogno di nulla per farti stare serena. Sono quelle che se ti manca qualcosa provvedono subito, tipo un cuore rotto lo riaggiustano con un abbraccio; sono quelle che se hai freddo ti prestano un foulard e se hai freddo dentro ti scaldano con le giuste parole che avevi bisogno di sentirti dire; sono quelle che riescono a farti ridere per qualcosa di assolutamente banale, quelle che basta una serata, un succo invece di una birra, una luna invece che chissà quale altro spettacolo, un muretto, un pò di freddo. Tutte cose che senza di loro non hanno importanza o chissà quale serenità, invece con loro caspita, sì. Certe persone. Nella cui ricchezza c'è il lusso di chi riesce a stare bene nella loro semplicità.
—  Chiara, @dipingersi
Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Ti amo quando ci metti un'ora a ordinare un sandwich. Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l'ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.
—  Harry ti presento Sally.
Scrivimi sulla pelle poesie d'amore,
fa che le tue labbra mi lascino tatuaggi
voglio sentire calda la pelle sotto le tue mani
- graffiami -
Voglio sentire come brucia al tuo tocco.
Scrivi poesie e facciamo l'amore.
—  Luna

Albo sommario di COSE CHE TREMANO:

La tenda sfiorata dal vento o dall’ape in volo (se in lino, o trama leggera)
La parola vertigine mentre la dici
Le petunie nel parco quando sta per piovere
Le labbra quando hai freddo
le labbra dopo un lungo bacio
la radice dei capelli,
per la stessa cosa Parquet lampade e tutto il resto in mezzo, per il terremoto
Il biglietto del bus in mano ai vecchi
Il bottone sul filo scucito
La mia mano da sposa – sul registro
La mano che prova la pistola
I cani prima della pioggia
I conigli al primo rumore
Le felci e l’erba anche da sole
Coi tuoni, i nastri delle bambine
La mano che firma una denuncia
Le aragoste vive sul banco in trattoria, mentre le scegli
Miguel Bosé in tv se c’è maltempo
I maccheroni nell’acqua che bolle
Gli oleandri lungo l’autostrada,
il cane travolto fra poco
I vestiti da sera quando lasciano l’armadio
Le braccia, le gambe degli alcolizzati
La foglia usata da un falco
L’ibiscus appena svuotato dall’ape che aveva mosso la tenda
La tua voce nella reticenza
La luce dei fari sulle pozzanghere I
l mento della Bouger, quando sorrideva
Il mondo adesso che piove
Le virgole nei libri quando piangi
Le carte dei gelati in strada
La bustina di the nell’acqua bollente
Anche i pesci al luna park, mentre spari sui barattoli e il cartello con su scritto 3 COLPI 1000 LIRE

—  ==========
Atlante degli abiti smessi (I coralli) (Italian Edition) (Elvira Seminara)
Credo che una ragazza non s'innamori di un ragazzo che le porta dei fiori, o delle rose.
Di un ragazzo che le regali un diamante, o un anello qualsiasi.
Credo che i fiori, o le rose, nei giorni avvenire marciscano.
Credo che un diamante o un anello costoso, non valgano un briciolo d'amore e suppongo, che una volta finita, una ragazza qualsiasi, si disfarebbe del diamante guandagnandoci denaro soddisfacente per viaggiare chissà dove, con il prossimo ragazzo.
Voglio dire, io credo che una ragazza s'innamori di un ragazzo che sia sempre se stesso.
Che le regali se stesso.
Ad una ragazza innamorata non serve un oggetto di valore ma un ragazzo di valore.
Non serve un mazzo di rose che dopo tre giorni marciscono e finiscono nel dimenticatoio.
Credo che una ragazza s'aspetti ogni giorno regali da chi ama.
Se ha freddo, togliti la felpa e coprila.
Ah, poi hai freddo tu?
È questo l'amore.
Piuttosto far patire lei, patisci tu.
Regalale i sorrisi.
Ad una ragazza devi regalarle i sorrisi.
E fanculo se molti saranno da rifare. Devi rifarli finché puoi.
Finché lotti.
Finché credi.
Ad una ragazza devi farla sorridere.
Devi farla sentire unica.
Tua.
Falla sentire bella anche se bella non lo è.
Falla sentire amata anche se lei amata non vuole essere.
Falla sentire importante anche se lei importante non lo è mai stata per nessuno.
Fai si che quel nessuno, sia tu.
—  Matteo Pirro
Tu soffri, vero? hai freddo, la notte ti accieca, la segreta ti avvolge, ma forse hai ancora qualche barlume dentro di te […]. Io, io invece, il carcere lo porto dentro di me, dentro di me è l'inverno, il ghiaccio, la disperazione; ho la notte nell'anima, io!
—  Victor Hugo, Notre-Dame de Paris, 1831 - Libro ottavo, IV “Lasciate ogni speranza” (Frollo a Esmeralda)
Esercizio di resilienza

L'idea era buona,
il plum-cake ricetta della nonna
con scaglie di Babbo Natale di cioccolato
pure.

Due tiri di hashish della peggior specie,
un bicchiere di rum
(violentato, col ghiaccio).

Un letto sfatto e dieci coperte,
ché sei una stufa ed hai sempre freddo,
mentre io sono fredda
più del bicchiere con i rimasugli del ghiaccio,
ma ho caldo,
quasi sempre.

Notte febbrile e giornata indolente,
ed il buongiorno di oggi
fatto di caffeina max 0,1 %
e di baci un trilione,
che poi,
più tardi,
bisogna reggere l'impatto dell'addio,
di nuovo.

I fidanzati di riserva sono come i vestiti fuori moda. Non ce la fai mai a sbarazzartene per davvero. Li tieni li,in una piega del cuore,chissà mai che prima o poi potrebbero tornare di moda. E infatti. In questo casi li puoi rispolverare. Tirar fuori dalla naftalina. Però non devi illuderti. Li può rimettere addosso per una sera soltanto. Anche tutta una notte se hai freddo. E basterà. Basterà anche per consolarti ma anche per accorgerti che purtroppo sono tristemente è irrimediabilmente passati di moda.
—  Luciano Littizzetto