giudo

Volevo solo dirti
che l’altro giorno
eri bellissima.
Lo so
a livello di incipit
ho fatto
di molto meglio
ma il succo è
che tu
l’altro giorno
eri davvero bellissima
eri così tanto davvero bellissima
tu l’altro giorno
che mi faceva male il guardarti
e avevi
le scarpe alte
e le tue gambe
non volevano finire mai
e il tuo sorriso di ragazza
il tuo sorriso di donna di ragazza
il tuo sorriso di donna di ragazza donna
è un’arma
e tu
dovresti procurarti
un regolare porto d’armi
perché
se ti beccano
con questo sorriso arma
che ti porti
– che ci puoi
non dico ammazzare
ma ferire sì
anche in modo grave
il disgraziato
che ci finisce sotto –
se ti beccano
te lo ritirano
ti ritirano il sorriso
e sarebbe
un pazzesco peccato.

E questa strampalata
oblunga
poesiaccia
serve solo
a ribadire
che tu
l’altro giorno
con quel vestito corto
e quelle calze forse blu
o rosso scuro
eri parecchio bellissima
e ribadendolo
approfitto
per rimarcare
quanto
sia
dannatamente importante
dire
ad una donna
bellissima
quanto è bellissima
quando
è
bellissima
soprattutto
se la donna
bellissima
in questione
sei
tu.

—  Giudo Catalano - Volevo solo dirti.
Ho sempre pensato che tra i due, era lei quella che doveva crescere mentre invece dovevo farlo anche io.
La amo perchè è matta, e non si vergogna di esserlo. Perchè è bella e lo sa benissimo. Perchè è imperfetta ed io sono sicuro che voglio lei.
—  Giudo, CDCA 3

- non mi piaci più
– come?

– non mi piaci
– più?

– più
– fisicamente più intendi?

– anche di più
– fisicamente e moralmente?

– sì, fisicamente, moralmente e spiritualmente
– come è possibile?

– sono i misteriosi misteri del mistero dell’amore misterioso, credo
– ma ti sto ancora simpatica?

– no no, mi stai pure antipatica e mi sembri scema
– scema?

– sì, e dire che ti pensavo intelligentissima
– sei feroce

– non son io ad essere feroce
– e chi dunque?

– la sincerità è feroce
– la ferocità è sincera

– vuoi che facciamo all’amore per l’ultima volta in modo che tu possa serbare un bellissimo ricordo delle mie incredibili prestazioni erotiche?
– sei decisamente affetto da un qualche tipo di disturbo psichiatrico grave

– qual è la diagnosi, dottore?
– un imbecille senza speranza.

—  Giudo Catalano.
- Sei triste?
• Un po’
- Perché?
• Boh
- Non sai?
• Non so
- Cosa posso fare?
• Baci?
- Sì abbastanza
• Baceresti?
- Quando?
• Se non ora
- Quando?
• Ora
- Ora?
• Sì
- Chi?
• Me
- Tu?
• Eh
- Ritieni che un mio bacio potrebbe facilitare il tuo disintristimento?
• Non ritengo, so
- Due baci?
• Buon umore certo
- Tre baci?
• Semifelicità
- Quattro?
• Felicità a manetta
- Cinque baci?
• Quasi Paradiso
- E sei?
• Paradiso assai
- Sette?
• Sette no
- No?
• Sette è pericoloso
- Che tipo di pericolo?
• Overdose
- Da sette in su è overdose?
• No, solo sette è overdose, otto va bene
- Allora otto te ne do
• Facciamo dieci?
- Cento
• Mille
- All’infinito?
• Aggiudicato
—  Giudo Catalano,