gesù cristo

Tra le mani non ho niente, spero che m'accoglierai, chiedo solo di restare accanto a te 

Sono ricco solamente dell'amore che mi dai; 

E per sempre la tua strada la mia strada resterà, nella gioia e nel dolore 

Fino a quando tu vorrai, con la mano nella tua camminerò.

Se m’accogli

Gesù Cristo sono io, che di miracoli ne ho fatti tanti, ti ho preso in braccio e ti ho portato avanti, ma tu ricordi solo i miei peccati.
—  Levante

Molte persone mi hanno chiesto un parere riguardo le persone che popolano Tumblr, ma non mi sono mai espresso a riguardo, essendo da poco tempo su questo Social.
Ma in questo poco ho capito tante, davvero TANTE cose, di come la gente voglia solo essere esibizionista e attirare l’attenzione.
Mi è bastato entrare in pochi blog, e tutti hanno nomi pressoché simili. Tutti con “la ragazza…”, “il mare…”, “depressadentro” e cazzate varie. Certo io sono il primo che ha messo “suicide” nel nome, ma il nome intero del mio blog ha un significato specifico. Di certo non equivale a “ilragazzochesivuolesuicidare” o palle del genere. E già i nomi così mi fanno salire il crimine. Oltre al nome basta leggere le bio per capire il genere di persone che ci sono su Tumblr. Fateci caso, in ¾ dei blog sono presenti descrizioni del tipo: “13 anni, autolesionista, bipolare, depressa, suicide girl”. Manca solo che aggiungiate “ingravidata a 11 anni da un unicorno” e siamo apposto.
Ma spiegatemi, nemmeno sapete i significati di quelle parole, e vi ritenete tali? Qui qualcosa non va. Dite che non è esibizionismo, ma invece lo è, eccome.
La depressione è una cazzo di malattia, lo volete capire? Voi non potete autodiagnosticarvela, solo uno specialista può. Triste non equivale a depressa. Stessa cosa per il bipolarismo. Non è che se un minuto siete felici, poi prendete un brutto voto e diventate di colpo tristi allora siete bipolari. NO.
Va bene essere tristi, chi non lo è mai stato. MA CAZZO. Care ragazzine. Non è che se il ragazzino tredicenne di turno che vi fa bagnare non vi caga allora siete depressi. Non è che se litigate con un amico o un’amica siete depressi. NO CAZZO, NON LO SOPPORTO.
Questa mentalità mi manda in bestia. Tante persone mi chiedono anche “per quale motivo ti sei iscritto a Tumblr? C’e’ sempre un motivo” io no, non ho un motivo, cazzo. Perché dovrebbe esserci? Cos’è mi è morto il canarino e quindi OMMIODDIO sono depresso andiamo su Tumblr. Ma vi prego. TUMBLR NON È UN CAZZO DI RADUNO DI DEPRESSI CAPITELO. La vostra mentalità è sbagliata, e tanto. E poi sempre ragazze che scrivono in anonimo (a volte anche senza) “ti salvo io, ti porto al mare” MA MI SALVI DA COSA SPIEGAMELO, davvero boh. Al mare vado per divertirmi e ci vado con chi voglio, non mi deve portare nessuno, nè tantomeno un anonimo che mi vuole salvare. Date per scontato che chi si iscrive su Tumblr è triste e tutto, perché? Odiate i pregiudizi ma ne fate a vagonate. Date per scontato che chi è iscritto a Tumblr sia infelice e tutto. Io sono la persona più felice del mondo, non mi manca nulla, l’ho ribadito più volte, eppure sono iscritto a Tumblr, un social nato per la condivisione di immagini, citazione, non un SOCIAL DI FINTI DEPRESSINI. Questi messaggi continuano ad arrivare, magari da lettori nuovi, anzi di sicuro è così, come se le idee innate di Cartesio esistessero davvero, avete preimpostato nel cervello sta cosa, ”persona iscritta a Tumblr = depressa bipolare infelice morta dentro mare di lacrime gesù cristo padre pio e la madonna”.
PER CARITA’, ci sono persone che stanno male davvero, e tanto, ma sarà un blog su 15 mila. Il resto? E S I B I Z I O N I S M O. Basti pensare a quell’idiota del blog ”lavitadiunperdente”, che scrive -”I tagli stanno guarendo, ecc” - Ma che cosa vuoi ottenere? A ME SEMBRA ATTENZIONE.
E poi arriva l’ultimo, delicato argomento. L’autolesionismo. Anche qui, ragazze e ragazzi che smontano temperini, si fanno SEGNI, GRAFFIETTI, non tagli. Nemmeno fanno male. Ho visto foto di segni fatti A BIRO. Cioè ma stiamo scherzando? Poi fieri mettono le foto su Tumblr ”la vita fa schifo”. Non potete dire che la vita fa schifo, NON ALLA NOSTRA ETA’. Abbiamo vissuto si e no 1/6 della nostra vita, davvero lo pensate? Io non credo. Ma si, scriviamolo, uniamoci alla massa di finti depressini, graffiamoci tutti. All together.
I veri tagli, quelli profondi, uno non li mostra, non se ne vanta, li nasconde, li combatte, spesso da solo. Non manda le foto agli amici, al contrario, li tiene per sè. Ovviamente ci sono le persone che davvero si tagliano, rischiando anche di farsi davvero male se lo fanno in modo sbagliato, quelle persone andrebbero aiutate, ma non lo dicono.
Non vorrei generalizzare, ma mi vedo costretto, purtroppo il 90% delle ragazze, e perchè no, anche dei ragazzi, che popolano Tumblr hanno questa mentalità, chiusa e bacata, e sinceramente a me non piace, per niente. Non mi piace il fatto che qui su Tumblr tutti debbano essere uguali, TRISTI TRISTI TRISTI. Se vi avessi qua davanti vi darei tante di quelle sberle. Siate voi stessi cazzo, non avete bisogno di fare i finti depressi, i finti autolesionisti e le donne vissute a 13 anni. Davvero vi rendete solo ridicoli.
Ho scritto un poema, lo so, ma mi dovevo sfogare. Perchè dovete capire, lo ribadisco, che Tumblr non è una cosa PRIVATA, NON E’ UN CENTRO DI RICOVERO PER FINTI FOTTUTI DEPRESSI. Anche ieri mi scrivono su ask ”perchè linki il tuo Tumblr? E’ una cosa personale!” Ma chi l’ha detto? No spiegatemi questa regola, perchè evidentemente non la conosco. Se ho un blog lo voglio far vedere alle persone no? E poi vi lamentate che non avete lettori. Ci credo, se andate con questa mentalità che hanno tutti, che va di moda, nessuno vi noterà in mezzo al gregge di pecoroni.
Scusate lo sfogo, ora probabilmente metà delle persone che lo leggeranno si sentiranno prese in causa, non mi seguiranno più ecc. Non ho paura di dire le cose, nè tantomeno di esprimere la mia opinione. Perchè diciamocelo, Tumblr è bellissimo, ma le persone che lo popolano lo stanno rovinando.

PS: non sono il primo ne tantomeno l'unico che lo dice, quindi è inutile riempirmi di complimenti riguardanti un pensiero che penso un po tanti hanno.

thebluesuicide.

LA MELA CON CUI TORNO

Oggi sono andato da un collega a fare un ECG e dopo averlo letto mi fa – Mi puoi dare quelli che hai fatto gli scorsi anni per un confronto? Io scuoto la testa e gli faccio – Guarda che è il primo che ho fatto, tranne quella volta che credevo di morire con un coltello piantato nel fianco (cit.) ma se lo sono tenuto in PS.

Di seguito riporterò le accanite divergenze:

Lui – Ma come il primo?! Te lo devo dire io che da una certa età in poi bisogna tenersi controllati?!
Io – Ma tenersi controllati per cosa? Io non ho mai avuto NESSUN SINTOMO!
Lui – Ah beh… BRAVO! Adesso ti becchi 5 mg di Ramipril per qualche anno a venire!
Io – E VA BENE! Vuoi avere ragione? NON HAI RAGIONE INVECE! Se tutti si mettessero a fare visite cardiologiche ed ECG di default il sistema sanitario nazionale andrebbe in rovina… a questo punto facciamo a tutti anche un ecocardiogramma e una tomografia ad emissione di positroni già che ci siamo! I pazienti vanno valutati, seguiti, accompagnati  ma anche scoraggiati nelle loro paranoie!

Al che questo medico greco, un omone con due badili al posto delle mani, fa un gesto che mi spiazza completamente… mi prende la barba con una mano, la tira leggermente e mi fa – Forse con questa barba vuoi assomigliarli ma non sei Gesù Cristo. Pensa di più a salvare te stesso e lascia vivere gli altri un po’ come gli pare. Prendi il Ramipril prima che qualcuno ti faccia partire un embolo e ci vediamo fra un mese.

In parole povere il Demiurgo ha skippato dalla traccia 6 alla traccia 5 del cd di Non al Denaro non all'Amore né al Cielo ma tranquilli che continuerò a sognare con voi senza che la mia anima prenda il volo.

Ragazzi… come ogni anno, anche quest'anno San Valentino è alle porte!
Ed ovviamente, insieme alle coppie di innamorati, insieme alle rose, ai baci perugina, alle cenette romantiche fatte a lume di candela e tutte queste smancerie qui, San Valentino ci porta anche i rompicoglioni che stanno a scrivere su Facebook status come “A San Valentino tutti innamorati… poi tutti cornuti!”, “A San Valentino scambiatevi i cellulari… così poi il 15 vediamo quanto vi amate ancora!” oppure, ancora una volta: “Pensavo fosse finito il Natale, invece vedo in giro tutte queste renne! Ah, no… è vero! È San Valentino!”.

Dunque, volevo solo dirvi di non cadere in questi tranelli: quelle persone, oltre a non avere un altro cazzo da fare durante la giornata (perché un moroso o una morosa non li hanno, quindi non possono neanche farsi una chiavata in santa pace per rilassare i nervi), sono comunque persone che sperano ancora di trovare un povero cristo in grado di subire le loro immense rotture di coglioni.
Quel che io voglio esprimere oggi con questo post è: vi prego, non potete scrivere che il 14 febbraio è la festa dei cornuti solo perché non siete fidanzati… anche perché altrimenti io non capisco cosa cazzo state a festeggiare il Natale, visto che è il compleanno di Gesù Cristo e non il vostro!

E niente… voi non siete cornuti solo perché non c'avete nessuno appresso. Quindi volate basso!

Solo l'umiltà è quella che rasserena, appaga e disseta costantemente l'anima alla fonte divina. Un'anima inquieta è un'anima non umile.
Deborah Cotrufo

[Maria Maddalena ai piedi di Gesù Cristo morto, dettaglio del “Compianto” di Sandro Botticelli, circa 1495-1500, tempera su tavola, Museo Poldi Pezzoli, Milano]