futurafrika

youtube

#PausaMusicale: Ntjam Rosie - Thinkin’ About You

SCHWARZ GEMACHT”: a play that examines questions of identity through the eyes of an #AfroGerman

Scritta da Alexander Thomas e diretta da Daniel Brunet, Schwarz Gemacht è una rappresentazione teatrale ambientata nella Germania nazista del 1938 in cui il protagonista Claus s'interroga ed esamina la propria identità di afrotedesco.

Lo spettacolo è in scena all' English Theatre Berlin fino a metà marzo. Se vi capita di passare per Berlino, andate ad assistere a questa rappresentazione.

#AfroEurope

#piccolesoddisfazioni: Dopo l’endorsement ricevuto da Jean-Philippe Dedieu, ricercatore all’ EHESS (Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales) e contributor del NY Times, arriva il secondo da Akosua Adoma Owusu!

Akosua Adoma Owusu è una regista ghanese inserita da The Huffington Post nella lista dei 30 artisti under 40 da conoscere.
Il suo corto Kwaku Ananse Film, è stato nominato per l'Orso d'oro al Festival di Berlino 2013 e ha vinto il premio di miglior corto all’ Africa Movie Academy Awards nello stesso anno.

Facebook | Twitter

youtube

Tahar Ben Jelloun è stato l'ospite di Dedica Festival Pordenone2014.

In questa intervista, condotta da Pnbox.tv, lo scrittore marocchino parla del suo metodo di scrittura e condivide il suo pensiero sulla figura dell'intellettuale ai giorni nostri.

We love: SABA ANGLANA

Saba Anglana, cantante italo etiope, debutterà il 25 febbraio al teatro Gobetti di Torino presentando “Mogadishow”: «il titolo del mio monologo, che racconta di origini familiari e fuga dal Paradiso Perduto somalo dopo il vento della Rivoluzione.»

‪#‎danonperdere‬ per le amiche e gli amici che stanno a Torino!

Collaborazione con il Festival del Cinema Africano di Verona


Felici ed onorati di aver fatto parte - assieme al Zanzibar International Film Festival, Africa in Motion, Afrika Filmfestival e LampedusaInFestival - del network della 34esima edizione del Festival del Cinema Africano di Verona.

Ringraziamo Vanessa, Chiara, Stefano e Mariagrazia per averci offerto questa esperienza, facendoci navigare tra le new waves della scena culturale africana.