Ok, forse non ha le gambe più belle del mondo, non ha i capelli sempre perfetti, non è sempre impeccabile. Ma credimi, innamorati di lei. E non innamorarti delle cose comuni, di quelle che puoi amare in tutte, il sorriso, gli occhi, il modo di camminare. Innamorati piuttosto del suo arrossire quando le sei vicino. Innamorati della sua timidezza, del suo nascondere il viso nella sciarpa quando si sente di troppo, del suo stringersi nelle spalle quando ha freddo. Innamorati della sua espressione dolce quando ti guarda, e del sorriso che le viene spontaneo quando le parli. Innamorati di lei quando si perde nei suoi pensieri, innamorati di lei quando è allegra e ha voglia di ridere e scherzare, ma innamorati di lei soprattutto nei suoi momenti no, nei suoi momenti tristi e solitari. Innamorati di lei quando non vorrà raccontarti del suo passato, e di quando invece darà libero sfogo ai suoi ricordi, soprattutto a quelli dolorosi, quelli che hanno lasciato una ferita che ancora nessuno ha curato. Innamorati di lei perché sarà una battaglia ogni volta, perché passerete giornate intere a litigare per poi ritrovarvi stanchi la notte a dormire abbracciati. Perché lei non è abituata all'amore ma quando lo farà, credimi, ti amerà più di chiunque altra persona.
—  troppotimida
Ed è quando
sono le persone che ami di più
a lasciarti,
quando nessuno stringe
le tue gelide mani,
quando nessuno asciuga
le tue calde lacrime,
quando il silenzio è tutto ciò
che senti, che fa male,
quando respiri affannosamente e
nessuno ti abbraccia,
ed è allora che inizi a pensare
solo a te stesso,
per proteggerti,
per provare ad amarti.
Quell'amore
che gli altri ti hanno negato.
Ed è allora che gli altri scompaiono,
li tagli fuori.
Inevitabilmente,
cambi.
Ti asciughi le lacrime
da solo,
ti riscaldi
da solo,
ti stringi
da solo.
Ed è così che cresci,
forte,
ma con un muro impenetrabile.
Con un cuore gelido,
con gli occhi vuoti,
di chi,
è stato abbandonato
a se stesso.
—  1| Christina, pensieri sconnessi | -creep-