frana

Scusami mamma, per non essere la figlia che ti aspettavi. Per non renderti abbastanza orgogliosa, di non essere abbastanza, di essere pigra, di essere superficiale, di essere debole, di essere fragile, di essere troppo poco seria, di deluderti, di essere una causa persa, be insomma, scusami di essere me.
Lo so, sono una frana. Scusami per tutto questo.
—  Ciaosonosoloio
Io ero una frana e lei una fata, io ero inguaribilmente noioso e lei infinitamente affascinante. Così me ne tornai nella mia stanza e crollai sul letto, pensando che se gli altri esseri umani fossero precipitazioni atmosferiche, io sarei stato una pioggerella, lei un ciclone.
—  John Green

“Sei a pezzi.” Disse guardandomi negli occhi.
Non ressi il suo sguardo e lo abbassai.
Ci sentivamo da tanto, ma era la prima volta che uscivamo e lui aveva già capito tutto.
Capì che ero crollata, ma come ci riuscì?
Nessuno l’aveva mai notato.

”Sei a pezzi.” Disse guardandomi negli occhi.
Mi venne da piangere, ma non lo feci.
Avevo un uragano dentro, un mare in tempesta, una frana.
Lui mi aveva capita.

Si, ero a pezzi e questi erano sparsi ovunque.
Sono a pezzi e non so più dove sono.
Mi ritrovo un po ovunque, ma poi mi lascio li, non mi raccolgo, non mi tiro insieme.
Così quando lui affermo che ero a pezzi, io mi chiesi se ci avrebbe pensato lui a rimettermi assieme, a sostituire i pezzi difettosi, a fare di me una persona migliore, una persona nuova.

—  Alice Coraline Kingsleigh
E poi arrivava la notte, i pensieri l’assaltavano; la scuola, gli amici, l’amore, la famiglia…
Era tutto un caos. Si sentiva così tremendamente sbagliata, non al suo posto, a disagio con gli altri.
Eppure era una bella ragazza, simpatica, socievole, sempre con la battuta pronta, sempre disposta ad ascoltare. Così almeno le dicevano.
Poteva sembrare a volte stronza, menefreghista, acida, la prima apparenza era sempre negativa.
Aveva tanti difetti, ma non lo faceva pesare, anzi, era così modesta.
Elogiarsi sempre era un buon metodo per auto-convincersi di non essere un fallimento.
Più guardava le altre, più sentiva il bisogno di essere di più, di voler diventare qualcun’altro. Lì iniziavano le paranoie, i complessi, i disagi interiori.
Era strana quella ragazza, non voleva mai far vedere alla gente di essere triste, le piaceva ridere tanto, lo faceva così spesso da non rendersi conto di quanto ridicola fosse. Eppure continua, lo fa tutt’ora, è stupida.
Le fanno molti complimenti, per gli occhi soprattutto, ma lei li ha sempre odiati, li voleva azzurri…
Invece li ha verdi, come un prato, uno dove tutti calpestano, ignorato, bel paesaggio magari, ma nulla confronto a quello che potevano celare il mare, l’abbisso del cielo infinito.
Potrá pure essere bella agli occhi degli altri, ma se non piace a se stessa, non si auto-convinverá mai di essere perfetta nelle sue imperfezioni.
Veniva, e viene tutt’ora parogata alle ragazze brave, belle, mature, responsabili, lei di conseguenza ha abitudine a farlo da sola.
Ha molti amici, le vogliono bene. Ma si sente sola anche con loro, è troppo gelosa, troppo scema, troppo orgogliosa per tenersi le persone.
Ha provato a cambiare, anche se agli altri dice che non bisogna mai farlo, però ha fallito. Per l’ennesima volta.
Non riesce a portare a termine le cose, è sempre la seconda scelta, ma come biasimarli, è lei, è normale sia seconda. Se non che a volte anche ultima…
Ha troppa paura di rimanere sola, ma prima o poi succederà così.
Non sa tenersi le persone, non è in grado di maturare, troppo bambina.
Ha tante passioni, ma le opprime sempre. Tutto perché le altre fanno meglio le cose, che senso ha farle sbagliate?
Meglio lasciar perdere.
È una frana.
Come amica e figlia.
Lo sa, fa finta di niente, lo nasconde.
Ma è così, non può farci nulla.
È nata senza volerlo e morirà senza chiederlo. Mancherà a qualcuno, provocherà dei vuoti, un giorno, spero lontano..ma rimarrà sempre una delusione per tutti e per se stessa.
—  Occhismeraldi

anonymous asked:

Lately I've seen some Freed x Cana going around. What's your opinion on this concept? I think they could be a hella interesting ship with lots of development!

Freed x Cana huh? I never thought about it but now that you mention it, it’s definitely an interesting ship! 

Since I can’t exactly recall so much moments between them (except for the part where she tormented him with sexy ladies), their development would actually be filled with hilarious interactions.. such as Cana teasing Freed about how shy he gets around bikini-clad babes, and Freed criticizing/insulting her massive alcohol consumption and how it affects her actions. She wouldn’t even hesitate to make seductive moves on him since she is already moving around in her bikini top, and that would further fluster Freed.  

I’d say that Freed would be fascinated with Cana’s leadership quality in serious situations despite being a drunkard, and considering how Freed is usually so distant and emotionless, Cana would be able to draw him out of his shell and comfort zone since she is now aware of which buttons to push. She would make him question himself a lot as well due to how drawn he gets to her. They’d definitely be a lot more comfortable around each other as they spend more time together. 

For some reason, I’d think they would make a fine team - Freed is sort of calculative, and combining that with Cana’s leadership, they’d be able to break through the situation smoothly…if that makes sense. x)