fotografie blog

Alla fine i luoghi che mi mancano sono quelli dove mi sono rifugiata a testa bassa, dove mi sono leccata le ferite.
I luoghi in cui le mie spalle curve hanno finalmente toccato terra, dove le mie nevrosi hanno trovato sfogo, luoghi da cui tornavo ammaccata, ma non più distrutta.

Luoghi nei quali, sostanzialmente, più che il cuore ci ho lasciato il fegato.

[Analog]

Mi ripeto ossessivamente che andrà tutto bene, che tanto sono forte, che non sono più una ragazzina. E per il momento va bene così, nonostante mi ritrovi costantemente a seppellire il mio stesso cadavere sotto pessime decisioni.

Ma va bene così, le mie montagne rimangono dove sono, se dovrò organizzare un nuovo funerale emotivo lo farò sotto la roccia, come sempre.

[Analog]