foto napoli

9

Napule è mille culure
Napule è mille paure
Napule è a voce de’ criature
Che saglie chianu chianu
E tu sai ca’ nun si sulo
Napule è nu sole amaro
Napule è addore e’ mare
Napule è na’ carta sporca
E nisciuno se ne importa
E ognuno aspetta a’ sciorta
Napule è na’ camminata
Int’ e viche miezo all'ate
Napule è tutto nu suonno
E a’ sape tutto o’ munno
Ma nun sanno a’ verità.

“è bella di notte la città.
c’è pericolo ma pure libertà.
ci girano quelli senza sonno, gli artisti, gli assassini, i giocatori; stanno aperte le osterie, le friggitorie, i caffè. ci si saluta, ci si conosce, tra quelli che campano di notte. le persone si perdonano i vizi. La luce del giorno accusa, lo scuro della notte dà l’assoluzione. escono i trasformati, uomini vestiti da donna, perché così gli dice la natura e nessuno li scoccia. nessuno chiede conto di notte. escono gli storpi di notte, i ciechi, gli zoppi che di giorno vengono respinti. è una tasca rivoltata la notte nella città. escono pure i cani, quelli senza casa. aspettano la notte per cercare gli avanzi, quanti cani riescono a campare senza nessuno. di notte la città è un paese civile.”
-erri de luca

Asaletim de sizin olsun baylar, rezaletim de!Beni bir sutyen lastiğiyle asın.“


Didem Madak - Enkaz Kaldırma Çalışmaları ( Grapon Kağıtları ) 

Görsel :  David Seymour, Naples 1957

4

Ij song e napoli.
song napoletano.
qualcuno ha detto che essere napoletano è una fortuna… è vero. ho la fortuna di essere napoletano perché sono bilingue dalla nascita, e quando canto in tutto il mondo, mi capiscono “o surdat nn'ammurat” “o’ sole mij ”  oh! senti quest'articolo. oh! è greco. e quando a napoli  si parlava il greco, in tutte le altre città si parlava latino. Io  ho avuto la fortuna di essere napoletano, perché sono nato nella stessa città di Edoardo, di Totò, di Caruso, di Troisi, di Pino Daniele.. e poi di Marotta, bovio , di giacomo. Pur Bud Spencer era napoletano.e devo dire che, come menava lui.. nun menav nisciun. io ho la fortuna di essere napoletano, perché conosco la parte buona di napoli. perché a napoli c'è la parte buona che fatica ogni giorno per distinguersi da quella cattiva, ed io lo so, si fa una doppia fatica, perché è più difficile essere buoni a napoli, che essere buoni in svizzera. essere buoni in svizzera so capaci tutti. pure gli svizzeri. io ho la fortuna di essere napoletano e di appartenere a una città che ha inventato il sospeso… cioè: il caffè pagato  per chi non se lo può permettere, perché nessuno.. mai nessuno deve sentirsi così povero da non potersi bere un caffè!
io ho la fortuna di essere napoletano. perché  se in tutto il mondo i bambini hanno sognato con batman, l'uomo ragno, superman.. che erano eroi di fantasia, quando sono stato ragazzino io, ho sognato con un supereroe argentino, che non aveva ne un mantello, ne una spada. ma aveva una maglia azzurra con il numero 10 e la fantasia ce l'aveva nella testa, e nei piedi. Io .. Io ho la fortuna di essere napoletano perché nessun altra città del mondo è nata dal corpo di una sirena, Partenope, morta di dolore perché si era innamorata di Ulisse. dando vita ad una città che infatti sa bene che cosa è il dolore e la passione. Io ho la fortuna di essere napoletano, perché hanno creato capolavori conosciuti in tutto il mondo a Napoli : il teatro San Carlo, la statua del cristo velato… poi Dio ci ha regalato: Ischia, Capri,Procida e Sorrento. ma  noi abbiamo inventato la pizza, e o sasicc che friariell! e sono sicuro che pure tu qualche volta l'hai mangiato! Io ho la fortuna di essere napoletano perché Napoli mi ha insegnato l'ironia. vero antibiotico dell'esistenza. quell'ironia che il giorno dopo il primo scudetto i napoletani scrissero vicino ai muri del cimitero un messaggio per i morti “C V SIT PERS!” Io ho la fortuna di essere napoletano, perché Napoli è una città che tutti i giorni si bacia col mare.e sa… sa bene perché abbiamo sempre dimostrato accoglienza e tolleranza. e a tutti quelli che ci denigrano, facendo tifo per il vesuvio dicendoci “vabbé siete tutto sommato solo pizz, spaghett e mandolin ” io chiedo. “ Ma quando lo dite, veramente ci credete?” Io sono nato napoletano… io sono nato napoletano. Non l'ho scelto. ma si turnass a nascere, vuless nascere Napulitan!

Gigi D’Alessio.