fornitori

3

Grazie a segreti fornitori dall’interno, ecco IL BOTTINO.

Artbook, Official guest book della mostra, numero 72 in giapponese, spilla di Hinata dal film The Last, e penna NaruHina - SasuSaku comprata allo shop della mostra.

*svenimento*

1) Sfatiamo il primo grande mito: nel numero 72 non c’è alcun capitolo extra nè NaruHina nè SasuSaku nè altro. Solo una pagina aggiunta
e delle modifiche su alcune vignette, ovvero le seguenti:

2) Il guest book con la copertina di Naruto, veniva dato in omaggio a chi andava alla mostra; ma per chi prenotava prima il biglietto, oltre a questo gli veniva dato anche il guest book con Sasuke in copertina.
Noi abbiamo voluto solo questo guest book e potete capire perchè.

3) All’interno dell’artbook, c’è un poster. Un bellissimo poster. Bellissimo perchè è l’immagine di copertina del guest book del film di The Last. Senza le scritte<3

Godete di questi beni con noi.

Spesso guardiamo con ammirazione e con un pizzico di sana invidia, i mostri sacri…

Spesso guardiamo con ammirazione e con un pizzico di sana invidia, i mostri sacri dell’imprenditoria mondiale. Coloro che hanno ottenuto successi clamorosi così da essere conosciuti con i loro Brand da miliardi di persone che tutti pensano siano per sempre irraggiungibili. Tuttavia le cose per loro non sono state sempre rose e fiori, anzi. A fronte di clamorosi successi si sono dovuti imbattere…

View On WordPress

new: Arte Provenzale e Fouta Italia

New Post has been published on http://www.bionotizie.com/ecoturismo-2/arte-provenzale-e-fouta-italia/

Arte Provenzale e Fouta Italia

<!–[if gte mso 9]> <![endif]–> Arte Provenzale da oltre 10 anni propone biancheria per la casa di ottima qualità a prezzi competitivi: lenzuola, spugne, tovaglie, accessori per la cucina e dallo scorso anno anche il telo tunisino “LA FOUTA”, realizzato artigianalmente con i telai e annodato a …

In un Paese nel quale il governo ha smesso di pagare i fornitori cinque mesi fa, le ultime settimane hanno registrato un fenomeno con pochi precedenti. L’economia è in depressione, gli arretrati dello Stato verso le imprese sono a livelli da record, eppure i versamenti bancari fra contabilità societarie private stanno registrando un’impennata. Migliaia di manager cercano di saldare i loro creditori al più presto, anche se hanno messo i dipendenti in ferie forzate perché produrre è diventato impossibile.
La forza che spinge questa ondata di bonifici è la stessa che sta alimentando in Grecia la vendita di auto di lusso, Porsche o Mercedes. Ma non ha niente a che fare con un miglioramento dell’economia. Domani la Grecia entra nel ventesimo giorno da quando un decreto del governo ha chiuso le banche per evitare che fossero travolte dalle richieste di ritiro da parte dei depositanti. Tutti si rendono conto che le banche presto potrebbero dover essere ricapitalizzate con denaro pubblico, e sanno che la legge europea in quel caso imporrebbe che gli azionisti, gli obbligazionisti e potenzialmente anche i depositanti degli istituti debbano subire delle perdite.
Di qui l’accelerazione dei pagamenti fra imprese: meglio liberarsi subito di un debito, che rischiare di vedere i propri depositi bancari decurtati da un’operazione di salvataggio con denaro pubblico di Atene o dell’Europa. Oggi in Grecia una somma in contante nelle proprie tasche non ha più esattamente lo stesso valore della stessa somma depositata su un conto bancario.
— 

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/come-vivere-senza-banche-incredibile-grecia-tutti-saldano-prestiti-105040.htm

Il denaro (non quello sotto il materasso) scotta. Tutta colpa di ‘sto neolibberismo selvaggio (chi la mai visto, in Grecia e in tutto il mediterroneo?). 

C’è poi tutto il capitolo relativo ai costi dell’accoglienza. Tema particolarmente sensibile dal momento che i 35-40 euro al giorno spesi dallo Stato per offrire vitto, alloggio e servizi essenziali ai profughi sono stati spesso oggetto di polemiche e proteste. «Ipotizzando un costo tra i 35 e i 40 euro al giorno per 60mila persone all’anno, gli interventi di accoglienza impattano sugli italiani per circa 11 euro pro-capite all’anno», spiega Alessio Menonna, ricercatore di Fondazione Ismu che ha elaborato queste cifre. Importante precisare che i 35-40 euro giornalieri non finiscono affatto nelle tasche dei migranti. La quasi totalità di questa cifra serve a pagare il lavoro di operatori sociali e fornitori di servizi (vitto, alloggio, corsi di italiano e progetti di integrazione). Mentre solo una piccolissima parte, 2,50 euro al giorno, viene fornita sotto forma dipocket money, denaro che può essere utilizzato per piccole spese quotidiane.
I primi 20 anni dell’ Auxiliuam infermieri associati

I primi 20 anni dell’ Auxiliuam infermieri associati

Particolare dell’interno dell’ Auxiliuam durante la festa dei 20 anni di attività. Un invito molto particolare e gradito quello degli amici dell’ Auxilium Studio Infermieri & professionisti sanitari associati di Borgo San Lorenzo, per festeggiare — ed è proprio il caso di evidenziarlo — ben 20 anni di attività professionale, con tanti amici, clienti e fornitori, oltre naturalmente a tutti coloro,…

View On WordPress

iPhone 6s, intensificata la produzione di moduli Force Touch


“Force Touch” è una tecnologia voluta da Apple tramite la quale il pannello touchscreen sarà in grado di recepire la forza della pressione dovuta ad ogni nostra interazione con il display. Oggi solo i nuovi trackpad dei MacBook e gli Apple Watch possono vantarsi di questa implementazione, ma sappiamo che ne saranno muniti anche tutti gli iPhone 6s.

In base a quanto riferito da DigiTimes i fornitori della nuova tipologia di pannello Force Touch per iPhone 6s avrebbero aumentato la produzione.

Secondo le ultime indiscrezioni potrebbero essere costruiti dai 36 ai 40 milioni di iPhone 6s nel corso del trimestre di settembre, per poi salire ad oltre 50 milioni di unità nel trimestre successivo. Uno dei fornitori si vocifera sia TPK, il quale già nei mesi scorsi annunciò che a luglio sarebbe iniziata la produzione dei pannelli Force Touch.

Stando a quanto riportano diversi rumors, Apple potrebbe annunciare i nuovi iPhone nel mese di settembre; i nuovi device dovrebbero integrare un nuovo processore A9, 2 GB (il doppio dell’attuale) di memoria RAM, una fotocamera posteriore da 12 MP, fotocamera anteriore da 5 MP e scocca in alluminio Serie 7000.

Vi terremo informati su futuri aggiornamenti.

Via


from iPhone 6s, intensificata la produzione di moduli Force Touch
Animali: Peta protesta a Milano contro uso pelle in borse Hermès

Milano, 30 lug. - (AdnKronos) - Oggi, un'attivista dell'associazione Peta si è sdraiata per terra indossando solo leggings a stampa coccodrillo e con del color rosso sangue sul corpo di fronte al punto vendita Hermès in Via Montenapoleone a Milano. L'azione è stata organizzata dopo l'indagine condotta da Peta negli allevamenti fornitori per le concerie di proprietà di Hermès. “Chiediamo a Hermès di smettere di trarre profitto dalla vita e dalla morte di questi poveri animali -afferma l'associazione in una nota- togliendo per sempre dagli scaffali le loro pelli esotiche”.

Fs tra prime 3 imprese in Europa su lotta a spreco alimentare

Roma, 30 lug. (askanews) - Le Fs si classificano tra le prime tre imprese finaliste della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, campagna di comunicazione promossa dall'Ue e dedicata alla lotta allo spreco alimentare. La società ha partecipato alla campagna, “che ha visto concorrere 27 Paesi, con un programma di sensibilizzazione verso i propri dipendenti e la stipulazione di clausole contrattuali con i fornitori dei servizi di catering”.
Grazie alla collaborazione delle Ferrovie con le organizzazioni umanitarie specializzate, “gli alimenti non utilizzati sono stati devoluti, come a Roma nell'ambito del progetto ‘Binario 95’, ai bambini delle case-famiglia e alle persone senza fissa dimora”.
Sempre sul tema del diritto al cibo e degli sprechi alimentari, a giugno le Fs hanno offerto il proprio sostegno anche all'iniziativa di ActionAid 'In viaggio con il diritto al cibo’, un percorso a tappe nelle principali stazioni italiane con lo scopo di informare e sensibilizzare l'opinione pubblica.