followmyblog

Si brava,truccati pure. Un po’ di mascara e un filo di matita. Mettici anche una pennellata di cipria e stai attenta a non dimenticare il tuo caro amico fard. Mettici quello che vuoi, e poi esci. Divertiti, bevi, ridi, scherza, urla, fregatene, vivi! Ma poi dovrai tornare a casa e levarti quella maschera che tu stessa hai creato adattandola proprio alla tua faccia. A questo non c'avevi pensato eh?
Non puoi indossarla per sempre, è una maschera destinata ad essere tolta, prima o poi. E’ una di quelle maschere che ti fanno sembrare bella, all'inizio; ma poi la sua bellezza a poco a poco svanisce e tutto ciò che rimane è la tua vera bellezza; quella che tu non hai mai notato, perché sta nella semplicità, nei piccoli gesti, nei dettagli più nascosti. Quella vera bellezza che non hai mai mostrato a nessuno; quella che nessuno conosce; quella di cui nessuno sa l'esistenza. Forse perché non vuoi che nessuno la veda, o magari, credi che poi, una volta svelata, nessuno l'apprezzerebbe. E la cosa più buffa di tutto ciò, è che gli altri fanno la stessa cosa con te, a tua insaputa. Perché questo ormai, è un mondo di maschere in cui gli attori che le indossano, non sono altro che i protagonisti di questo film chiamato “Vita”, dove conta più l'apparire che l'essere; dove la storia dell'essere belli dentro, non importa a nessuno. Dove mai nessuno pensa che forse, sarebbe meglio per essere odiati per quelli che siano veramente, che amati per quella fottutissima maschera che ci ostiniamo a portare per piacere ad altri.
—  Cit.