fitte intercostali

“Avevo una voglia di baciarla che non era registrabile in nessuna delle scale per i terremoti esistenti. Avevo una voglia di baciarla così forte che se l'America nel frattempo ci avesse dichiarato guerra e avesse cominciato a bombardarci, giuro non ci avrei fatto caso più di tanto. Avrebbero potuto pure cominciare a esplodere i pianeti, e la borsa sarebbe potuta crollare a picco, e le istituzioni politiche sarebbero potute pure essere sovvertite, e io non mi sarei accorto di nulla. Temevo che se non l'avessi baciata di lì a una ventina di secondi mi sarebbero venute le fitte intercostali, un microinfarto, non lo so, qualcosa di brutto.“ 

Tempi duri per i romantici - Tommaso Fusari