festa di radio onda d'urto

3

Brescia, 24 agosto 2013

C'è stato un fortissimo temporale, vento, e piove ancora. Il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti sembra ormai che venga annullato. 
Poi si sentono dei suoni, una decina di persone si raduna sotto il palco principale. Davide Toffolo, cantante e chitarrista dei TARM, nel suo impermeabile verde militare e con la sua chitarra, improvvisa un concerto in acustico. Il pubblico si raduna lì, con ombrelli, impermeabili, sacchi di plastica per proteggersi dalla pioggia. Quando intona “Il mondo prima” si aggiunge ancora gente, e lui ringrazia dicendo “grazie pazzi”. Sì, i pazzi siamo noi che siamo lì a cantare e ad applaudirlo, ma anche lui è il pazzo, che nonostante la pioggia, è uscito sul palco per noi, da solo, e senza maschera. Grazie a te, Allegro Ragazzo Morto.

3

La serata di sabato è finita domenica mattina alle 8, poi dalle 15 è cominciata quella di domenica, con lo stand spostato, ospiti di Diritti per Tutti, e il Garrincha loves Onda d'Urto (nel mio cuore Mattia Barro de L'Orso in acustico e Lo Stato Sociale). La Festa di Radio Onda d'Urto è finita, sono stanchissima, ma sento un senso di vuoto e oggi sono già a Padova.

2

Mi trovavo fin troppo indietro nel pubblico per i miei gusti perché gli amici del mio ragazzo mi avevano distratto dall'altra parte della festa e quando sono arrivata lì tutta la popolazione mondiale più alta di 1,70 m aveva pensato bene di piazzarsi nelle prime file e coprirmi la visuale. Le foto fanno abbastanza pena, però la musica si sentiva bene ed è questo l'importante. Primo concerto de Lo stato sociale, felicità.

Brescia, 21 agosto 2014

STAND (festaaaa #2) 

Anche ieri, come oggi e tutti i giorni fino al 29, siamo qui alla Tana di Zanzanù. Abbiamo clienti che ci chiedono pizza e panini, quando il menu è esposto all'entrata; vagonate di clienti che chiedono da bere mentre noi facciamo solo da mangiare; e soprattutto clienti che quando gli chiedi il nome per poter distinguere l'ordine e chiamarli quando il loro è pronto, chiedono “vuoi anche il numero di telefono?”…no grazie, sono a posto così ;)

2

Tre allegri ragazzi morti, un concerto fantastico. Dopo quello dell'anno scorso rovinato dalla pioggia, si sono proprio rifatti. Canzoni vecchie e nuove, ma tutto bellissimo.

Nella parte restante della nottata: vino bianco come se non ci fosse un domani, musica trash fino all'alba, discorsi intellettuali da ubriachi (che senso ha confrontare T.S. Eliot con Mao Tse Tung? chi lo sa). 
Mattina passata a volantinare a Desenzano con gli occhiali da sole rigorosamente calati, poi un panino falafel di colazione e tre litri d'acqua per smaltire le scorie radioattive

Brescia, 30 agosto 2014