federicoleonardolucia

“Cara ansia dove sei non ci sentiamo da due anni,

sei andata via cosi senza nemmeno salutarmi,

può darsi che un giorno passerai a trovarmi,

quante notti insieme svegli fino a notte tardi

vite appese ad un filo di cashmere,

mi preoccupo perché non ho più niente di cui preoccuparmi,

si dice che la vita è una… tienitela stretta

e che il successo uccide lentamente ma io non ho fretta,

e se mi guardo indietro con dieci anni di distanza

ero con le tasche vuote e le palle piene di speranza,

è andata come è andata… via! ce la siamo giocata

ora io faccio la differenza e tu fai la differenziata,

dai pezzi dentro disco rigido al primo disco fisico,

uscito con un'ora di ritardo e dieci anni d'anticipo,

dal vuoto del Grand Canyon a vincere il Gran Premio

riconosco un uomo disperato a casa anch'io ho uno specchio

Mi odi a priori lo so

più parlano più penso che sia per sport

non cambiano

non sogni tutto quello che io ho

come no

come no, come no

L'invidia arriva sempre dal basso verso l'alto,

e per ogni passo falso è più sangue di un salasso,

sai perché si punta in alto e non in largo?

perché gli sputi sono sempre dall'alto verso il basso,

tu lo fai per hobby io lo faccio di mestiere

infatti tu non odi me ma solo ciò che non puoi avere

quando sei una stella di mestiere chi non ti può vedere

esprime un solo desiderio: vederti cadere

Mi odi a priori lo so

più parlano

più penso che sia per sport

non cambiano

non sogni tutto quello che io ho

come no

come no, come no, come no

Più la gente critica più questo mi gratifica,

perché significa che ho il fascino della classifica,

più ci mangi e bevi ti andava bene finchè c'eri

perché sputi nel piatto in cui pippavi fino a ieri,

sorrisi artificiosi buoni per gli artificieri

perché qua più sono finti più ti dicono di essere veri,

questi parlano alle spalle mentre io sempre di fronte

infatti loro sono spalle, io invece sono il frontman.”
-Fedez,come no.