favorevole

Legalizzare non significa invitare tutti al consumo.
Legalizzare non significa spingere tutti a farsi le canne.
Al contrario, regolamentare, sottrarre all'illegalità.
Se lo Stato imponesse alla cannabis la stessa imposta che impone al tabacco, incasserebbe in un anno dai 6 agli 8 miliardi di euro.
Direi agli scettici: “legalizzate”!
Perché legalizzare significa sottrarre un mercato immenso alle organizzazioni criminali. Toglieremmo dagli 8 agli 11 miliardi di euro alle organizzazioni. Questo danaro è usato dalle organizzazioni mafiose per corrompere la politica, l’amministrazione pubblica e a far collassare le nostre democrazie. Tutto questo significa che ci sottraggono diritti.
Il Portogallo nel 2001 depenalizza la cannabis e in 15 anni diminuisce il consumo.
L’Uruguay nel 2013 e il Colorado nel 2014 ne legalizzano il commercio a scopo ricreativo e anche qui il consumo diminuisce invece di aumentare. Ecco perché chi, con senso di responsabilità, sostiene la legalità e si auspica che il consumo di droghe diminuisca, dovrebbe essere favorevole alla legalizzazione della cannabis; misura che toglie risorse alle organizzazioni criminali e che avrebbe, come effetto immediato, la diminuzione dei consumi come avvenuto nei Paesi che hanno avuto il coraggio di cambiare.
—  Considerazioni(Roberto Saviano, Fabri Fibra).
Domande per conoscermi meglio, regalo nuggets e fette di pizza. 🍕🍗🍔🍟
  • <p> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b><p></b> <b></b> 1 ● Come ti chiami?<p/><b></b> 2 ● Soprannome?<p/><b></b> 3 ● Quanti anni hai?<p/><b></b> 4 ● Scuola/professione?<p/><b></b> 5 ● 3 aggettivi per definirti?<p/><b></b> 6 ● Il tuo punto debole?<p/><b></b> 7 ● Se vincessi 10 milioni di euro cosa compreresti come prima cosa?<p/><b></b> 8 ● Hai qualche hobby?<p/><b></b> 9 ● Come ti vesti di solito?<p/><b></b> 10 ● Cosa ti dicono più spesso?<p/><b></b> 11 ● La parolaccia che dici più spesso?<p/><b></b> 12 ● Il giorno più bello della tua vita?<p/><b></b> 13 ● Il giorno più brutto della tua vita?<p/><b></b> 14 ● Ti hanno mai picchiato?<p/><b></b> 15 ● Una cosa che ti rende felice?<p/><b></b> 16 ● La prima cosa che fai al mattino?<p/><b></b> 17 ● L'ultima cosa che fai la sera?<p/><b></b> 18 ● Cosa cambieresti del tuo corpo?<p/><b></b> 19 ● Una persona che stimi?<p/><b></b> 20 ● 3 cose che guardi in un/a uomo/donna?<p/><b></b> 21 ● Hai mai avuto esperienze sessuali?<p/><b></b> 22 ● Una persona che ti attrae fisicamente?<p/><b></b> 23 ● Hai mai tradito?<p/><b></b> 24 ● Sei mai stato/a innamorato/a?<p/><b></b> 25 ● Sei innamorato ?<p/><b></b> 26 ● Cosa ti fa innamorare in una persona?<p/><b></b> 27 ● Se lei/lui tradisce perdoni?<p/><b></b> 28 ● Un sogno ricorrente?<p/><b></b> 29 ● L'ultima figura di merda che hai fatto?<p/><b></b> 30 ● Hai qualche piercing?<p/><b></b> 31 ● Hai qualche tatuaggio?<p/><b></b> 32 ● Un errore che ti riconosci?<p/><b></b> 33 ● Hai mai rubato?<p/><b></b> 34 ● Sei religioso?<p/><b></b> 35 ● Ultimo libro letto?<p/><b></b> 36 ● Mai fatta una canna?<p/><b></b> 37 ● Mai ubriacato/a?<p/><b></b> 38 ● Bestemmi?<p/><b></b> 39 ● Cosa fai se un gatto nero ti attraversa la strada?<p/><b></b> 40 ● La legge è uguale per tutti?<p/><b></b> 41 ● Che animale vorresti essere?<p/><b></b> 42 ● Di cosa hai paura?<p/><b></b> 43 ● Dove vorresti vivere?<p/><b></b> 44 ● Favorevole alla guerra?<p/><b></b> 45 ● Hai attaccato la bandiera della pace alla finestra?<p/><b></b> 46 ● Canzone preferita al momento?<p/><b></b> 47 ● Film preferito?<p/><b></b> 48 ● Drink preferito?<p/><b></b> 49 ● Piatto preferito?<p/><b></b> 50 ● Genere musicale?<p/><b></b> 51 ● Vai in discoteca?<p/><b></b> 52 ● Di solito compri le cianfrusaglie dei vucumprà?<p/><b></b> 53 ● Un piatto che ti disgusta?<p/><b></b> 54 ● Ti piace il minestrone?<p/><b></b> 55 ● Se fosse in tuo potere di risolvere un grande problema, uno e uno solo che affligge l'umanità, su cosa cadrebbe la tua scelta?<p/><b></b> 56 ● Per cosa ti batteresti fino al rischio della vita?<p/><b></b> 57 ● La violenza serve a risolvere i problemi?<p/><b></b> 58 ● Ritieni che l'occidente sia superiore alle altre civiltà del mondo?<p/><b></b> 59 ● Ti potresti mai innamorare di una persona che non ti piace fisicamente?<p/><b></b> 60 ● Ti piace disegnare?<p/><b></b> 61 ● Cosa ti infastidisce più al mondo?<p/><b></b> 62 ● Chi è il tuo regista preferito?<p/><b></b> 63 ● In vacanza dove e con chi?<p/><b></b> 64 ● Invidi qualcuno?<p/><b></b> 65 ● Hai mai fatto a botte?<p/><b></b> 66 ● Cosa ti piace fare nel tempo libero se rimani in casa?<p/><b></b> 67 ● E se esci?<p/><b></b> 68 ● Frase preferita?<p/><b></b> 69 ● Il tuo scrittore preferito?<p/><b></b> 70 ● Poseresti mai nuda/o per una rivista?<p/><b></b> 71 ● Hai mai odiato qualcuno?<p/><b></b> 72 ● Se potessi far scomparire qualcuno con uno schiocco delle dita chi faresti scomparire?<p/><b></b> 73 ● Il tuo sogno più grande?<p/><b></b> 74 ● Convivenza o matrimonio?<p/><b></b> 75 ● Gli uomini e le donne quanto sono diversi?<p/><b></b> 76 ● Ti piacciono gli animali?<p/><b></b> 77 ● Caccia, sei contro o a favore?<p/><b></b> 78 ● Il tuo sogno erotico più hard?<p/><b>79 ● Scuole e sanità : pubbliche o private?<p/><b>80 ● Che squadra di calcio tifi?<p/><b></b> 81 ● Cosa ti rifaresti dal chirurgo plastico?<p/><b></b> 82 ● Credi alla magia e al paranormale?<p/><b></b> 83 ● Credi alla pari opportunità tra i sessi?<p/><b></b> 84 ● Ti piaci?<p/><b>85 ● Da 1 a 10 quanto contano per te : soldi, amicizia, amore?<p/><b></b> 86 ● Che cellulare hai?<p/><b></b> 87 ● Da quanto tempo sei iscritto/a su Tumblr?<p/><b></b> 88 ● Come mai ti sei iscritto/a?<p/><b></b> 89 ● Cosa bisogna avere nella vita?<p/><b></b> 90 ● Cosa non bisogna avere nella vita?<p/><b></b> 91 ● Cosa non faresti neanche per 10 milioni di euro?<p/><b></b> 92 ● Cosa ne pensi di quelli che vanno a puttane?<p/><b></b> 93 ● Quelli che si drogano?<p/><b></b> 94 ● Come ti immagini fra 20 anni?<p/><b></b> 95 ● Hai mai pensato al suicidio?<p/><b></b> 96 ● C'è vita dopo la morte?<p/><b></b> 97 ● Come vorresti morire?<p/></p>98 ● Fai qualche sport?<p/></p><p/><b></b> 99 ● Maionese o Ketchup?<p/><b></b> 100 ● Emoji preferita?<p/><b></b> 🙈<p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p><p/></p>
🌼🌞 TEST 🍕🍟

1. Nome?
2. Come avresti voluto chiamarti?
3. Età?
4. Quanti anni ti danno gli altri?
5. Hai fratelli o sorelle?
6. Di che colore sono i tuoi occhi?
7. A che età il primo bacio?
8. Quanto tempo fa hai dato l'ultimo?
9. Credi nell'amore?
10. Dove preferisci essere baciato/a?
11. Relazione più lunga?
12. Sei innamorato/a?
13. Hai mai fatto l'amore?
14. Qual è l'età giusta per la prima volta?
15. Come immagini il/la tuo/a ragazzo/a ideale?
16. Se lei/lui ti tradisce lo perdoni?
17. Credi nel colpo di fulmine?
18. Parla della persona che ami.
19. Convivenza o matrimonio?
20. Cosa ti piace di te?
21. Cosa cambieresti?
22. Come credi che ti giudichino gli altri?
23. Com'eri da bambino/a?
24. Com'è il rapporto coi tuoi genitori?
25. Hai alcune fobie? Se sì, quali?
26. Parla delle tue più grandi insicurezze.
27. Dove ti piacerebbe vivere?
28. Cosa vuoi per il tuo compleanno?
29. Qual è la cosa più bella che ti è stata detta (o scritta)?
30. E la più brutta?
31. Hai mai ferito qualcuno? In che occasione?
32. Ti sei mai sentito inutile?
33. Hai rimpianti o rimorsi?
34. Migliore amico/a?
35. Usa 5 aggettivi per descriverti.
36. Che lavoro vorresti fare in futuro?
37. Come ti immagini tra 15 anni?
38. Racconta dell'ultima volta che sei stato felice. Dov'eri, con chi eri, perchè lo eri?
39. Una canzone che rispecchia il tuo stato d'animo attuale.
40. Citazione preferita?
41. Hai mai pensato al suicidio?
42. Come vorresti morire?”
43. Cosa credi ci sia dopo la morte?
44. Qual è il miglior libro che tu abbia mai letto o film visto?
45. L’ultima foto che hai scattato cosa ritraeva ?
46. Alcolico preferito? Ti sei mai ubriacato?
47. Racconta una tua esperienza imbarazzante.
48. Cosa pensi di quelli che vanno a prostitute?
49. E di quelli che si drogano pesantemente?
50. Sei favorevole all'aborto?
51. E ai matrimoni gay?
52. Se tuo figlio/a fosse gay come reagiresti?
53. Cosa ti rifaresti dal chirurgo plastico?
54. Credi negli alieni, nei fantasmi o nella magia?
55. Che cellulare hai?
56. Sei Vodafone, Tim, Wind o 3?
57. Cosa faresti se vincessi alla lotteria?
58. Come ti vesti di solito?
59. Ti piace fare shopping?
60. Cosa non ti compreresti mai?
61. Ultime scarpe indossate?
62. Cosa ti piace fare nel tempo libero se rimani a casa?
63. E se esci?
64. Nutella o pizza?
65. Hai animali?
66. Preferisci i cani o i gatti?
67. In che animale vorresti reincarnarti?
68. Piatto preferito?
69. Uno che ti disgusta?
70. Sport preferito?
71. Fumi?
72. Come hai trascorso le vacanze estive?
73. Programma tv preferito?
74. La parolaccia che dici più spesso?
75. Hai piercing o tatuaggi?
76. Hai mai stalkerizzato qualcuno su un social network?
77. Se dovessi recarti su un'isola deserta chi porteresti con te?
78. Qual è la tua lingua preferita?
79. L’ultima bugia che hai detto?
80. Meglio un messaggio o una telefonata?
81. Bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno?
82. Sei un tipo ansioso?
83. Sei alto/a o basso/a?
84. Porti gli occhiali?
85. “Chi si accontenta gode”: sei d'accordo?
86. Posizione preferita mentre dormi?
87. Sei mai stato/a a una fiera del fumetto?
88. Ti piace più cantare o ballare?
89. Da piccolo/a credevi saresti diventato/a così?
90. L'ultima persona con cui hai parlato su Whatsapp?
91. Chi c'è sul tuo sfondo del telefono?
92. Hai un modello o un idolo a cui ti ispiri?
93. Da quanto sei iscritto a Tumblr?
94. Che significato ha il tuo URL? Perchè l'hai scelto?
95. Quanti lettori hai?
96. Hai amici qui su Tumblr? Se sì, chi?
97. C'è qualcuno con cui vorresti stringere amicizia qui?
98. Ti hanno mai insultato su questo social?
99. Fatti una foto e postala.
100: Scrivi qualcosa:

anonymous asked:

Ciao Lavi, oggi mi sono riconnessa a tumblr dopo una settimana di assenza (causa esami) e il primo post che mi è apparso in bacheca era un "mentre non c'eri" del tuo post sull'anniversario della legge Cirinnà e lo schifo che fece il m5s. A quando un masterpost su tutte le fuck-ups dei grillini? Ne ho bisogno quanto il pane.

hahahaha mioddio che bel ritorno #sorry BEH OK WHY NOT PREPARIAMOCI E RIDIAMO non credo saranno in ordine perché chi se lo ricorda ma beccatevi il greatest hits

  • subito dopo le elezioni 2013, elettrice grillina fa una petizione per fare la coalizione con bersani. 160k di firme, non se la incula nessuno.
  • il 20 aprile 2013 c’è l’espulsione di mastrangeli PERCHE’ ANDAVA IN TV (RICORDIAMOCI CHE NON SI ANDAVA IN TIVVU ALL’EPOCAAAAAH). dal canto suo, mastrangeli se ne esce ad un giorno da pecora che l’espulsione era «un atto da Corea del Nord» e ha detto che vito crimi era «peggio di Kim Jong-un». (le fonti le trovate su wiki se non mi credete)
  • non molto dopo la signora adele gambora viene buttata fuori perché critica la strategia comunicativa di grillo, tanto perché è una democrazia, seguita per solidarietà da altri due.
  • direttamente da wiki, DOPO: ‘l 26 febbraio 2014 dopo una votazione favorevole via web sono stati espulsi i senatori Luis Alberto Orellana, Francesco Campanella, Fabrizio Bocchino e Lorenzo Battista, dopo che il giorno prima l'assemblea dei parlamentari del Movimento aveva dato parere favorevole all'espulsione. La votazione era stata indetta, secondo Grillo, perché “svariate segnalazioni dal territorio di ragazzi, di attivisti, che ci dicevano che i 4 senatori Battista, Bocchino, Campanella e Orellana si vedevano poco e male”. Orellana sarebbe stato sfiduciato dal meet-up di Pavia con un comunicato, mentre Bocchino e Campanella da quello di Palermo, anche se entrambi gli avvisi furono scritti da una minoranza che non consultò nessuno (il secondo fu addirittura smentito da una successiva comunicazione firmata dalla maggioranza). Inoltre, secondo una statistica di Openpolis la presenza media dei quattro espulsi è dell'88,15%. Opinione diffusa, anche tra i diretti interessati, fu che la reale causa delle espulsioni era l'aver criticato Grillo per l'atteggiamento avuto con Matteo Renzi durante le consultazioni.’ INSOMMA BUTTIAMO FUORI LAGGENTE VIA INTERNET. (scusate ma per il capitolo espulsioni avremo molta, molta roba.)
  • un altro signore di nome massimo artini viene espulso per aver contestato grillo re i risultati delle regionali. 
  • la signora serenella fuksia è anche stata espulsa, apparentemente per non aver dato parte dello stipendio indietro o cazzi, ma la signora fuksia è anche entrata nella storia per aver detto che ‘la boldrini si faceva bella col curriculum’ e che non si fidava di averla come presidente della camera perché il suo curriculum era TROPPO BELLO. ok.
  • detto ciò quando la signora di cui sopra era andata a un giorno da pecora (L’AVEVO SENTITA QUELLA TRASMISSIONE) quando le fu chiesto ‘ma se vincete le elezioni chi candidate come premier’ lei se ne uscì vediamo chi vuole farlo e votiamo tra noi e se non ci decidiamo andiamo da Napolitano con tutti i disponibili e decide lui. della serie, qualcuno non sa come cazzo funziona il sistema.
  • tra l’altro un’altra senatrice grillina intervistata dalla suddetta trasmissione il giorno dopo le votazioni, quando le hanno chiesto quanti erano i senatori, se ne uscì con ‘circa seicento’. dovete prendermi sulla memoria ma giuro che non me lo sono inventato.
  • non riesco a trovà la source ma un altro di sti geni aveva detto che non sapeva dove stava montecitorio il giorno dopo l’elezione e l’avrebbe cercato su google maps. peggio mi sento.

momento lol di pausa tra le cose serie:

  • puntata 1: il grano saraceno rovina il made in italy.
  • puntata due: lo sbarco sulla luna era falso.
  • puntata tre, citazione diretta: Scie chimiche in Europa (Marco Zullo, europarlamentare M5s - 24 settembre 2014):
    “Porterò il caso delle scie chimiche in Parlamento europeo: all’attenzione della commissione agricoltura, di cui fa parte, nonché di approfondire la questione per presentare un’eventuale interrogazione parlamentare”.
  • puntata quattro, altra citazione diretta: Monia Benini, addetta stampa grillina al Parlamento europeo, ha spiegato senza battere ciglio che “Goldman Sachs e Jp Morgan finanziano i matrimoni gay. Per chi vuole ottenere una massiccia riduzione della popolazione, ovvero governi e banche potenti, anche le leggi sull’omosessualità hanno un peso enorme”.
  • puntata cinque, citazioni del signor Paolo Bernini: “In America hanno già iniziato a mettere i microchip all’interno del corpo umano, per registrare, per mettere i soldi, e quindi è un controllo di tutta la popolazione”. + “La versione ufficiale dell’11 settembre è stata smentita da tutti i punti di vista, è palesemente falsa e ormai il mondo se n’è accorto. Detto all’americana: ‘it was an inside job’. Tradotto: fu un lavoro interno”.
  • puntata sei: Davide Bono, consigliere della Regione Piemonte per il Movimento 5 Stelle. Renzi in quelle ore è a Baghdad - 21 agosto 2014: “Ma non è un po’ una coincidenza che il video della decapitazione del giornalista americano sia uscito proprio oggi???”. (Poi aggiunge: “Potrebbe essere un falso Usa per giustificare i bombardamenti all'opinione pubblica”).
  • puntata sette: Beppe Grillo, sul blog - 3 agosto 2014:
    “Ci sono due segreti di Stato, due nuovi segreti di Fatima che al confronto Ustica e Piazza Fontana sbiadiscono. Il primo sono le conversazioni tra Mancino e il signor Napolitano avvenute nell'ambito dell'inchiesta sulla trattativa Stato-mafia. Il secondo è il patto del Nazareno. Segreti con i timbri della P2 e della mafia. Napolitano-Renzie-Berlusconi: meglio Pinochet di questi sepolcri iimbiancati e bimbominkia assortiti”.

ok, torniamo alle robe di politica e poi riprendiamo l’angolo cazzate:

  • il sindaco di parma viene buttato fuori per aver ricevuto un avviso di garanzia senza avvertire il movimento eccetera e al momento non sta con nessun partito.
  • tutto ok, w l’onestah, peccato che viene assolto ma non reintegrato.
  • NEL FRATTEMPO, virginia raggi ha ben TRE capi d’accusa addosso, il suo ex braccio destro era uno che stava in giunta con alemanno ed era indagato e così via, ma lei non si tocca. però hanno fatto campagna per fare dimettere marino per due scontrini (da cui è stato scagionato oltretutto) e sta scema pur sapendo di vincere ci ha messo tre mesi a scegliersi la giunta da cui si sono dimesse persone su persone perché con questi non ci si poteva lavorare. more su virgy nel prossimo angolo cazzate.
  • sono ovviamente antivaccinisti. beccatevi TUTTE LE VOLTE CHE HANNO DETTO CAZZATE IN MERITO.
  • hanno anche fatto una proposta di legge anti-vaccini il 12/2/2014 in cui si legge testualmente: Recenti studi hanno però messo in luce collegamenti tra le vaccinazioni e alcune malattie specifiche quali la leucemia, intossicazioni, infiammazioni, immunodepressioni, mutazioni genetiche trasmissibili, malattie tumorali, autismo e allergie. Il rifiuto del personale civile o militare alla vaccinazione non può essere causa escludente dal lavoro (ad eccezione di alcune categorie professionali che nella presente proposta di legge elenchiamo) o, come nel caso dei militari, può configurarsi come reato. Nella fattispecie i militari, una volta arruolati, ricevono una notevole dose di vaccini che si somma a quella già ricevuta durante l’infanzia. Secondo i proponenti, a fronte di una norma costituzionale che chiaramente proibisce trattamenti sanitari obbligatori, suscita perplessità e sconcerto il fatto che per un militare si possa prefigurare il carcere semplicemente per aver rifiutato un trattamento sanitario che egli ritiene pericoloso per la propria salute.
  • altra perla da quella proposta di legge: ‘Il Senato della Repubblica ha istituito in diverse legislature la Commissione di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato all’estero, nei poligoni di tiro e nei siti in cui vengono stoccati munizionamenti, in relazione all’esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno, con particolare attenzione agli effetti dell’utilizzo dei proiettili all’uranio impoverito e della dispersione nell’ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dall’esplosione di materiale bellico e a eventuali interazioni. Proprio nei lavori di questa Commissione si è messa in evidenza una probabile responsabilità dei vaccini (somministrazione eccessiva in un breve arco temporale, controindicazioni evidenti, insorgere di infermità non previste e altro) che potrebbe aver indebolito il sistema immunitario dei cittadini in uniforme.’ credo non ci sia bisogno di aggiungere altro.

ok, continuiamo con l’angolo cazzate parte due:

  • puntata otto: Claudio Cominardi, onorevole M5s, in un intervento alla Camera - 31 maggio 2014: “Il mandante della bomba di Piazza della Loggia è lo Stato italiano. Una strage di Stato. C'era di tutto. I servizi segreti deviati, la politica, la Cia, e come dice Imposimato, anche il gruppo Bilderberg. Dietro alla strategia della tensione e alle stragi c'è anche il gruppo Bilderberg!”.
  • puntata nove:  Tiziana Ciprini, deputata del Movimento 5 Stelle, sulla nuova norma che apre all'introduzione del cognome materno - 16 luglio 2014: “Nel caos più totale, nell'inconsapevolezza e nell'ignoranza di quasi tutta l'aula circa il testo che si stava votando (…) è andato in scena il tentativo di annacquare la cultura patriarcale, per sostituirla con un nuovo paradigma non meglio specificato. (…) La strategia comunitaria (…) mescola, confonde e porta avanti questioni legittime e questioni più discutibili, quali il promuovere il cambiamento dei ruoli maschili e femminili. (…) Si intravede un tentativo per indebolire il legame (già precario) del nascituro con la linea maschile e paterna. (…) Il cognome del padre spesso tramandava ai figli il mestiere dei padri, il saper fare, come preziosa eredità di appartenenza a un ruolo sociale. Ho il fondato sospetto che l’Ue stia sfruttando da anni la propaganda di genere non già per elevare la condizione della donna, ma per abbassare quella dell’uomo comune, per demolire la cultura patriarcale, oramai diventata scomoda e pericolosa per il sistema che si vuole implementare, funzionale al NWO (Nuovo Ordine Mondiale, ndr) ovviamente. Si vuole colpire il patrimonio androtecnico (…) facendo sì che intere generazioni di uomini crescano senza più riferimenti dell’universo maschile. E venne l’epoca dei bamboccioni e il modello dell’indifferenziato. Questo perché il vertice della piramide del potere è stretto e c’è posto solo per una ristretta élite maschile, quindi meglio depotenziare tutti gli altri, rendendoli subalterni”.
  • puntata dieci, Beppe Grillo dopo le europee, sul blog pubblica i post di “Informare x Resistere”, “La Rete non perdona” ed “E-iglesias”. Ovviamente, di prove, nemmeno l'ombra - 2 giugno 2014:
    (…) Con l’ausilio dei moderni mass media, oggi il “divide et impera” viene realizzato in modo assai efficace e mirato, in numerose modalità, sia dirette che indirette. Tra quelle indirette vi è un metodo di cui poco si parla, ma che riflettendoci potrebbe essere tra le principali cause di divisione tra cittadini. Si tratta del broglio elettorale. (…) Con la chiusura degli spogli e la percentuale fantomatica del 41% al PD il sospetto di brogli è ragionevole. In una giornata come quella di ieri dove l’affluenza alle urne è stata circa del 60% e tenendo conto che gli elettori 5 Stelle per loro peculiarità vanno a votare, la perdita di 3 milioni di elettori è statisticamente molto improbabile. (…) Lo stesso entourage del PD ha ammesso l’inaspettato ed iperbolico risultato ottenuto, che mai si sarebbero immaginati. (…) La sinistra europea secondo gli ultimi risultati è stata quasi azzerata in queste elezioni. In controcorrente rispetto al quadro politico europeo ci sarebbe invece l’Italia, mosca bianca che secondo quanto risulta al voto darebbe un 41% al PD guidato da uno yes-man ai piedi della Merkel e dell’Europa. Francamente si deve compiere uno stupro alla logica per credere a questo. (…)
  • in merito alle europee, per capire quanti brogli c’erano stati hanno APERTO UN CAZZO DI SONDAGGIO ONLINE DI NOME RICONTIAMOCI DOVE SE AVEVI VOTATO IL M5S DOVEVI METTERE IL TUO NOME in barba al voto segreto eccetera.
  • I FRIGORIFERI ABBANDONATI PER STRADA A ROMA ERANO UN GOMBLODDO secondo la raggi, peccato che era perché non era stato rinnovato il contratto ama con la ditta che ritirava i rifiuti pesanti cosa che doveva fà il comune. ma ok.
  • puntata undici: Marco Valli, laureato in Economia Aziendale ed appena eletto al Parlamento Europeo tra le fila del Movimento 5 Stelle - 4 agosto 2011: “Come cancellare il debito pubblico e non pagare più tasse. Semplice… Ci hanno prestato carta senza alcuna riserva… Fondiamo una banca dello stato e cambiamo tutti gli EURO degli Italiani in LIRE nuove di proprietà dello stato Italiano… Gli euro che raccoglieremo saremo ben felici di restituirli alla banca d'Italia alla centrale europea e a quei figli di… del fondo monetario… sanando il nostro debito pubblico (…)”.

torniamo alle cose serie.

  • immagino che tutti sapremo la storia della legge cirinnà, ma se volete il riassunto: grillo & co dicono che la votano così com’è, poi grillo dice che serve la libertà di coscienza (lol che paraculo), improvvisamente i m5s non la votano più per supposta scorrettezza di procedura quando la scorrettezza in questione s’è sempre usata e sinceramente è ridicolo che su una cosa del genere vogliano approvare la cosa emendamento per emendamento quando sanno benissimo che se passano per le mani della lega sta legge diventa unammerda. al che renzi può allearsi con alfano e farla passa coi voti loro o passa emendamento per emendamento. alfano accetta solo levando la stepchild adoption. ovviamente renzi preferisce leva quella che rischiare di INVALIDARE TUTTE LE ALTRE GIA’ APPROVATE CASO PER CASO quindi passa senza la stepchild. il signor senatore airola riesce anche ad accusare il pd urlando vaffanculo in aula, dimostrando di avere una faccia tosta non da poco, protestando che sta legge che era passata faceva schifo. ma va. prenditela coi colleghi tuoi.
  • ovviamente spero ci ricordiamo tutti che alle politiche del 2013 (quelle del primo sondaggio) il m5s gridò all’inciucio quando si fece il governo letta, peccato che bersani provò a trattare con loro per fare una coalizione breve per le riforme base che durasse mezzo anno e loro gli dissero picche in streaming con tanto di umiliazione extra. così poi vanno all’opposizione e possono lamentarsi dell’inciucio.
  • ah, e oggi non hanno votato la legge elettorale che dicevano di voler votare, il che ci lascia alla legge dove governi col 40% dei voti, che nessuno in italia avrà mai probabilmente manco con le coalizioni. ma daje proprio.
  • il giorno del voto europeo l'onorevole 5 Stelle Vega Colonnese pubblica su Facebook questo messaggio. Poi lo farà sparire… - 25 maggio 2014):
    “Attenzione. Secondo dei sondaggi in mano al Viminale il Movimento 5 Stelle sarebbe parecchio avanti. L'ordine impartito ai presidenti di seggio è quello di ANNULLARE più schede possibile”. OKAY BRO.

angolo cazzate tre che poi c’è quello sindaci e ce divertiamo:

  • puntata dodici: Paolo Bernini, deputato M5s, in un intervento alla Camera - 14 novembre 2013: “La giustificazione di Bush per invadere l'Afghanistan fu la guerra al terrorismo, con lo scopo di distruggere Al Qaeda e catturare ed uccidere Osama Bin Laden. Ma Al Qaeda continua a mietere vittime, e Bin Laden… beh… dovrebbe… essere morto due anni fa” (sorride e gesticola con le mani, come a dire, “figuriamoci se è morto”, ndr). (PS: l’articolo da cui sto c/p sta cosa ve lo linko alla fine)
  • puntata tredici: Sara Paglini, senatrice M5s, su Facebook – 14 novembre 2013): “Non giustifichiamo tutto, altrimenti mi verrebbe da pensare che un giorno si potrebbe anche dire che le stragi naziste, i morti in Siberia, i regimi violenti come quello di Pino Chet… furono voluti da vittime di un sistema politico deviato e di un’infanzia sfortunata e infelice”.
  • puntata 13.1: luigi di maio pensa che pinochet fosse il dittatore del venezuela.
  • sempre carlo sibilia, puntata 14, 22 maggio 2013 alla camera: "Ebbene, signor Letta, mi spiega oggi qual è il nesso tra banche e stati? Se la Banca centrale europea è di fatto di proprietà delle banche centrali nazionali – e diremmo benissimo!, se le banche centrali nazionali fossero di proprietà dei cittadini, dello stato. (…) E se la moneta è dei cittadini, degli stati, allora perché ce la prestano? Caro Letta, ha mai sentito parlare di Signoraggio Bancario? Ne avete mai parlato alle riunioni del Club Bilderberg?“.
  • puntata 15, le matite elettorali: Matteo Dall'Osso, su facebook - 24 febbraio 2013: "PRIMA DEL VOTO BAGNATEVI LA MANO CON LA SALIVA, UMETTATE LA MATITA E POI VOTATE. Solo così il vostro voto sarà indelebile”. “HO AVUTO CONFERMA: la matita copiativa in dotazione alle urne elettorali è COPLETAMENTE cancellabile (provato su carta semplice) a meno che non sia umettata, si sbiadisce leggermente, ma rimane. Ora mi chiedo: sulla carta elettorale si comporterà allo stesso modo??? M5S e… Vinciamo noooi!”.
  • ovviamente per la puntata 15.1, ricordiamoci di piero pelù e della matita cancellabile.
  • puntata 16, roberta lombardi e il fascismo: sul proprio blog - 21 gennaio 2014: “Il fascismo, prima che degenerasse, aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia”.
  • a questo punto è il momento di ricordare che A BEPPE GRILLO NON FA SCHIFO CASA POUND.
  • puntata 17:  Bartolomeo Pepe, pochi mesi prima di entrare in Parlamento con il Movimento 5 Stelle, su facebook - 28 settembre 2012: “Ecco giovincello rampante Renzi, che vinse 48 milioni di lire alla Ruota della Fortuna alla sola età di 19 anni, ma ditemi quante probabilità ci sono che uno superi le selezioni per partecipare e diventi campione per diverse settimane, ad una trasmissione di una rete televisiva di un suo prossimo avversario politico? Sveglia Gente vi stanno pigliando per il culo!!! Almeno siatene consapevoli…” evabbe. mike bongiorno si rivolta nella tomba.

ari-cose serie. SINDACI E VARIE!

a questo punto voi penserete, MA DI BATTISTA NDOSTA TE LO SEI SCORDATO?

ovvio che no. e infatti gli lascio la chiusura (scusate probabilmente mi so scordata qualcosa e probabilmente di maio si meritava molto più spazio ma sto post è già troppo lungo posso farne una parte 2 in futuro). 

primo: di battista non sa che i vaccini sono gratuiti. e riesce a farse corregge dalla lorenzin che voglio dì, fosse na cima pure lei.

secondo: di battista c’ha brutti rapporti coi congiuntivi.

se poi volete altri momenti trash, il signor sibilia riesce a fa na figura dimmerda quando l’avversario è SALVINI:

e per completare, greatest hits completo insieme al tizio che non sapeva ndostava il senato al minuto 3, ma pure il resto merita:

PREGO. auguri.

anonymous asked:

Non so cosa sia il CRISPR, nonostante l'abbia gùgolato, ma perché sei contrario al biologico e, anche se moderatamente, al km 0? E come mai favorevole agli OGM? Grazie

  • CRISPR: tecnica di biologia molecolare (CRISPR-Cas9 generalmente, ma come mi diceva @spaam tempo fa ci sono anche varianti) alla quale io fare un monumento: permette di andare a modificare il genoma di una cellula (di un organismo) in maniera puntuale. Non devi più inserire il gene che ti faccia un dato compito (come ad esempio produrre vitamina A nel riso e fare così un prodotto OGM chiamato golden rice), o fare mutazioni a caso con radiazioni (come si è prodotto il grano attuale) ma ti basta andare a sforbiciare nel punto esatto e nel modo esatto che vuoi tu, cambiando esattamente quello che vuoi tu per avere il risultato che vuoi tu (ad esempio sarebbe possibile cambiare il gene dell’emoglobina mutata e fare sì che non esista più l’anemia falciforme). Un futuro nuovo ci attende, se i politici non avranno paura e non decideranno che “Oddio l’eugenetica! Oddio l’ordine prestabilito!”
  • il biologico è una truffa. Non esiste alcuna legge che imponga livelli diversi di pesticidi sul prodotto del supermercato: ci sono gli stessi livelli massimi consentiti sia per il biologico sia per il normale. Inoltre l’agricoltura biologica ha resa minore (perché può usare meno prodotti in aiuto alla coltivazione - attenzione: non zero, ma solo alcuni selezionati), quindi a parità di quantità venduta abbiamo più terre coltivate, ovvero più spazio necessario, ovvero più disboscamento e deforestazione e più riduzione della biodiversità. I prodotti di agricoltura biologica sono sostanzialmente identici, dal punto di vista nutrizionale, a quelli classici e, anche se ci fosse un maggior contenuto di X, sarebbe ancora da dimostrare che questo si traduce in un effetto benefico sulla salute. L’allevamento biologico poi non dà alcun vantaggio all’essere umano (il prodotto, come sopra, è identico) però può dare vantaggio all’animale, che non soffre per l’allevamento intensivo. Salvo poi scoprire che nell’enfasi del biologico non curano gli animali se ammalati ma gli danno pillole omeopatiche.
  • il km 0 danneggia le economie intra e extranazionali. Non avremmo banane in Italia o arance in Lombardia se esistesse solo il km 0, non esisterebbe l’esportazione di prodotti alimentari abbattendo così una grossa fetta economica. Ma sono contro il km 0 moderatamente perché non è la mia materia e magari qualcuno può ancora convincermi che sbaglio.
  • OGM tutta la vita. OGM come se non ci fosse un domani. OGM a me, a te e a tutti quanti noi! In un mondo ideale non ci si preoccuperebbe mai di come è prodotta una cosa*, ma solo se quella cosa può essere utile o dannosa. Eppure non ci interessa se il golden rice può salvare la vista a migliaia di persone in ipovitaminosi A ed è totalmente innocuo tanto quanto un chicco di riso qualsiasi, siccome è prodotto incrociando i suoi geni con altri geni specifici e piazzati in maniera precisa e senza errori allora “Oddio il mostro! Oddio Frankenstein! Non si può giocare a fare Dio!” La verità è che l’uomo modifica quello che ha intorno da quando è nato e siccome solo pochi capiscono qualcosa di biologia molecolare allora quelli che non capiscono tirano su una nuova caccia alle streghe, dove spero non finisca mai CRISPR.

    * ovviamente ci si preoccupa dei processi produttivi in modo che non siano inquinanti o dannosi, ma è tutto un altro discorso (e la biologia molecolare, tendenzialmente, non è qualcosa che libera fumi tossici nell’atmosfera o veleni nei fiumi)

EDIT: CRISPR non è una tecnica ma una specifica regione di DNA, ed è usata, insieme a enzimi (ad esempio Cas9), dando la possibilità di editare il DNA in maniera precisa

da ventisei anni il livello del mare si sta innalzando tre volte più velocemente - la causa è il riscaldamento globale, la stessa che trump definisce una cinesata, la medesima a venire trattata senza rilevanti conclusioni alle conferenze dell’onu. per quanto abbia condotto (attualmente con qualche incertezza) una dieta vegetariana per quasi cinque anni e provato nel mio piccolo a fare il possibile, non riesco a fare a meno di ritenere lo stile di vita etico / vegano ecc. poco più di un palliativo in relazione al tempo concesso; di questo passo, infatti, entro circa quarant’anni l’artico potrebbe sciogliersi del tutto causando un punto di non ritorno per come intendiamo clima, biodiversità e ogni altro aspetto della vita sulla terra. da qualche anno abbiamo iniziato a consumare quelle risorse che sarebbero spettate alla prossima generazione (il cosiddetto earth overshoot day) e, secondo certi scienziati, stiamo abbandonando l’olocene per entrare in una nuova era geologica denominata antropocene; tra le motivazioni primarie, quella che emittiamo più anidride carbonica di quanto il pianeta sia in grado di assorbirne, e che consumiamo più cibo di quanto terre e acque siano in grado di rigenerare. a tal proposito mi dico: l’uomo è in via di estinzione e finge di non saperlo; si ritiene invulnerabile da questi meccanismi, superiore a ogni flora e fauna e indifferente ai danni che provoca; il singolo, tutt’al più, scarica ogni sua responsabilità ai politici che non sono in grado di prendere provvedimenti ragionevoli e continua ad agire con nonchalance secondo le proprie abitudini

anche ipotizzando il migliore degli scenari possibili, però, e anche supponendo una repentina quanto improbabile presa di posizione di ogni essere umano vivente circa le questioni ambientali con conseguente stile di vita adeguato e sostenibile (dall’astensione della carne degli allevamenti intensivi, per arrivare a una maggiore pratica del riciclaggio, al rifiuto di ogni spreco e infine ad ogni altra faccenda inerente) tutto questo potrebbe non risultare sufficiente. sono anni che, magari smosso da un mio sconforto generale nella percezione del mondo, mi dico che allo stesso modo di come sia più semplice vivere in un monolocale di 40 metri quadri in due persone piuttosto che in dieci, molte delle problematiche ambientali (ma anche sociali) sarebbero più gestibili se nella terra esistessero meno esseri umani. da qui: come formulare un pensiero decente senza farmi passare per uno sprezzante misantropo, un aspirante genocida o un fervido simpatizzante per la politica cinese del primo figlio (leggasi come imposizione)? risposta: diminuendo il numero di nascite, non mantenendo il ricambio generazionale, facendo sì che la popolazione diminuisca. come?

educazione sessuale, pianificazione familiare e utilizzo dei contraccettivi; poi, abbattere il maschilismo. ogni essere umano immetterà nella sua vita più o meno 1000-1200 tonnellate di anidride carbonica; cosa vuol dire questo? ogni persona ha una sua impronta ecologica, certi consumi da mantenere. dati e previsioni sostengono fino a dodici miliardi di persone entro la fine del secolo; da un lato i paesi occidentali consumano troppo, dall’altro sono numerosi quelli che invece consumano troppo poco. l’impronta ecologica di paesi, popolazioni in via di sviluppo è estremamente bassa, ma lo stile di vita che conducono non è eticamente accettabile come da noi inteso; ipotizzando uno scenario in cui ogni paese avrebbe l’impronta ecologica di un paese occidentale moderato (senza riferirsi a casi estremi come quello degli stati uniti), il mondo per come lo intendiamo finirebbe nel giro di poco. il discorso è che da un lato si parla di volere fare raggiungere a tutti uno stile di vita dignitoso, ma dall’altro con gli attuali numeri demografici si andrebbe incontro a un livello di insostenibilità tale che i danni sarebbero incalcolabili - e immediati. cosa c’entrano l’educazione sessuale e tutto il resto? c’entrano perché in molti paesi occidentali il 40% delle nascite è indesiderata e solo il 40% di queste si conclude con un aborto

questo è causato, appunto, dalla mancanza di una corretta pianificazione familiare, dalla scarsa educazione sessuale, dall’ostruzionismo verso l’uso dei contraccettivi e, last but not least, dalla pressione culturale verso le donne che le dipinge come madri, come se ciò fosse una tappa obbligatoria della loro esistenza. l’altro 60% di gravidanze indesiderate si conclude con la nascita, quindi con nuovi esseri umani che richiedono cibo, acqua, beni primari e, specialmente nel panorama odierno, beni secondari, andando dunque ad incidere negativamente sulla disponibilità di risorse rinnovabili e in secondo luogo al surriscaldamento globale. in un’ottica in cui la donna riesca ad acquisire piena indipendenza anche tra le popolazioni africane o in qualche misura “arretrate” (concedetemi il termine), queste subirebbero un netto stravolgimento, perché non esiste una base logica secondo cui la donna dovrebbe accettare che un uomo “ami” contemporaneamente più donne (c’è da fare distinzione con poligamie e poliamoristi). il pianeta non è in grado di sostenere la crescita esponenziale dell’uomo; essere in meno significherebbe avere più suolo, più risorse, meno pressione per la salvaguardia delle varie biodiversità (breve parentesi: secondo i calcoli, ogni giorno scompaiono circa cinquanta specie dal regno animale e vegetale - ritmo prima sconosciuto), ma anche minore disoccupazione e disuguaglianze sociali. forse un punto di inizio potrebbe dunque essere cominciare a percepire il progresso non nell’aumento demografico quanto più nella sua decrescita; un traguardo potrebbe essere rendere illegali gli allevamenti intensivi, considerati tra le cause primarie dell’inquinamento globale (ricordandosi sempre che neppure allevamenti estensivi e stile di vita etico e veg* potrebbero risultare del tutto sufficienti)

per quanto risulti favorevole alla sensibilizzazione sulle tematiche ambientali, bisogna ammettere che non è un argomento in grado di coinvolgere le masse. quale migliore veicolo del sesso per trasmettere un messaggio simile? parlarne in relazione al pianeta (contraccettivi -> meno persone -> maggiore facilità nella gestione dei problemi. non muore nessuno, oggi come neppure nel futuro di terre sommerse dall’alzamento delle acqua che potrebbe facilmente aspettarci), qualora l’argomento venisse posto nelle corrette condizioni comunicative e retoriche, potrebbe avere molto più seguito dei movimenti etici, ambientalisti e vegani che sì supporto con piacere, ma che mi rendo conto non siano sufficienti anche perché sovente circoscritti a un panorama perlopiù borghese (non tanto per la disponibilità economica nell’acquisto dei suoi prodotti, quanto più per la mentalità: se al muratore dai il tofu ti ride in faccia). questo non vuole essere un suggerimento a nessuna donna di non diventare madre, ma di riflettere anzitutto sulle proprie esigenze individuali paragonate all’ambiente in cui attualmente viviamo, e poi sulla stabilità economica e la possibilità di porre ogni favorevole condizione culturale, sociale e affettiva perché l’eventuale figlio possa crescere nel migliore dei modi possibili. l’emancipazione femminile farà il resto da sé

evitare le nascite perché “va fatto”, per status symbol potrebbe essere un inizio; sono affronti imperdonabili per l’ecosistema quanto per la prole stessa - e non solo per le condizioni poc’anzi citate, ma anche perché potrebbe benissimo, lui o chi a venire, non avere quel bene primario quale anche un’aria abbastanza pulita per potere respirare decentemente. propongo di insistere un attimo meno verso il proprio egocentrismo (inteso anche come: uomo che si pone al centro della catena alimentare, del pianeta, di tutto) e ricordarsi che con il corrente stile di vita e mentalità maschilista danneggiamo un futuro abbastanza prossimo che potrebbe riguardarci in prima persona. non è qualcosa di infattibile tanto quanto una presa collettiva di posizionamento etico: si parla di sesso, riguarda tutti (le riflessioni sono mie, certe conclusioni trovate su internet e riportate similmente)

Manifesto del Dadaismo , Tristan Tzara,1918 “Per lanciare un manifesto bisogna volere: A, B, C, scagliare invettive contro 1, 2, 3, eccitarsi e aguzzare le ali per conquistare e diffonder grandi e piccole a, b, c, firmare, gridare, bestemmiare, imprimere alla propria prosa l'accento dell'ovvietà assoluta, irrifiutabile, dimostrare il proprio non-plus-ultra e sostenere che la novità somiglia alla vita tanto quanto l'ultima apparizione di una cocotte dimostri l'essenza di Dio.

Scrivo un manifesto e non voglio niente, eppure certe cose le dico, e sono per principio contro i manifesti, come del resto sono contro i principi (misurini per il valore morale di qualunque frase). Scrivo questo manifesto per provare che si possono fare contemporaneamente azioni contradittorie, in un unico refrigerante respiro; sono contro l'azione, per la contraddizione continua e anche per l'affermazione, non sono nè favorevole nè contrario e non dò spiegazioni perchè detesto il buon senso.

DADA non significa nulla.

Se lo si giustifica futile e non si vuol perdere tempo per una parola che non significa nulla. Il primo pensiero che ronza in questi cervelli è di ordine batteriologico: trovare l'origine etimologica, storica, o per lo meno psicologica. Si viene a sapere dai giornali che i negri Kru chiamano la coda di una vacca sacra DADA. Il cubo e la madre di non so quale regione italiana: DADA. Il cavallo a dondolo, la balia, doppia conferma russa e romena: DADA . Alcuni giornalisti eruditi ci vedono un arte per i neonati, per latri santoni, versione attuale di Gesùcheparlaaifanciulli, è il ritorno ad un primitivismo arido e chiassoso, chiassoso e monotono. Non si può costruire tutta la sensibilità su una parola, ogni costruzione converge nella perfezione che annoia, idea stagnante di una palude dorata, prodotto umano relativo.

L'opera d'arte non deve rappresentare la bellezza che è morta. Un'opera d'arte non è mai bella per decreto legge, obiettivamente, all'unanimità. La critica è inutile, non può esistere che soggettivamente, ciascuno la sua, e senza alcun carattere di universalità. Si crede forse di aver trovato una base psichica comune a tutta l'umanità? Come si può far ordine nel caos di questa informa entità infinitamente variabile: l'uomo? Parlo sempre di me perchè non voglio convincere nessuno, non ho il diritto di trascinare gli altri nella mia corrente, non costringo nessuno a seguirmi e ciascuno si fa l'arte che gli pare.

Così nacque DADA da un bisogno d'indipendenza. Quelli che dipendono da noi restano liberi. Noi non ci basiamo su nessuna teoria. Ne abbiamo abbastanza delle accademie cubiste e futuriste: laboratori di idee formali: Forse che l'arte si fa per soldi e per lisciare il pelo dei nostri cari borghesi? Le rime hanno il suono delle monete. Il ritmo segue e il ritmo della pancia vista di profilo.

Tutti i gruppi di artisti sono finiti in banca, cavalcando differenti comete. Una porta aperta ha la possibilità di crogiolarsi nel caldo dei cuscini e nel cibo. Il pittore nuovo crea un mondo i cui elementi sono i suoi stessi mezzi, un'opera sobria e precisa, senza oggetto. L'artista nuovo si ribella: non dipinge più (riproduzione simbolica e illusionistica) ma crea direttamente con la pietra, il legno, il ferro, lo stagno, macigni, organismi, locomotive che si possono voltare da tutte le parti, secondo il vento limpido della sensazione del momento.

Qualunque opera pittorica o plastica è inutile; che almeno sia un mostro capace di spaventare gli spiriti servili, e non la decorazione sdolcinata dei refettori degli animali travestiti da uomini, illustrazioni della squallida favola dell'umanità .Un quadro è l'arte di fare incontrare due linee, parallele per constatazione geometrica, su una tela, davanti ai nostri occhi, secondo la realtà di un mondo basato su altre condizioni e possibilità. Questo mondo non è specificato, nè definito nell'opera, appartiene alle sue innumerevoli variazioni allo spettatore.

La spontaneità dadaista.

L'arte è una cosa privata. L'artista lo fa per se stesso. L'artista, il poeta, apprezza il veleno della massa che si condensa nel caporeparto di questa industria. E’ felice quando si sente ingiuriato: una prova della sua incoerenza. Abbiamo bisogno di opere forti, dirette e imcomprese, una volta per tutte. La logica è una complicazione. La logica è sempre falsa. Tutti gli uomini gridano: c'è un gran lavoro distruttivo, negativo da compiere: spazzare, pulire. Senza scopo nè progetto alcuno, senza organizzazione: la follia indomabile, la decomposizione. Qualsiasi prodotto del disgusto suscettibile di trasformarsi in negazione della famiglia è DADA; protesta a suon di pugni di tutto il proprio essere teso nell'azione distruttiva: DADA; presa di coscienza di tutti i mezzi repressi fin'ora dal senso pudibondo del comodo compromesso e della buona educazione: DADA ; abolizione della logica; belletto degli impotenti della creazione: DADA ; di ogni gerarchia ed equazione sociale di valori stabiliti dai servi che bazzicano tra noi: DADA ; ogni oggetto, tutti gli oggetti, i sentimenti e il buoi, le apparizioni e lo scontro inequivocabile delle linee parallele sono armi per la lotta: DADA ; abolizione della memoria: DADA ; abolizione dell'archeologia:DADA ; abolizione dei profeti: DADA ; abolizione del futuro: DADA ; fede assoluta irrefutabile inogni Dio che sia il prodotto immediato della spontaneità:DADA .”

Bisogna aver sempre presente la meta da raggiungere e che la vittoria ottenuta dopo un'intera vita di laboriosa fatica vale più di un facile successo. Chiunque viva sinceramente e affronti senza piegarsi dolori e delusioni è assai più degno di chi ha sempre avuto il vento favorevole, non conoscendo altro che una relativa prosperità.
—  Vincent Van Gogh, “Lettera a Theo”

anonymous asked:

Buonasera. Ho letto la sua risposta al post sulla sperimentazione animale. Volevo chiederle(me lo sono sempre chiesta), se è a causa (o grazie? dipenderà dai punti di vista) dell'antropocentrismo, che l'uomo utilizza l'animale negli esperimenti per salvaguardare la sua specie? Non è ingiusto ed egoista provocare sofferenza agli animali per un nostro benessere? Io sono una persona che spera sempre in una strada alternativa, anche se la vedo dura. Grazie se risponderà.

Vedi, la cosa può essere vista da molti punti di vista.

Prima di tutto ti voglio rassicurare: man mano che si va avanti con le scoperte, c’è sempre meno bisogno di usare animali in ricerca. Dubito fortemente che un giorno il numero possa essere zero, ma il calo non solo è auspicabile, ma anche attuale. Ogni volta che c’è una strada alternativa la si usa, sia per motivi etici sia per motivi economici (gli animali costano).

Poi, il fondamento di tutto: perché facciamo ricerca? Tu dici che è un sentimento egoistico per il nostro benessere. Ebbene, ti posso assicurare che sì, è un sentimento egoistico, ma il nostro benessere è solo una conseguenza. Ci sono due motivazioni principi:

  1. i soldi. Vendere farmaci che funzionano fa fare più soldi che vendere farmaci che non funzionano (cosa che, in genere, se sfuggono ai controlli poi diventano anche cause milionarie contro le case farmaceutiche). Ne giova il malato, perché il medico ha sempre nuove armi da sfruttare, ma il fine ultimo è il guadagno, non salvaguardare la nostra specie.
  2. la curiosità. Il ricercatore viene sicuramente pagato per il suo lavoro, ma lo farebbe anche se non avesse un’applicazione diretta: si chiama ricerca di base, e anche in questa possono essere usati animali. Anche qui c’è la vena egoistica del ricercatore, che potrà sicuramente dirti “ho contribuito alla cultura del pianeta” e “grazie ai miei studi ora si possono curare mille malattie”, ma quando sei sul bancone il pensiero che ti guida non è questo, ma “perché cavolo succede X?” o “come cavolo è fatto Y?” La soddisfazione personale di scoprire qualcosa che ancora nessuno sa è una spinta eccezionale per il ricercatore. E l’effetto collaterale è quello di sviluppare terapie sempre migliori, il benessere generale aumenta e la specie umana è sempre più florida.

Però voglio anche sottolineare una cosa: questi due motivi spingono anche le ricerche in ambito veterinario, senza le quali non potresti curare il tuo animale di casa, castrare il tuo gatto o anche semplicemente evitare che il tuo cane torni a casa coperto di pulci.

Pulci che sono comunque anche animali, ma evidentemente hanno un indice di pucciosità molto basso. Ma lasciamo perdere questo. L’uomo cerca rimedi per se e i suoi cari (ad esempio i suoi animali domestici o il suo allevamento) da quando è nato, è un animale sociale cognitivamente molto sviluppato e ha capito che aiutare gli altri è favorevole anche al proprio benessere. Non è l’unico animale capace di comportamenti altruistici, ma è quello che riesce meglio anche in questo, grazie alle conoscenze che ha.

Infine, una nota sull’antropocentrismo. Esiste ed è normale che esista, perché l’istinto principale è quello di curarsi prima di se stessi e dei propri cari, poi dei propri vicini e dei propri simili. Ma questo è valido in qualsiasi animale che abbia la capacità di avere comportamenti altruistici. L’uomo, in più, ha la capacità di rendere questi comportamenti razionali, ragionati, e di potersi preoccupare anche di altre creature in maniera sistematica (e nascono associazioni come il WWF e simili). L’antropocentrismo è la naturale condizione di ciascun essere umano, come il panteracentrismo è la naturale condizione dei leoni, ma questi ultimi hanno una estrema difficoltà ad allargare la propria visione ad altri esseri.

Anche per il fatto che l’uomo è capace di pensare ad altre creature, la ricerca fa sempre meno uso di animali.

– Però… ti sei fatta più in carne, – disse. – Una volta eri pelle e ossa.
Era vero, ma non mi piaceva sentirmelo dire. Come tutte le altre ragazze del pensionato, mangiavo porcherie – abbondanti cene precotte e biscotti ripieni di marmellata. Il mio fidanzato, ostinatamente e possessivamente favorevole a tutto ciò che mi riguardava, sosteneva di amare le donne formose e aggiungeva che gli ricordavo Jane Russell. Non mi dava fastidio, detto da lui, ma di solito mi offendevo quando la gente faceva commenti sul mio aspetto fisico. Specie se si trattava di qualcuno tipo Alfrida, che non aveva più nessuna importanza nella mia vita. Ero convinta che persone del genere non avessero il diritto di guardarmi, o di farsi un’opinione sul mio conto, né tanto meno di esprimerla.
—  Alice Munro, Mobili di famiglia da Nemico, amico, amante…

Lo sappiamo tutti cosa ci aspettiamo dalla rivoluzione robotica e tutte le cose belle a seguire, cioè un qualsiasi oggetto che all’occorrenza possa dire qualcosa tipo:
“La situazione creatasi non è favorevole, preferisce tirarsene fuori?”

Dai, qualche bel numerino :)
  • 01) Nome?
  • 02) Soprannome?
  • 03) Età?
  • 04) Occupazione?
  • 05) Tre aggettivi per definirti?
  • 06) Il tuo punto debole?
  • 07) Se vincessi dieci milioni di euro cosa ti compreresti come prima cosa?
  • 08) Come ti vesti di solito?
  • 09) Cosa ti dicono più spesso?
  • 10) La parolaccia che dici più spesso?
  • 11) Il giorno più bello della tua vita?
  • 12) Il giorno più brutto della tua vita?
  • 13) Ti hanno mai picchiato?
  • 14) Una cosa che ti rende felice?
  • 15) La prima cosa che fai al mattino?
  • 16) L’ultima cosa che fai di sera?
  • 17) Cosa cambieresti del tuo corpo?
  • 18) Una persona che stimi?
  • 19) Un coglione?
  • 20) Le 3 cose che guardi in una persona?
  • 21) Colore preferito? Perché?
  • 22) Una persona che ti attrae fisicamente?
  • 23) Credi nell’amore?
  • 24) Sei mai stato innamorato?
  • 25) E adesso?
  • 26) Cosa ti fa innamorare in una persona?
  • 27) Se lei/lui tradisce perdoni?
  • 28) Un sogno ricorrente?
  • 29) Una figura di merda che hai fatto?
  • 30) Ti depili?
  • 31) Hai piercing?
  • 32) Hai tatuaggi?
  • 33) Un errore che ti riconosci?
  • 34) Hai mai rubato
  • 35) Credi in Dio?
  • 36) Ultimo libro letto?
  • 37) Mai fatto una canna?
  • 38) Mai ubriacato?
  • 39) Bestemmi?
  • 40) Cosa fai se un gatto nero ti attraversa la strada?
  • 41) La legge è uguale per tutti?
  • 42) Che animale vorresti essere?
  • 43) Di cosa hai paura?
  • 44) Dove vorresti vivere?
  • 45) Che macchina hai?
  • 46) Favorevole alla guerra?
  • 47) Hai attaccato la bandiera della pace alla finestra?
  • 48) Cosa faresti se tua figlia sposasse un musulmano?
  • 49) Cosa hai pensato l’11 settembre 2001?
  • 50) Film preferito?
  • 51) Drink preferito?
  • 52) Piatto preferito?
  • 53) Sport preferito?
  • 54) Genere musicale?
  • 55) Vai in discoteca?
  • 56) Di solito compri le cianfrusaglie dei “marocchini”?
  • 57) Sei di sinistra o di destra?
  • 58) Un piatto che ti disgusta?
  • 59) Ti piace il minestrone?
  • 60) Se fosse in tuo potere di risolvere un grande problema - uno solo che affligge l’umanità su cosa cadrebbe la tua scelta?
  • 61) Ritieni che l’Occidente sia superiore alle altre civiltà del mondo?
  • 62) Per cosa ti batteresti fino al rischio della vita?
  • 63) La violenza serve a risolvere i problemi?
  • 64) Meglio grassi o magri?
  • 65) Ti potresti mai innamorare di una persona che non ti piace fisicamente?
  • 66) Ti piace disegnare?
  • 67) Cosa ti infastidisce di più al mondo?
  • 68) Chi è il tuo regista preferito?
  • 69) Il tuo programma tv cult?
  • 70) Cosa non ti compreresti mai?
  • 71) Cosa non regaleresti mai?
  • 72) In vacanza dove e con chi?
  • 73) Invidi qualcuno?
  • 74) Hai mai fatto a botte?
  • 75) Cosa ti piace fare nel tempo libero se rimani a casa?
  • 76) E se esci?
  • 77) Frase preferita?
  • 78) Il tuo scrittore preferito?
  • 79) Un libro che consiglieresti?
  • 80) Poseresti mai nudo per una rivista?
  • 81) Gireresti mai un film porno?
  • 82) Hai mai odiato qualcuno?
  • 83) Se potessi far scomparire qualcuno con uno schiocco delle dita chi faresti scomparire?
  • 84) Quanto è importante nella vita il lavoro?
  • 85) Il tuo sogno più grande?
  • 86) Convivenza o matrimonio?
  • 87) Gli uomini e le donne quanto sono uguali e quanto sono diversi?
  • 88) Ti piacciono gli animali?
  • 89) Caccia, sei contro o a favore?
  • 90) Meno tasse e meno servizi o più tasse e più servizi?
  • 91) Il tuo gioco da tavolo preferito?
  • 92) Il tuo sogno erotico più hard?
  • 93) Scuola e sanità: pubbliche o private?
  • 94) Che squadra di calcio tifi?
  • 95) Se tuo figlio/a fosse gay sarebbe un problema?
  • 96) Cosa ti rifaresti dal chirurgo plastico?
  • 97) Credi alla superiorità della razza bianca?
  • 98) Credi alla magia e al paranormale?
  • 99) Gli alieni esistono?
  • 100) Il tuo pittore preferito?
  • 101) La città dove vorresti vivere?
  • 102) Credi nelle pari opportunità tra i sessi?
  • 103) Ti piaci?
  • 104) Vodafone, Tim, Wind o 3?
  • 105) Che cellulare hai?
  • 106) Cosa bisogna avere dalla vita?
  • 107) Cosa NON bisogna avere nella vita?
  • 108) Cosa non faresti neanche per 10 milioni di euro?
  • 109) Da 1 a 10 quanto contano per te:
  • Denaro:
  • Amicizia:
  • Amore:
  • Immagine:
  • 110) Cosa pensi di:
  • Quelli che vanno a puttane:
  • Quelli che si drogano:
  • Quelle che la danno al primo appuntamento:
  • Gli omosessuali:
  • Dei poliziotti:
  • 111) Sei favorevole a:
  • Donare gli organi:
  • All’aborto:
  • All’eutanasia:
  • Alla legalizzazione delle droghe leggere:
  • Ai matrimoni gay:
  • 112) Come ti immagini tra 20 anni?
  • 113) Hai mai pensato al suicidio?
  • 114) C’è vita dopo la morte?
  • 115) Come vorresti morire?
Big Data

Per chi ancora non se ne fosse accorto, i Big Data (ovvero quell'oceano continuo ed inarrestabile di comportamenti umani rilevabili e -in una certa misura, se non altro- misurabili che spaziano da un tweet su Twitter ad un acquisto -on line o no- di un oggetto o di un servizio, ma soprattutto la capacità di analizzarli e coglierne le generiche direzioni e le sostanziali dichiarazioni di umore ed opinione) sono il necessario ambito, sono la traballina ma inevitabile fondamenta di chiunque voglia cimentarsi con un ambito pubblico (diventare presidente degli iùèsèi, trascinare la Britannia fuori dalla , fare un blog che ha il nome di un comico ma è anche un partito politico, etc., etc.).

Bene.

Bene, sì, ma.

Ma, mi chiedo io, questi Big Data e questa tendenza ad ascoltarli, a causa della loro indubbia capacità di suggerire ciò che, detto o fatto, rende immediatamente più simpatici e più popolari, e garantisce, per esempio, che quel compulsivo ed irrazionale segnetto di matita copiativa fatto su carta speciale del Poligrafico dello Stato (che una volta chiamavamo “voto”) sia favorevole, non sono forse tanto l'evidenza quanto la causa di un ritorno ai secoli bui, ai sonni della ragione, ad un novello medioevo, in cui l'analisi razionale, la capacità di analizzare e riflettere in maniera complessa ed approfondita sulle cose e sugli accadimenti, la volontà di mantenere le decisioni all'interno di un recinto morale ed etico appoggiato su valori e principi solidi, siano noiosi esercizi intellettuali, sepolti sotto le pulsioni della pancia del popolo.

Perchè, i fautori ed i difensori dei Big Data, proprio della “pancia della nazione” (o dell'elettorato, o del popolo) si interessano, dei movimenti subombelicali, siano essi positivi o negativi, senza contestarli, anche se palesemente immaturi, impulsivi, dannosi o semplicemente inutili: la ggente maltollera il fatto che per le linde ed ariane strade texane abbiano l'ardire di deambulare dei messicani? Ed allora noi diremo che è nostra assoluta intenzione fare un muro lungo tutto il confine con il Messico, che problema c'è! La ggente guarda il dito delle pensioni ad i parlamentari ed evita di notare la Luna dell'evasione e della corruzione e dell'infiltrazione della criminalità organizzata in tutto il tessuto produttivo ed amministrativo nazionale? E noi, allora, o-ne-stà-o-ne-stà! La ggente, oggi, sta con Assad? Lo lasciamo lì dicendo che è l'unico garante della civiltà in Medioriente; alla ggente Assad non piace più? Ecco qui 60-signori-60 missiloni pronti a piovergli sulla capoccia, però hey! guarda! c'è un koreano!

Insomma, mi chiedo io, ma questi Big Data ed il loro utilizzo, saranno mica la versione sociale e politica di quei genitori divorziati o divorziandi che, per accaparrarsi il gradimento ed il supporto dei figli, smettono di educarli ed iniziano ad accontentare ogni loro capriccio, non importa se il capriccio di oggi confligge con quello di ieri.

Ma, quei genitori, non stanno, forse, mettendo da parte il loro imprescindibile e fondamentale compito di educatori, di persone in grado di dirigere verso il giusto ed il morale, dei giovani individui?

Io dico di sì, così come dico che i politici (o sedicenti tali) che inseguono i Big Data, tradiscono la loro missione di rappresentanza e guida, di difesa e ricordo dei valori caratterizzanti un popolo ed una nazione, quei politici, di fatto, scaricano la responsabilità di agire nel giusto, a favore della lusinga del compiacere sempre e comunque.

Anche perchè, pensateci un attimo, ma cosa produciamo, propriamente, dentro la pancia…

…ecco…

…ed una volta prodotta, gli educati fra noi, tirano l'acqua, mica fanno un comizio…

Siamo dentro un loop, tranne quelli che sono già dentro un rifugio anti-atomico.

Il 49% degli americani è d'accordo con Trump sul chiudere le frontiere ai Paesi islamici. In pratica, l’opinione pubblica e i grandi mezzi d’informazione stanno facendo lo stesso errore della campagna elettorale: le proteste contro Trump sono una parte del Paese. Una parte di quello reale. Poi c’è l’altra metà del Paese reale che è favorevole ad un provvedimento del genere. Le due metà non si parlano, non si capiscono, non hanno intenzione di farlo, hanno già alzato un muro tra di loro.

La stessa situazione, allora, si ripeterà sui tagli alla ricerca, all’Obamacare, al climate change ecc. Una metà continuerà a protestare, l’altra sarà d’accordo con Trump e questo gli basterà. 

L’unica maniera per uscire da questo loop mortale sarebbe quella di aprire un dialogo con i sostenitori di Trump, della Brexit, di chi vuole le frontiere chiuse e rifiuta il climate change, con chi è contro la diversità, vede complotti ovunque ecc. Un dialogo che porti ad un ragionamento profondo su come le nostre società siano state già profondamente mutate e come questo mutamento sia dinamico, in continua evoluzione e che, piaccia o no, si deve lavorare nella comprensione del cambiamento, non nel tentativo di bloccarlo.

Un dialogo fuori dai confini del Web, fatto porta a porta, per strada, nelle scuole, nei posti di lavoro. Una roba talmente utopistica che non avverrà mai ed è per questo che mentre vi scrivo queste cose sto sistemando le mie nuove tendine in amianto nel mio rifugio anti-atomico.