E tu non ci tieni più come ci tenevi prima, non mi tieni più come mi tenevi prima e non t'interessa più dei miei interessi, fatti e necessità. E se non mi vuoi più, se ti sei stancato di lottare e non fa per te, se non sorridi più al mio nome, allora finiamola di inventarci scuse, io ti capisco.

Almeno concedimi un addio.

—  About a moonlight
vine

When you’re driving around and the local bar won’t let you forget about your ex

Made with Vine
Status: Sertanejo. 💋
  1. É, e na hora que eu te beijei foi melhor do que eu imaginei se eu soubesse tinha feito antes no fundo sempre fomos bons amantes. 😍👫💘
  2. Não perdi nada, acabei de me livrar. 🎤😉✌😘
  3. O que falta em você sou eu, seu sorriso precisa do meu. 😍👫💘
  4. Trocou sua certeza por qualquer talvez. 💔💭👎
  5. Quem nunca amou nunca vai entender essa loucura que eu sinto por você. 🎤😍💘
  6. Ta querendo pegar no pé, você nunca me deu a mão. ✌😕
  7. Eu nunca tive lei e nem horário pra sair nem pra voltar. 🎤😉✌😘
  8. Eu tentei ser na sua vida alguém raro mas o certo pra você tá errado.😪💔
  9. O que começa errado nunca vai durar. 😪💔
  10. Olha o que você fez era meu grande amor hoje é só mais um ex. 😪💔👎
  11. A culpa é sua por ter esse sorriso ou a culpa é minha por me apaixonar por ele? 🎤 😍👫💘
  12. A gente se dá tão bem entre quatro paredes que pouco me importa do quarto pra fora.  Eu e você, sem regra, sem lógica. 🎤😍👫💘💭
  13. O meu cupido é gari só me traz lixo. 😒👎
  14. Você achou que eu ia sofrer, mas eu tinha meu plano B, sabe de nada. 🎶😎
  15. O beijo que você me deu nem se eu tivesse amnésia, ficasse louco, eu ia esquecer. 💭
  16. A sua boca vale o preço pra perder o sossego que eu tinha 🎶😍🎤

Dovrei dormire, vorrei se solo potessi.
Il mio cuore brucia.
Fa tutto male dentro.
Credevo che tutto fosse passato, ma invece è ancora qui.
Tu sei ancora qui.
In un posto che credevo isolato, nascosto e buio nel mio cuore, ma che ho scoperto non essere troppo distante dalla luce.
E basta poco, pochissimo per riaccendere quell'angolo apparentemente dimenticato: vederti, pensarti.
E fa male, tremendamente male, perché io non riesco ad accettare che quella stanza buia del mio cuore debba essere chiusa a chiave per sempre.
La porta di quella mia parte di te resta sempre un po’ socchiusa, basta un alito di vento perché si spalanchi e riporti tutto in subbuglio.
E io non vorrei mai che si chiudesse, ma è inutile tenere una stanza aperta senza una persona che possa o meglio dire voglia alloggiarci dentro.
È inutile sperare.
Ormai tu hai trovato una nuova casa, nuova luce ed io cosa sono?
Nulla, nemmeno un ricordo.
Mi hai cancellato e mi odi, te lo leggo in faccia.
Ed io ti amo e ti odio. Ti amo anche se vorrei o meglio dovrei, mio malgrado, odiarti.

Quando va male con qualcuno, e si dice addio, è sempre la persona dopo che si presenta alla nostra porta che ci rimette. Sarà quella persona a pagare degli sbagli della persona prima di lui. È sempre così.
—  noweverythingstopsposts

Non importa quanto tempo passi, non importano le distrazioni, la tristezza, la delusione, le incazzature e le notti in bianco.
Certi tagli non potranno mai rimarginarsi del tutto.

E ferita dopo ferita la pelle si fa più dura, cambi dentro, e diventi più forte di quello che eri prima.

Ma fanculo, più siamo in basso, e più forte sarà la spinta per risalire in alto.

—  WriteLux (Lorenzo Lorenzini)