essere-soli

Una melodia, quel giorno, ed ero la sola a farci caso.
L'insensibile noncuranza degli altri non c'entrava nulla, per una volta.
Mi sono sentita bella, finalmente. Ho ricominciato a crederlo possibile.
A credere che il futuro accada dall'oggi al domani.

Qualcosa mi ha trattenuta dall'intonare la voce seguendo le note e le carezze del suono.
Per canticchiare, bisogna essere veramente soli.

(musa, Denise)

Sono una tipa piuttosto silenziosa e per questo è come se fossi la “psicologa” di turno per amici e non. Le persone si confidano con me perché sanno che non andrei mai a riferire niente a nessuno. Forse questo è un mio pregio: so essere fedele, ma sapete, questo mio pregio mi ha fatto capire molte cose.
Le persone sono strane. E con questo non dico di non esserlo anche io. Sono strane perché mentono di continuo a loro stessi e agli altri, si contraddicono di continuo. Un giorno sono amiche di qualcuno e un altro giorno odiano quella persona. Le persone sono false e non riesco davvero a capire quale sia il loro concetto di “amicizia”. Perché per me amicizia non è darsi abbracci e carezze per poi pugnalarsi alle spalle appena è possibile… Eppure sembra che questa cosa la pensi solo io, ovunque mi giro vedo falsità. E’ in questo modo che ho capito, che forse, il detto: “meglio soli che male accompagnati” non è poi così sbagliato. Tanto si è sempre soli, anche se si è circondati da persone che noi definiamo “amici”.
—  memoriesstillhere
Ci sono tanti tipi di solitudine.
Non parlo di quando ci si sente soli in mezzo alla folla, quello che succede sempre a tutti. Non è la solitudine di chi cerca l'amore e di chi viene preso in giro dai ragazzi popolari.
La solitudine di cui parlo io è di quando pensi di non avere più niente. Niente e nessuno. Stai affogando e nessuno ti tira una fune.
Lei non voleva mostrare di avere paura, ma essere e sentirsi sola era troppo da affrontare.
Anche se tutti dicevano che lei era forte, quello che non sapevano è che riusciva a malapena ad andare avanti.
—  Shawn Mendes (via @sorrisidolorosi )
I giapponesi dicono che ciascuno di noi possiede tre facce

La prima, è quella che vede la gente;

La seconda, è quella che vedono i tuoi migliori amici e i tuoi genitori;

La terza non la vede nessuno ed è il vero riflesso di chi sei realmente.