esploded

sei innamorato quando ti svegli ed è il tuo primo pensiero. sei innamorato quando sorridi senza motivo perché ti sei ricordato di una cosa stupida che ha detto, o perché hai sentito il suo nome, o una canzone che ti fa pensare a lei, o hai visto qualcuno con i suoi capelli. sei innamorato quando senti la sua voce e ti senti meglio. sei innamorato quando ti sembra di conoscerla alla perfezione. sei innamorato quando cammini e speri di incontrarla nei volti degli altri. sei innamorato quando la vedi e ti esplode qualcosa dentro. sei innamorato quando la guardi e sorridi. quando ti sembra di essere al posto giusto e al momento giusto. sei innamorato quando ti addormenti con fatica se non ricevi la buonanotte. e, infine, sei innamorato della persona a cui hai pensato leggendo tutto ció
—  Cimitero dei sogni dimenticati
Io non so perché la vita mi ha esercitato ad essere diversa dagli altri, a preferire la compagnia di un buon libro alla serata in discoteca, a volare in solitario come un'aquila invece che fare comunella come i polli, a scovare la bellezza in uno sguardo, in un gesto, piuttosto che essere superficiale e planare sulle cose soltanto sfiorandole, a leggere tra le righe, ad andare oltre le apparenze, a restare incantata quando esplode un tramonto.
Non so perché per me la musica più bella sono le onde del mare o le parole vere e sincere che nascono dal profondo del cuore dalle persone che amo.
Non so perché a me piace aiutare gli alti con il proprio dolore, a sollevarli dalle difficoltà.
Non so perché uso le parole per rendere il mondo più abitabile.
Non so.
Eppure alle volte mi sento così sola e incompresa.
Mi appartiene soltanto la convinzione di non essere come gli altri.
Io prendo solo il buono dalla vita, il resto voglio affidarlo al giudizio divino.
—  Veronica D.

“Io avevo tutto e ancor di più.
Era stupenda la mia vita e troppo tardi ho capito che sbagliavo.
L’ho persa tra le dita.
Mentre il dolore esplode in me.
Lei sembra stare ancora qua.
L’ho fatta entrare nel mio spaventato cuore. Ma lui non ce la fa.
So che non potrà lasciarmi anche se ora fugge via.
Lei saprà calmarmi, tormentarmi.
Spegnere la rabbia mia.
Solo in questa torre.
Ogni giorno non potrò far altro che supplicare che stia con me un altro po’.
E maledico ciò che provo, la sofferenza che mi dà.
Anche se adesso fugge via per colpa mia.
La sento sempre qua.
So che non potrà lasciarmi.
E se non la vedrò più
Lei potrà ispirarmi.
E sarà accanto a me quassù.
E sarà per sempre al mio fianco
Come un dolce de-javu.
Affronterò il pensiero che
Poteva essere e non è.
E averla ancora un po’ con me
È quello che vorrei di più.” 🥀 -Per sempre (La bella e la bestia)

Non sento più nessuno e non ricordo niente

Dammi quello che manca, ti cerco tra la gente

La vista che si annebbia, non riesci a respirare

Quando esplode la rabbia, perché fa un male cane

youtube

Francesca Michelin - Vulcano

V, V, V,

V come vulcano
V as in volcano

e mille altre cose
and thousands of other things

come la volontà di camminare vicino al fuoco
like the will to walk near fire

e capire se è vero questo cuore che pulsa
and understand if this beating heart is real

se senti sul serio oppure è vanità
if you mean it for real or it’s just vanity

V come vulcano
V as in volcano

e mille altre cose
and thousands of other things

come il volume che si alza e contiene il mare
as in the rising volume that contains the sea

e capire se vale scottarsi davvero
and understanding if getting burnt is worth your while

o non fare sul serio (fare sul serio)
or not be serious about it (be serious about it)


corro di notte, lampioni, le stelle
running at night, street lights, the stars

c’è il bar dell’indiano
there’s the Indian’s bar

profuma di te
it smells like you

grido più forte, mi perdo nell’alba
I scream louder, I lose myself in the dawn

sei in tutte le cose
you’re in every thing

in tutte le cose esplode la vertigine che ho di te
the vertigo I have for you me explodes in every thing



V come vulcano
V as in volcano

e mille altre cose
and thousands other things

la paura di vagare per troppo tempo a vuoto
my fear of wandering in vain for too long

e capire se è vivo questo cuore che vibra
and understanding if this vibrating heart is alive
 
può viaggiare davvero (viaggiare davvero)
it can travel for real (travel for real)


corro di notte, lampioni, le stelle
running at night, street lights, the stars

c’è il bar dell’indiano
there’s the Indian’s bar

profuma di te
it smells like you

grido più forte, mi perdo nell’alba
I scream louder, I lose myself in the dawn

sei in tutte le cose
you’re in every thing

in tutte le cose esplode la vertigine che ho di te
the vertigo I have for you explodes in every thing



mi sposto, mi fermo
I move, I stop

il semaforo in centro è già spento da un’ora
the traffic light downtown has been off for an hour

tu starai dormendo
you must be sleeping

è bello sentire anche qui
it’s nice to feel it here too

la vertigine che ho di te
the vertigo I have for you



corro di notte, lampioni, le stelle
running at night, street lights, the stars

c’è il bar dell’indiano
the Indian’s bar

profuma di te
it smells like you

grido più forte, mi perdo nell’alba
I scream louder, I lose myself in the dawn

sei in tutte le cose
you’re in every thing

in tutte le cose esplode la vertigine che ho di te
the vertigo I have for you explodes in every thing

Quando uno annega non inala fino ad un attimo prima di perdere conoscenza, viene chiamata: apnea volontaria. Cioè, non importa quanto sei nel panico, l'istinto di non fare entrare acqua è così forte che non apri la bocca fino a che non senti che ti esplode la testa.
Poi, quando alla fine la fai entrare, smette di far male. Non fa più paura. È come trovare la pace.
—  Teen Wolf

Tutto il mistero del piacere nel corpo di una donna sta nell'intensità della pulsazione che precede l'orgasmo. A volte è lenta, uno due, tre palpiti che poi lasciano attraverso il corpo un liquore di fuoco e ghiaccio. Se il palpito è debole, in sordina, il piacere è come un'onda più gentile. Il seme dell'estasi esplode con maggiore o minore energia, quando è più ricco tocca ogni porzione del corpo, vibrando attraverso ogni nervo, ogni cellula.

Se il palpito è intenso, il suo ritmo e il battito sono più lenti, e il piacere più durevole. Frecce di carne cariche di elettricità, una seconda onda di piacere cade sulla prima, e poi sulla terza, che tocca ogni terminazione nervosa, attraversa il corpo come una corrente elettrica.

Un arcobaleno di colori sferza le palpebre. Una schiuma di musica cola dalle orecchie. E’ il gong dell'orgasmo.

A volte una donna sente il proprio come uno strumento appena sfiorato, altre volte raggiunge un acme tale che pare sia impossibile andare oltre. Tanti orgasmi. Alcuni provocati dalla tenerezza, alcuni dal desiderio, alcuni da una parola o da un'immagine vista durante il giorno. A volte il giorno stesso chiede un orgasmo, giorni di sensazioni accumulate e di sentimenti inesplosi.

Ci sono giorni che non si concludono con un orgasmo, quando il corpo è addormentato o sogna altri sogni.

Anais Nin, Diario II 1934-1939

Desidero con tutta me stessa odiarti. Vorrei odiarti fino al punto che tu diventassi indifferente per me. Ho tutti i motivi di questo mondo, eppure non ci riesco. Perchè anche se a parole posso sputare tanto di quel veleno quando mi chiedono di te, quando poi ti vedo il mio cuore esplode. Ed è proprio questo il problema: il cuore non ha la capacità di mentire a sè stesso. Io voglio odiarti perchè ti amo troppo.
Sapete, è geniale questa cosa che i giorni finiscono. È un sistema geniale, i giorni e poi le notti. E di nuovo i giorni. Sembra scontato, ma c'è del genio. E là dove la natura decide di collocare i propri limiti, esplode lo spettacolo. I tramonti.
—  Alessandro Baricco.