eravamo re

“Penso che tutti mi odiano e che odio tutti anch'io. Ora che urlo e nessuno mi sente.”

— Gue Pequeno; Eravamo re

Eravamo tutto quello che si poteva essere…e poi, non ci siam parlati più.
—  Enzo Molise
E intanto qua passano i mesi, son chiuso alzando pesi
E non siamo più presi, non siamo più distesi, no
Mi fa strano pensare al tuo nuovo uomo
Pensare che dicevi che io ero il poco di buono
Conto i giorni fin quando ti lascerà
Perdo il conto delle tipe fin quando mi passerà
Guardo come ti vesti, te l'ho detto io
Sento poi come parli, te l'ho detto io
E come lo fai godere, te l'ho insegnato io
Penso che tutti mi odiano e che odio tutti anch'io
Ora che urlo e nessuno mi sente
Ora che vorrei essere un bambino per sempre
—  Gue, Eravamo re