equazione-di-dirac

(∂ + m) ψ = 0
Equazione di Dirac è forse l’equazione più bella della fisica.
“Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema.
In altri termini, quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce.
Lei disse - “Dimmi qualcosa di bello.”
Lui rispose - "(i∂̸- m) ψ = 0".
 
L'equazione sopra è quella di Dirac ed è la più bella equazione conosciuta della fisica. Grazie a questa si descrive il fenomeno dell'entanglement quantistico, che in pratica afferma che “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma  diventano un unico sistema… proprio come noi. Quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l'altro, anche se distanti chilometri o anni luce”.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)

Lei disse: “Dimmi qualcosa di bello”
Lui rispose: “(∂ + m) ψ = 0”

L’equazione sopra è quella di Dirac ed è la più bella equazione conosciuta della fisica. Grazie a questa si descrive il fenomeno dell’entanglement quantistico, che in pratica afferma che: se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma in qualche modo sottile diventano un unico sistema. Quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce.

Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema.
(∂ + m) ψ = 0
—  Equazione di Dirac 

Equazione di Dirac

“Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma in qualche modo sottile diventano un unico sistema. Quello che accade a uno di loro continuerà ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce.”

-Equazione di Dirac

Lei disse: “Dimmi qualcosa di bello”
Lui rispose: “(∂ + m) ψ = 0”

L'equazione sopra è quella di Dirac ed è la più bella equazione conosciuta della fisica. Grazie a questa si descrive il fenomeno dell'entanglement quantistico, che in pratica afferma che: “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma in qualche modo sottile diventano un unico sistema. Quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l'altro, anche se distanti chilometri o anni luce”.

L’equazione sopra è quella di Paul Dirac ed è la più bella equazione conosciuta della fisica.

(∂ + m) ψ = 0
L'amore ci cambia, quando perdiamo qualcuno che abbiamo amato cambiamo, anche se non ce ne rendiamo conto. Nel bene o nel male, non saremo più gli stessi di prima. Nel bene o nel male, avremo delle sue caratteristiche. Come il modo di osservare, o di sorridere, o nel dire una parola che diceva sempre l'altra persona. Il modo di inarcare un sopracciglio, di stringere una mano, di fare una carezza, di accendersi una sigaretta. Gesti semplici. Gesti insignificanti, forse non ce ne rendiamo conto ma nell'eseguirli hanno una sfumatura che caratterizza quelli di un'altra persona.
È vero che poi non si è più gli stessi. Come se all'improvviso senti un profumo che ti ricorda lui. Un suono, una voce. Ti torna in mente, ma se non lo avessi mai incontrato, non faresti caso a queste cose. Ed è proprio qui che cambiamo. È proprio questa la prova che per quanto tempo o distanza ci divida, ciascuno porterà per sempre dentro di sé qualcosa dell'altro.

E’ la formula più bella della fisica: se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possiamo più descriverli come due sistemi distinti, ma in qualche modo diventano un unico sistema. Quello che accade ad uno di essi continua ad influenzare l'altro, anche se distanti chilometri o anni luce…

La formula dell’amore

Lei disse: “Dimmi qualcosa di bello!”
Lui rispose: “(∂ + m) ψ = 0”

il fisico britannico Paul Dirac, cofondatore della meccanica quantistica, formula in una ricerca l’equazione in grado di descrivere il fenomeno dell’entanglement
(= groviglio) quantistico, che sottolinea il carattere di non separabilità tra gli eventi per la presenza di correlazioni a distanza tra quantità fisiche osservabili nei sistemi coinvolti.
Il principio alla base dell’equazione di Dirac è che: «Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema. In altri termini, quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce».

Il passaggio delle informazioni tra diversi elementi all’interno di un sistema, in sostanza, non avviene necessariamente attraverso relazioni tra le parti stesse in un determinato spazio, ma anche mediante un’azione a distanza che perdurerà nel tempo.

Applichiamo il ragionamento di Dirac ai legami tra gli essere umani:
se due persone entrano in relazione e si instaura tra di loro, nel tempo, un rapporto di amicizia o di amore e poi vengono separate, esse non possono essere definite come due soggetti differenti ma, in qualche modo, ne diventano un sola.
Anche dopo la separazione, continueranno nel bene e nel male, a conservare dentro di sé una parte dell’altra. Per sempre.
Così le persone che hanno interagito tra loro si influenzeranno per sempre a prescindere dalle distanze, dalle esperienze e dai vissuti di ogni individuo, nonostante gli allontanamenti o i distacchi.

@struruso

”L’ equazione di Dirac descrive il fenomeno dell’ Entanglement quantistico. Questo principio afferma che se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema.
Quello che accade ad uno continuerà ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce.”

“Secondo il ragionamento di Dirac se due persone entrano in relazione e si instaura tra di loro, nel tempo, un rapporto di amicizia o di amore e poi vengono separate, esse non possono essere definite come due soggetti differenti ma, in qualche modo, ne diventano un sola. Anche dopo la separazione, continueranno nel bene e nel male, a conservare dentro di sé una parte dell’altra. Per sempre.
A prescindere dalle distanze, dalle esperienze e dai vissuti di ogni individuo, nonostante gli allontanamenti o i distacchi, le persone che hanno interagito tra loro si influenzeranno “finché morte non ci separi”.

Ci sono amori che aprono spazi e altri che quegli spazi li riempiono. Amori che spalancano finestre, facendo entrare il vento, la pioggia, la neve; è altri che si preoccupano solo di proteggere, di tenere al riparo dalle intemperie. Giacomo era stati uno di quegli amori dolorosi, da porte aperte e mai richiuse. Era colato negli interstizi delle mattonelle, nelle crepe dei muri, non con l'intento di colmare o livellare, piuttosto con la voracità di un'infiltrazione. Eppure, il loro era stato un legame indissolubile,di quelli che su nutrono dell'uscita dei ricordi.
—  Equazione di un amore