e tu vivrai nel terrore

A Bologna quando ero alle medie c'era un negozio che si chiamava Mondo bizzarro.
Al suo interno si vendevano fumetti underground e film cult altrimenti introvabili.
Inutile dire che per me era il paradiso, ci passavo giornate intere a spendere le paghette in titoli come Buio Omega, … E tu vivrai nel terrore! L'aldilà, Rosso sangue…
Quando questo negozio chiuse lasciò un vuoto incolmabile nel mio cuore di sbarbo.
È lì che per me avvenne il cambiamento della città, non quando vietarono la fumana nei locali pubblici, non quando Cofferati fece scattare lo stronzo coprifuoco al Pratello, non quando Merola privò dello spritz dopo cena migliaia di studenti.
Il cambiamento avvenne quando a Bologna si abbassarono le serrande di Mondo Bizzarro.