e lui

Si conobbero.
Lui conobbe lei e se stesso, perché in verità non s'era mai saputo. E lei conobbe lui e se stessa, perché pur essendosi saputa sempre, mai s'era potuta riconoscere così
—  Italo Calvino

anonymous asked:

E di iricordiciuccidono cassandrablogger e ermetismoo?

@iricordiciuccidono conosco lui, conosco il suo blog, ma ho avuto modo di parlare spesso con lui. È un ragazzo molto educato, rispettoso, ma sopratutto gentile e affettuoso. Mi baso su quello che ho percepito durante le volte che abbiamo parlato. Penso che merita il suo blog proprio perché dietro ad un blog così bello, non si vede spesso il soggetto, ma in questo caso vi posso dire che il soggetto è una persona meravigliosa.
@cassandrablogger tempo fa ho ricevuto una notifica dove questo blog mi seguiva, mi sono incuriosito e ho visitato il suo blog. Devo dire che è molto carina, mi piace come scrive, ciò che pensa, ma sopratutto da quello che vedo è uno di quei blog che merita tanto.
@ermetismoo ho visitato ora perché non conoscevo questo blog. Blog carino.

E alla fine gliel’ho detto. 

Sei venuta a trovarmi in Italia. Abbiamo passato due splendidi giorni assieme. Sei tornata a Kabul e ti sei scopata il trombamico perché l’Afghanistan è un posto difficile e lui ti ha aiutata tanto e dovevi salutarlo prima dell’Iraq. 

Non mi ami, fattene una ragione e lasciami vivere. 

Lui per me è insostituibile. Ho raggiunto talmente tanta gioia che sento di non poterne più fare a meno, di non volere niente di meglio di questo senso di beatitudine che è anche perdizione, di questo senso di felicità che è anche paura.
—  Sei L’Amore; Carla Moscato | Lucifer-lux
Tu vieni prima anche di me cazzo! E non scherzo, io sarei pronta anche a svegliarmi alle cinque del mattino per farti compagnia se non riuscissi a dormire, e sai lo sforzo che farei dato che amo dormire, ma lo farei! Lo farei perché quando si tratta di te tutto sparisce, tutto diventa uno schifo senza te! Tu mi hai salvata dal mostro che ero diventata, tu mi hai fatta cominciare a vivere e sei diventato il senso di ogni mia giornata, di ogni mio gesto e di ogni mio sforzo, tu hai tirato la parte più bella e nascosta di me! Se tu mi lasci io m'ammazzo perché io in questo mondo di merda non ho altro che te, neanche i miei amici o la mia famiglia ha mai saputo cosa avessi realmente, solo tu.
E se un giorno in questa cazzo di vita tu ti allontanassi da me, io mi sentirei persa, inutile, perché è solo grazie a te se la mattina mi credo un po’ meno inutile del solito.
So che sei sempre tu a dirmelo e io lo dico a stento, ma penso che la parola ti amo non comprenda a pieno tutto quello che provo per te.
Come te lo spiego con una sola parola, il subbuglio che ho dentro di me ogni volta che devo spiegarti che provo?
Non riesco mai a trovare le parole, ho solamente un grande buco allo stomaco e mille parole a caso che non hanno senso.
Io non sono più la persona di merda che ero prima, l'egoista e strafottente del solito, quella che odia i ti amo, i baci, gli abbracci e tutto ciò che è tremendamente dolce.
Ora se tu non mi abbracci io muoio.
Se tu non mi baci ogni volta che ti vedo, m'incazzo.
Se tu non mi dici ti amo, te lo grido io.
Quello che provo per te, mi ha cambiata al punto tale che quasi mi faccio meno schifo di prima.
Io stanotte non riesco a dormire, mi manchi così tanto che neanche immaginarti mi fa dimenticare quanto mi manchi.
Voglio stare abbracciata a te tutta la notte, svegliarmi la mattina e per prima cosa guardare te, non lo schermo del telefono.
Voglio prepararmi per andare a scuola con te che mi dici di muovermi perchè è tardi.
Voglio non smettere mai di amarti come sto facendo adesso, perché per te ho perso la testa sul serio, e non ho intenzione di ritrovarla.
Mi hai salvata da tutto ciò che trovavo per distruggermi e non so per quanto tempo ancora ti ringrazierò.
Ti amo perché mi rendi migliore.
Ti amo perché ho sempre e costamentente voglia di amarti di più.
Perdonami per stasera.
Ti amo perché da quando ci sei tu le mie giornate senza te non hanno senso.
Ti amo perché, di una persona vuota ne hai fatto una piena d'amore.
Ti amo, semplicemente perché, nonostante il mio essere me stessa, tu riesci ad amarmi ogni giorno di più.
buonanotte amore mio, sei la mia vita.
—  Sonosoloundisastronaturale
Ero consapevole del fatto che le persone non si dimenticano, che tu non saresti mai passato del tutto, e che ti avrei sempre ricordato almeno una volta al mese, con un sorriso o forse con una lacrima. Sapevo che nella mia testa ci sarebbe sempre stato un posto anche per te, ma volevo andare avanti, ecco tutto.
E sai una cosa? Ci stavo riuscendo, ma non era come le altre volte in cui dicevo di impegnarmi ma in realtà non lo facevo, questa volta, dopo sette mesi, ci stavo riuscendo davvero.
Mi ero decisa a cancellare le conversazioni con te, tutte quante, dal primo messaggio di quando ci siamo conosciuti fino all'ultimo, l'addio seguito dalla buonanotte.
E poi anche tutte le foto insieme, quelle serie fatte con la reflex alle feste, quelle con gli amici, quelle nei locali le sere d'estate, i selfie al mare o nei mezzi pubblici e perfino le foto stupide in cui ridiamo.
Ho cancellato tutti gli screen, le domande su ask in cui parlavo di te, ho smesso di seguirti su Instagram, Facebook e in qualsiasi altro social.
Ho perfino litigato con tutti gli amici in comune, proprio per non avere più contatti, per non sentirmi più parlare di te.
Tanto la nostra storia era finita, avevi cancellato il mio numero, e non saresti mai tornato.
Mi sentivo più libera. Ci credevo. Non piangevo più per te ogni mattina, pomeriggio e sera, non stavo più sveglia tutta la notte a pensare a come sarebbe stato se avessimo deciso di amarci.
Non provavo più ogni profumo nei negozi alla ricerca del tuo, non controllavo il tuo profilo ogni dieci secondi per sapere cosa facevi, come stavi, se ti sentivi con un'altra, se eri felice.
Non mi giravo più se sentivo pronunciare il tuo nome, non scoppiavo più in lacrime se qualcuno ripeteva una frase che dicevi sempre tu, oppure se qualcuno mi parlava di te.
Non sentivo più quel costante bisogno di te, dei tuoi abbracci, delle tue labbra che non sento da troppo tempo, delle tue mani, le tue guance e tutti i tuoi particolari.
Avevo dimenticato la tua voce, la tua risata, il battito del tuo cuore, non ricordavo più com'era averti accanto e sentirti respirare.
Non ero felice, certo che no, ma la tua mancanza non si faceva più sentire così tanto. Mi stavo abituando al fatto che non ti avrei più avuto nella mia vita, mi ero finalmente rassegnata e volevo ricominciare da zero.
E poi?
Sfiga, destino, chiamatelo come volete.
Mi hai scritto.
Ma sfortunatamente non sei tornato per restare.
Mi hai scritto una sera tardi, solo una, e basta.
Mi hai scritto come se fosse niente.
Come se fossimo vecchi amici.
Come se ti mancassi.
Sembravi felice di sentirmi.
Ma evidentemente avevi solo bisogno di qualche vecchia conoscenza con cui parlare per una serata.
Per te non è stato niente, per me tutto.
Hai ribaltato tutti i miei piani, la vita che mi ero costruita con fatica senza di te.
E io non voglio più provare a dimenticarti.
Perché so che un giorno tornerai.
“Ci sono tramonti che non tramontano mai.”
—  Sesoloavessisaputosalvareunavita
Lo vedi come siamo io e te? Litighiamo anche per le minime sciocchezze, perché tutto è importante per noi. Perché tu sei importante per me ed io lo sono per te. Adesso se fossi qui, ti prenderei e ti riempirei di baci, di carezze, di abbracci. Non so se te ne sei reso conto ma riesci a farmi cambiare umore in due secondi. Sono incazzata, mi scrivi e mi torna il sorriso. Sono felice, litighiamo, mi gira e sto male, male davvero. Male che ti darei una sberla che non dimenticheresti mai più, credimi, male per quanto ho bisogno del tuo amore, della tua gioia che è la mia e di te. Lo vedi come siamo io e te? Siamo quelli che un secondo si odiano e l'altro si amano.