duomo di monreale

10

Le geometrie del Duomo di Monreale.

Se dall’esterno il duomo di Monreale appare rivestito di simboli e forme geometriche come una principessa Berbera, nel suo interno i mosaici che lo rivestono la sua natura ibrida tra oriente ed occidente. I mosaici alle pareti e le decorazioni curve parlano di una origine greca o meglio bizantina. Le forme geometriche del pavimento ci raccontano della ricca presenza araba da cui i Normanni attingevano il bello con cui rifinire i loro palazzi. Cosi vedi migliaia di tessere che creano fughe geometriche nel piano, un perdersi della mente che li segue che si disorienta e si perde quasi rapita. Per quanto possa sembrare strano tutte le forme presenti nel pavimento nascono da una sola forma unigenita, il cerchio che nella simbologia araba indicava il Dio unico, la perfezione. La divisione del cerchio in otto parti portava alla stella a otto punte o al doppio quadrato che susseguendosi e variando in grandezza ed elementi colorati portava alla creazione di una costellazione ordinata di forme e colori tra loro diverse eppure continue ed integrate l’una con l’altra un esempio per l’umanità in cui nessuna diversità si integra con le altre. Eppure tutte queste forme sono originate e create da un'unica semplice e perfetta forma come a ribadire che la diversità presente nel mondo abbia una unica origine e quindi forse più che una diversità è una nuova derivazione.

If from the outside Monreale’s cathedral looks embossed with geometric shapes and shapes like a Berber princess, inside it the mosaics that make up its hybrid nature between east and west. Wall mosaics and curved decorations speak of a Greek or Byzantine origin. The geometrical shapes of the floor tell us about the rich Arab presence from which the Normans taken the beautiful one necessary to refine their palaces. So you see thousands of tiles that create geometric leaks in the plane, a difficult exercise for the mind following them that gets disoriented and almost lost. As it may seem strange, all the forms present in the floor arise from a single-born form, the circle that in Arabic symbolology indicated the One, God, the perfection. The division of the circle into eight parts led to the eight-point or double-square star that followed and varied in size and colored elements led to the creation of an orderly constellation of different and yet continuous and integrated forms and colors. Perhaps an example for humanity where no diversity is integrated with the others. Yet all of these forms are originated and created by a single, simple and perfect form to re-emphasize that diversity in the world has a unique origin and therefore perhaps more than a diversity is better to talk about a new derivation.

flickr

Contrasti da Fabrizio
Tramite Flickr:
Monreale, Palermo, Sicilia