dove siamo finiti

Ci sono quelle ragazze che pubblicano continuamente citazioni filosofiche, pensieri profondi e foto di libri aperti tra le gambe. Poi appena aprono la bocca ti rendi conto che non sanno nemmeno da che parte aprirlo un libro e l'unica cosa che possono avere tra le gambe sono cazzi.
—  Notanotherstupidprincess
Non ho più scritto niente su di te. Non ho più immaginato come sarebbe potuta andare. Non ci ho più sperato. Mi sono abituata alla tua assenza, sono andata avanti, mi sono fatta il mio cammino smettendo di pensare a te. Smettendo di basare su di te la mia vita, le mie giornate. Ho smesso di camminare per strada con la paura di incontrarti e magari di vederti insieme a qualcun'altra. Ho smesso di tendere l'orecchio per sentire i tuoi passi, ho smesso di cercarti tra la folla, ho smesso di paragonare tutte le altre persone a te. Ho smesso di chiedermi cosa starai facendo. Mi sono abituata, eppure non ho dimenticato, niente, nemmeno un singolo ricordo che ho di te. Non ho dimenticato i tuoi sguardi, né la tua voce, non ho dimenticato il tuo sorriso e nemmeno il tuo profumo. E forse è così che deve andare, forse devo portarmi dietro i tuoi ricordi per non dimenticare ciò che ho perso

Potessi..
Potessi smarrirmi nei tuoi occhi,
in un tuo abbraccio,
disperso tra le tue labbra,
disorientato sulla tua pelle..

“Ma dove cazzo siamo finiti?”

Ah, le persone che quando ti chiedono con chi esci e dici che fai un giro da sola (per compere o una passeggiata) ti guardano come se fossi un'asociale. Dove siamo finiti, dobbiamo stare con qualcuno anche per goderci una bella giornata all'aria aperta nella nostra città?

Caro amore mio
Lo so che vorresti che ti dimenticassi,
che andassi avanti con la mia vita
come tu stai facendo con me…
Ma non ce la faccio,
penso a te, a me, a noi, dove siamo finiti?
E le lacrime rigano ancora il mio viso stanco…
Immagino cosa tu possa star facendo
e il solo pensiero di te che hai trovato qualcun'altra, mi fa stare male…
Non toccarla, ti prego, non toccarla come facevi con me.
Non guardarla, ti prego, come facevi con me.
Non sorriderle da lontano quando la vedi, ti prego.
Non abbracciarla, ti prego.
Non baciarle la guancia stringendola forte, ti prego.
Non prenderla in giro affettuosamente, ti prego.
Non farlo,non farlo, non farlo.
Ti prego…
Ma dove siamo arrivati?
Davvero credete che che un ‘mi piace’ sia più importante di un 'ti amò’?
Davvero pensate che far vedere che ti stai divertendo è più importante di divertirsi?
Davvero preferite un messaggio di WhatsApp ad una lettera?
Ma dove siamo finiti?
Nel tempo in cui si esce soltanto per pubblicare una foto su Instagram?
In cui una persona sfoga il suo star male soltanto su Tumblr?
In cui ci si presenta ad una persona in anonimo su Ask.
In cui si preferiscono i complimenti su Facebook ad un 'sei bellissima amore mio’.
Mettete da parte i social per un giorno e godetevi le persone che vi amano.
Ti ricordi di noi? Di quando eravamo ancora ingenui? Quando ogni giorno era uno scoprirsi nuovo e i baci miei ti solleticavano lo stomaco? E poi ti ricordi i giri sul mio motorino? Sembrava di poter essere liberi per davvero.. Ti ricordi quella gelateria nascosta tra due viette minuscole? Si, quella in cui andavamo in estate perché dicevi che li c'era il gelato più buono del mondo! Tu prendevi sempre la stracciatella e io il pistacchio, e poi quando ti baciavo sapevamo di dolce. Ricordi? Ricordi i messaggi fino alle 3 del mattino? Quando eravamo così stanchi da crollare, ma la voglia di sentirci era più forte. Ricordi quando ti abbracciavo e mi dicevi che non avresti mai voluto staccarti da me? Che ero l'abbraccio più bello? Ricordi quando mi guardavi con quegli occhi? .. Oh, quegli occhi.. Ricordi? E i pomeriggi sotto la coperta a guardare i film? Le domeniche di studio? Le lacrime che ti asciugavo? Tutti i momenti nostri?
Dove siamo finiti?
Il ricordo fa male.
—  Speranzadisparire
Tumblr, che dire del nuovo Tumblr.
Non è più quello di una volta, parlando in generale, perchè, grazie a dio, ci sono ancora le eccezioni.
Adesso la gente si scrive a Tumblr per moda, posta foto di tagli, autolesionismo a tutt’andare per ricevere più reblog e messaggi con scritto: ‘stay strong.’
Gente che idolatra Demi Lovato, quando a malapena sanno di lei.
Gente totalmente esibizionista, che va vantandosi di essere su Tumblr, come se stare male e piangere ogni sera fosse una bella cosa.
Gente che nella vita reale riderebbe in faccia ad una persona veramente depressa e sparlerebbe di lei con le amiche, e poi reblogga post tristi, magari scritti piangendo da una ragazza che passa giorno e notte sperando che qualcuno si accorga di lei, che qualcuno si accorga finalmente che ha bisogno di essere salvata perchè non ne puó più di sorridere per finta. E voi dite: ‘lei è quella ragazza che salva sempre tutti e nessuno è risposto a salvate lei.’
Ma salvare da cosa? Da cosa?
Sono i “veri” utenti di Tumblr che vanno salvati, gente vera, gente morta dentro ma con il più bel sorriso che ci sia, là fuori c’è gente con gravi problemi, gente depressa, gente che cerca in Tumblr uno sfogo e poi si trova davanti milioni di blog di bimbeminchia finte depresse.
Ma dove siamo finiti? E soprattutto, dove finiremo?
C’è davvero gente che odia il proprio corpo, e il proprio aspetto, qui.
E no, non sono quelle che: ‘mi odio così tanto.’ Ed hanno come icon una loro foto, magari pure mezza nuda, o con il rossetto rosso.
Gente che: ‘mi taglio, guardatemi, sono su tumblr, sono depressa.’
E postano loro foto, con due graffi sui polsi, che magari si sono fatte andando a sbattere da qualche parte neanche facendolo apposta.
Non potete nemmeno immaginare lo schifo che c’è nei miei occhi quando leggo di certe cose.
Quando ho conosciuto ragazze con così tanti tentativi di suicidio che non potete immaginare.
Davvero, ragazze, evitate di scrivere tutte queste stronzate se non avete davvero un problema. Qui ci si aiuta davvero, o almeno si tenta.
Ma voi non dovete essere salvate, voi andate in discoteca ogni sabato sera, voi avete 27 migliori amiche e 19 migliori amici, voi avete un album fotografico dove siete in costume su facebook intitolato: ‘Me’, voi non avete bisogno di Tumblr.
Non venitemi a dire cazzate, voi non odiate voi stesse, siete solo in cerca di attenzione.
Ma ormai, che posso fare io, che mi innervosisco con così poco. Ma sapete perchè? Perchè io non ne posso davvero più di vedere questa gente ovunque. Se vi tagliate perchè fa figo o perchè vi ha mollato il ragazzo, evitate di farlo c’è gente che lo fa perchè non ha più amici, una famiglia assente e si odia da morire.
Evitate di dire che siete bipolari: ‘ti odio, peró sono bipolare quindi ti amo.’ No, avete proprio sbagliato, non funziona così. Non avete una diagnosi di un medico, state zitte, ve ne prego.
Se dovete fare le finte anoressiche: ‘oggi non ho mangiato, sono grassa.’ E in 1 foto su 2, fate vedere il fisico. Non avete proprio capito un cazzo, c’è gente che si odia che non mangia per intere settimane perchè si vede grassa, perchè la chiamano grassa. Ma che volete saperne voi, avete amiche che vi dicono: ‘teso, sei bellissima.’ e voi rispondete: ‘tu di più amo!’
Provate a mettervi nei panni di quelle ragazze che ad un: ‘sei bellissima.’ fanno un sorriso finto e intanto pensano: ‘No, non lo sono affatto.’
Eh no, non è più il Tumblr di una volta. Ci stanno più persone con la maschera su Tumblr che ad una festa di carnevale.
—  ilmiocuorevuoletornareacasa
E come ci siamo ridotti,
io ho l'amaro in gola,
Rimestio di delusioni e parole taciute,
E non la sai,
non la sai la mia voglia di abbracciarti e chiederti che hai,
Quando ormai siamo lontani ma ancora uniti da un legame di giorni trascorsi a ridere e parlare,
Non sembri tu,
Dove sei finito?
Dove siamo finiti?
Forse è solo un'interruzione questa,
Un mancato periodo di complicitá.
—  cielonegliocchi

Eravamo così vicini. C'eravamo quasi.
Abbiamo lottato contro tutto e contro tutti. Ci siamo scontrati, feriti, a volte quasi odiati, chissà.
Però eravamo riusciti quasi a raggiungerlo, quell'orizzonte di felicità. Eravamo a tanto così.
Riuscivamo ad essere uniti in due camere separate, a vivere l'uno per l'altra, a fare di noi una meravigliosa possibilità.
Che cosa ci è successo? Dove siamo finiti?
Possibile che siamo finiti prima ancora di essere cominciati?