dove nessuno arriva

Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei bugiardo.
—  Io sono di legno, Giulia Carcasi.
I suoi passi? No non è lui. Anche di queste torture è fatta l’attesa.
Anche di segni che ti rendono folle e ansioso, di ossessioni e crudele desiderio di togliere libertà all’altro,di inchiodarlo a un tempo di morti dove nessuno attende e nessuno arriva… ma chi aspetta davvero è vivo, aspetta sempre con amore… con un eccessivo, sprecato, indicibile, ridicolo amore.
Aspetterà sempre e gli sembrerà di non aver fatto altro giorno dopo
giorno. Che i momenti in cui non aspetta, la quotidiana normalità non sia che un istante sospeso nel grande tempo dell’attesa… una lampada in una notte tempestosa… interminabile come questa… e forse…
I suoi passi? Sono i suoi passi?
—  Stefano Benni, Le Beatrici
Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.
—  Giulia Carcasi
Vi capita mai di pensare:  “come mai si comporta così?” Vi capita mai di desiderare di essere nella testa di qualcuno, conoscere tutti i suoi perchè, guardare a fondo, dove nessuno arriva mai. Vi capita mai di non soffermarvi all'apparenza? Di non pensare soltanto a quanto qualcuno sia “strano”, “antipatico”, “inadatto”, “sfigato”… no? Dovreste provarci.
—  Bianca Neve
Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.

Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.

Alcune volte,

ti nascondi,

ti nascondi

dove è buio

dove non arriva

nessuno

dove i pensieri

diventano

troppo grandi per te

e ti buttano giù,

laggiù

non brillano

i tuoi occhi

e ti senti troppo sola,

sembra

non esserci via d’uscita

dove ci sei tu,

ma non permettere

che i tuoi occhi

non brillino più

la tua anima

ha la più bella luce

che possa

esistere.

(Marco Polani)

Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.
Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.
—  Giulia Carcasi
Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.
—  Giulia Carcasi

Facciamo l'amore in macchina, in periferia, dove nessuno arriva a vederci. Oppure andiamo al parco, ci rotoliamo nell'erba, ridiamo a crepapelle, parliamo a vanvera, e tu mi ripeti che sono bella e io ti rispondo che sei un bugiardo.
— Giulia Carcasi