dorian-gray*

This Christmas, Katy Manning returns as Isadora alongside Alexander Vlahos and Hugh Skinner as Dorian and Toby for The Confessions of Dorian Gray: The Spirits of Christmas - a bumper festive two-part special!

More info can be found at: http://www.bigfinish.com/releases/v/the-confessions-of-dorian-gray—the-spirits-of-christmas-1196

Cuando somos felices siempre somos buenos, pero cuando somos buenos no siempre somos felices.
— 

El retrato de Dorian Gray Oscar Wilde.

+ Jocy’♥’

Drunk Scarecrow speaks the truth
  • Scarecrow:has it ever occurred to you that we could all be figments of your twisted imagination? Like, think about it. We all embody a fairy tale or a common fear. Joker is a clown, so is Harley Quinn. I'm dressed like a Scarecrow. Ever read the Wizard of Oz Bats? Jervis? Ah ah, who doesn't know about Alice in Wonderland? Eddie? The Sphinx. Hush? Your reflection in the mirror. Portrait of Dorian Gray. Harveeeeey? Jekyll and Hyde, bitch!
  • Batman:... Stop.
  • Scarecrow:Come on. You're a broken kid suffering from depression, PTSD, and you probably have a personality disorder as well as many other mental issues. Who knows? Maybe you're still ten years old and currently sitting in a room at Arkham? Maybe you're just catatonic, stuck in that inside world you created to convince yourself you could fix the past.
  • Batman:... You know, when you're drunk you don't even need your fear toxin to be scary.

anonymous asked:

Do you think by using literature as an avenue to the past you inevitably get a very warped perspective, dictated by the literate elites?

what a good question

 yes especially when we think of the literary (western) canon, being mostly male, straight, neurotypical, cis, white, and literate. I heard people at uni last year saying Virginia Woolf should only be read by “crazy women”! This is always going to be a problem concerning any literature from a culture with a strong oral tradition (i.e. the Celts), and of course history is written by the winners. It’s also a problem when we take into account censorship; The Picture of Dorian Gray was heavily censored because of its queer themes, for example (although I think later editions have reinstated the omitted parts?). 

  This is why private publishing has always been important and why such interesting language developed around codifying characters (i.e. Nick Carraway as queer or Gatsby as black) without having to say it explicitly. That said I would definitely say that yes, we do have a warped perspective. 

anonymous asked:

Potresti consigliarmi qualche libro sulla base di quello che leggi? Grazie mille :)

Domanda sempre difficile a cui rispondere. Facciamo una cosa: ti dò le mie impressioni sui libri che ho iniziato e terminato negli ultimi mesi (escludendo i libri di aforismi che comunque mi piacciono un po’ tutti):

- ultimamente sono in fissa con Oscar Wilde - l'avrai notato -, godibilissimo, ricco di ironia e acume. Vale per tutte le sue opere teatrali nonché per Il ritratto di Dorian Gray;
- È stato bello Il lupo della steppa di Hesse, di cui ovviamente è d'obbligo leggere Siddartha, che riprenderò in mano prima o poi, dopo vent'anni, credo. (ne ho diversi di Hesse, chissà quando riuscirò a leggere Il gioco delle perle di vetro… )
- Il libro dell'inquietudine di Pessoa è molto poetico, commuovente direi, ma lo consiglio solo a chi sta bene con sé stesso e in casa non ha una corda né ha intenzione di comprarla;
- la Woolf, col suo flusso di coscienza francamente mi fa aumentare un altro tipo di flusso;
- Calvino e il suo Se una notte d'inverno un viaggiatore mi ha snervato un po’.
- Il giovane Holden di Salinger è carino ma se hai diciassette anni e ami i berretti indossati al contrario. Se hai qualche anno in più.. Insomma…
- L'insostenibile leggerezza dell'essere non mi è piaciuto e ho fatto fatica ad arrivare alla fine;
- Che tu sia per me il coltello di Grossman è lì, col suo bel segnalibro che mi guarda dallo scaffale e dice:“ ma non je la fai proprio a leggermi ancora un po?”
- i libri dei vari filosofi… beh, se ti piace tanto la filosofia, sennò meglio Pino Caruso.

Sento che c'è altro ma è mezzanotte e mezza e non ragiono più. Magari domani aggiungo qualcosa.
Notte!

Ps. I Miserabili che te lo dico a fare.
Ogni impulso che tentiamo di soffocare si annida nella mente e ci avvelena. Commesso un peccato, il corpo se ne libera, perché l'azione è una forma di purificazione. Allora non resta che il ricordo di un piacere o il lusso di un rimpianto. L'unico modo per liberarsi di una tentazione è di cederle. Resisti, e la tua anima si ammalerà di nostalgia per le cose che si è negata, di desiderio per ciò che le sue mostruose leggi hanno reso mostruoso e illecito.
—  Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891 (Lord Henry)