disponibil

anonymous asked:

Dottore possiamo donare per l'urgenza del terremoto anche da altre regioni o no?

Mettiamola così: se siete donatori e avevate in previsione una donazione, andateci subito, soprattutto se siete di regioni adiacenti.

È molto più utile una sacca di sangue ‘fresco’ e subito disponibile sul luogo dell’emergenza ma non si può sapere quante ne abbiano e se dovesse scattare la richiesta di fornitura da zone limitrofe è bene che le banche siano rifornite.

2 settimane fa ho ordinato l’agenda per l’anno prossimo, non era ancora uscita, quindi ho fatto il preordine. La data di uscita era il 18 agosto e niente, ancora non è disponibile e il 26 settembre parto.
Sono super triste perché adoro quella agenda (è la stessa che ho utilizzato quest’anno) e non riesco a trovarne una che mi piaccia ugualmente.
La mia angoscia inoltre è aumentata da fatto che ne avevo ordinata una copia anche per una mia amica e quindi pure lei è in attesa adesso.
Amazon non deludermi e facciamo che domani spedisci :(

Certe volte mi viene da pensare che sono una calamita vivente per gli stronzi perché me le cerco pure io.
Può sembrar stupido ma io sono stata abituata a credere, fin da piccola, ai pirati più che ai principi azzurri.
Si perché mia madre invece di raccontarmi storie del tipo Cappuccetto Rosso o Cenerentola, si inventava delle verie e proprie fiction o serie tv, insomma chiamatele come volete ma io ci andavo pazza e la mia preferita si basava sulla storia di due pirati appunto. Daniel e Dimitri.
Daniel era quello bravo, generoso, disponibile con tutti, un pirata un po’ alternativo insomma, tipo Robin Hood che rubava ai ricchi per dare ai poveri. Lui rubava i tesori per poi offrirli alla gente del suo villaggio d'origine.
Dimitri invece, era quello cupo, tenebroso, scontroso con tutti, aveva fama di potere e il cuore duro come la pietra.
Indovinate a me chi piaceva?
Dimitri, ovvio.
Un giorno entrambi i pirati seppero che la principessa del regno più ricco del mondo era stata rapita da una banda di streghe che minacciavano il reame. C'era una ricompensa per chi ne usciva vincitore e quindi riusciva a salvare la fanciulla.
Per farla breve, i due ragazzi si scontrarono più volte per avere il primato sul bottino e cercarono di sconfiggere in tutti i modi le streghe finché un giorno Dimitri riuscì a prendere la principessa e renderla però sua prigioniera per avere dal re il doppio della ricompensa.
Ma sfuggì una cosa all'impavido pirata.
La ragazza riuscì a farlo innamorare nella sua innocenza e purezza, sciogliendo quel cuore di ghiaccio indurito dalle cattiverie della vita.
Non vi dirò il resto della storia perché poi succedono le migliori peripezie e il testo verrebbe troppo lungo, ma vi dico solo che chi cazzo se ne frega dei principi, dei ranocchi, io voglio il mio pirata.
E fin quando non l'avró trovato sarò prigioniera delle streghe.
—  solodiopuogiudicarmi

La scena che segue si è svolta su un volo della
compagnia British Airway fra Johannesburg e Londra.
Una donna bianca, di circa cinquant'anni, si siede
accanto a un nero.
Visibilmente agitata, chiama la hostess. “Qual è il
suo problema,signora?” chiede la hostess.
“Ma non vede?”, risponde la signora, “mi avete messo
vicino a un negro.
Non sopporto di restare a fianco di uno di questi
schifosi. Datemi un'altra poltrona”.
“Per favore, si calmi”, dice la hostess, “quasi tutti
i posti sono occupati. Vedrò se c'è un posto disponibile”.
La hostess si allontana e ritorna alcuni minuti più
tardi. “Signora, è come pensavo, nella classe economica non ci
sono più posti liberi.
Anche il comandante me l'ha confermato. Però c'è ancora un
posto in prima classe”.
Prima che la donna possa fare il benché minimo
commento, la hostess continua: “Nella nostra compagnia è del
tutto insolito permettere ad una persona in classe economica di sedersi in
prima classe.
Ma,viste le circostanze, il comandante trova che sarebbe
scandaloso obbligare qualcuno a stare seduto vicino ad una
persona tanto sgradevole”.
E rivolgendosi al nero l'hostess gli dice:
“Dunque, signore, prenda il suo bagaglio a mano perché
una poltrona di prima classe l'attende”.
E tutti i passeggeri lì attorno che, scioccati,
assistevano alla scena si alzarono e applaudirono.

Da tutti vengo presa per quella tranquilla, quella che non ha problemi, quella ingenua, quella troppo buona, quella a cui non sfiora l'idea dell'amore o del sesso, quella che non fuma, quella sempre felice e disponibile, quella che non soffre di nessuno “strano disturbo psicologico”, quella che sta sempre bene, quella che alle 2 di notte dorme tranquilla nel suo letto, quella che ha una famiglia perfetta, quella che indossa decine di braccialetti semplicemente perchè le piacciono, quella che ama la vita, quella che sta troppo sulle sue per fare nuove amicizie, quella che sta in silenzio perchè non ha nulla da dire, quella strana, quella che adora mangiare, quella che non ha problemi verso il suo aspetto…
Wow, sono davvero brava a recitare.
—  the-girl-with-ice-eyes
Lalalab 😍✌📷 12 stampe in regalo:

La migliore app di foto, a mio parere. Disponibile per Android e per IOS, semplicissima da usare, in pochi gesti potrete farvi mandare a casa foto in stile polaroid ad un prezzo di soli 0,39 € per ogni foto in pochissimo tempo. Se invece non vi interessano le stampe esistono altri tipi di formati come ad esempio le calamite, i calendari o le cartoline, ma comunque nell’app trovate tutte le spiegazioni. Con il codice PGTL0ODS avrete a disposizione 5 € di sconto sul primo acquisto, inserendolo prima del pagamento. Scaricatevela, non ve ne pentirete. 

😁😉

itunes.apple.com
Agust D by Agust D on Apple Music
Listen to songs from the album Agust D, including "Give It To Me," "Skit," "724148," and many more. Free with Apple Music subscription.

[TRAD ITA] 160816 TWEET DI BTS_OFFICIAL:

“Il Mixtape intero Agust D-‘Agust D’ Full è disponibile su Apple Music (US) (https://itunes.apple.com/us/album/agust-d/id1143454093 …)”

Traduzione a cura del Bangtan Italian Channel Subs (©Pecio)

youtube

Kento Yamazaki per la pubblicità di “Shadowverse”, una scheda di gioco digitale a multigiocatore disponibile su Apple Store e Google Store, progettato secondo lo stile del popolare gioco per computer “Heroes Hearthstone of Warcraft”. Il giiocatore completo riceve circa quattro schede diverse con caratteristiche e abilità sorprendenti, con un numero infinito di combinazioni possibili e irreali scontri animati.

anonymous asked:

Una delle due mie migliori amiche da quando avevamo 2 anni oggi non viene al cinema perché "deve guardarsi le olimpiadi" e l'altra perché la prima non c'è. È sempre così da quando sto con Lui e non so cosa fare...

non credo più al rapporto migliore amica da tempo ormai, alla fine vincerà sempre la gelosia, cosa sbagliatissima per me in un rapporto così, la convenienza, perché una delle due troverà sempre il modo di sostituirti, andando dove più le fa comodo e la falsità. Sono cose che con gli anni non ho mai voluto accettare e perdonavo, ma poi l'ho capito finalmente e per quanto deve essere difficile, si deve lasciar andare prima o poi. Nel tuo caso, non vorrei dirlo ma da quanto mi scrivi capisco che è così, poi magari mi sbaglio, il fatto che tu ti sia fidanzata influisce molto, alcune si sentono escluse anche e tu non le fai sentire così, poi però quando si fidanzano loro tu magari sei sempre disponibile

anonymous asked:

mi è stato diagnosticato il bipolarismo, io ho accettato questa realtà da poco,non è stato facile. Le poche persone che ho messo a conoscenza di ciò mi fanno sentire più malato di quanto sia realmente. Mi trattano quasi con pietà, mi rimangono accollati se non sono sicuri che abbia preso i farmaci. mi fanno sentire diverso, e inoltre la ragazza che amo,non da retta alle cose che dico, mi dice che ci sarà sempre e poi non c'è mai quando ho bisogno di lei. non riesco più a sentirmi, scusa lo sfogo

hai mai provato a parlare con loro di questo? dovresti farlo, sono le persone più importanti per te quindi dovresti metterle a conoscenza di come ti fan sentire trattandoti in questo modo.
non aver paura e per qualunque cosa puoi trovare disponibile anche me per parlare.