dimagrimento

TU VALI PIÙ DEL TUO PESO. A te che sei annoressica/o. A te che sei bulimica/o. A te che ami fin troppo mangiare. A te che odi il cibo solo perché lo ami troppo e ti fa paura. A te che hai un’ imnagine distorta del tuo corpo. A te che mangi troppo. A te che mangi poco o non mangi per niente. A te che la tua vita si basa su numeri scritti su una bilancia. A te che lotti ogni giorno con il cibo. A te che fai del cibo la tua vita,e ti privi delle vere gioie che la vita può offrirti. A te che conti ogni singola calorie. A te che hai schifo a guardarti allo specchio. A te che ti vergogni di metterti in costume. A te che non ti AMI abbastanza. SEI UNA PERSONA MERAVIGLIOSA.

Ad un mese dall'inizio della dieta.

Un mese fa pesavo 57.5, ora sono arrivata alla bellezza di 53.4

Comincio a piacermi un po’ di più e nessuno può più permettersi di chiamarmi ‘balena’, 'scrofa’ o 'vacca’.

Un tempo, ne ero consapevole e accettavo quel genere di insulti. Ora non più.

Sto meglio. Mi sento più bella e nessuno ha il diritto di rovinare il mio buonumore.

Gli asparagi: il dono della primavera
External image

Trovo che gli asparagi siano una delle golosità primaverili, anche se non spesso ho la fortuna di gustare quelli selvatici, ma mi devo accontentare di quelli di serra. Ormai si trovano tutto l'anno, e spesso quelli surgelati sono di ottima qualità, ma la stagione migliore per gustarli è questa: tra marzo e giugno. Sono diffusi in tutta Italia con varietà locali (tra cui D.O.P o I.G.P.) che possono essere valorizzate in cucina in modo diverso.

Golosità perché non si tratta di un prodotto economico, ma ne basta una quantità moderata per dare un gusto speciale a una pasta, a un risotto o a una frittata o, per chi ama ricette più elaborate, nei ripieni di pasta (ravioli, cannelloni, lasagne) o di carne (arrotolati, polpettoni di carne bianca). Quando sono di stagione sono fantastici anche solo lessati e conditi con olio e limone e accompagnano qualsiasi piatto di carne e di pesce.

Sicuramente vale la pena di mangiarli, oltre che per il gusto, anche per le proprietà nutrizionali.
Più ricchi di proteine rispetto agli altri vegetali, sono nutrienti, ma sono anche poco calorici. Sono ricchi di calcio e, per la presenza del potassio e la scarsa quantità di sodio, hanno un effetto depurativo e diuretico. Le fibre presenti sono particolarmente efficaci nella pulizia intestinale. Per questi motivi vale la pena di utilizzare anche quelli surgelati che mantengono tutte queste proprietà.
Contengono vitamine idrosolubili, per cui il modo migliore di cucinarli, per non disperdere le vitamine nell'acqua di cottura, è al vapore oppure si può riutilizzare l'acqua per risotti o minestre.
Sono tra gli alimenti più ricchi di folati, per cui ottimi in gravidanza, per chi si prepara a un concepimento o in tutte le condizioni di carenza (per esempio per malassorbimento intestinale o difficoltà epatiche).
L'unico difetto: talvolta può comparire, a causa delle scorie metaboliche emesse con le urine, uno sgradevole odore che scompare entro una giornata. Basta saperlo per non spaventarsi.

  • Energia 24 kcal
  • Proteine totali 3 g
  • Lipidi totali 0,1 g
  • Carboidrati disponibili 3 g
  • Fibra alimentare totale 2,1 g (di cui 0,49 g solubile)
  • Calcio 24 mg
  • Sodio 2 mg
  • Potassio 278 mg

Una curiosità: l'asparago bianco non è una diversa varietà, è un normale asparago raccolto prima che esca dal terreno, in modo da impedire la formazione della clorofilla (di colore verde) attraverso l'esposizione ai raggi solari.

Per approfondimenti:

quattro mesi fa non avrei mai pensato di poter mettere un vestito aderente, di quelli che mettono tutte le ragazze più magre in discoteca, MAI.
oggi l'ho provato, una S, e mi stava grande, il commesso mi ha pure detto che non avevano la XS purtroppo, dio.
mi sono sentita davvero bene!
alla tally sono riuscita ad infilarmi la trentasei europea!
sono proprio felice e sempre più vicina al traguardo, KEEP FIGHTING!

Oggi ero in classe.
Una mia amica si è chinata, seduta sulla sedia, per raccogliere una penna, e le si è alzata un po’ la maglietta.
Si intravedevano tutte le sue smagliature, frutto di mesi di digiuno/dimagrimento e conseguente abbuffate/ingrasso.
Io non ho detto nulla, di certo non mi metto a deridere qualcuno per un difetto (stupido) fisico.
Il mio compagno di banco, invece, ha iniziato a dire (dopo che le avevo fatto una foto, per scherzare) “le smagliature sono comprese nella foto?”.
Vedendo che lei non aveva sentito (o aveva finto di non sentire), l’ha ripetuto almeno dieci volte.
“Le smagliature sono incluse nelle foto?”
Non l’ha detto in tono cattivo, o per farla star male. Semplicemente per lui era una battuta come un’altra.
“Basta dirlo, dai”, gli ho detto. E lui, in risposta, ha affermato che “le smagliature fanno schifo”, sempre ridendo.
In momenti come questi ringrazio di essere diverso dai ragazzi di oggi, che pur di far ridere arrivano ad offendere una persona sulla cosa che più la far star male (in questo caso le smagliature, che le creano complessi).
PRECISO che la foto l’ho fatta perché le ho detto che le si vedeva il culo e lei rideva, non per sfotterla sulle smagliature.
Sono davvero l’unico ragazzo che riesce a capire su cosa scherzare e su cosa no?