dilaga

Temporal World by JailbaitJackdaw

The home of Dialga, the Temporal World is flowing with time, but not space. Existing only in three dimensions, it is unknown how the dragon pokemon moves from one place to another, as it appears to reach its destination in an instant. It is currently unknown how the methods of time-keeping work in this dimension. The clocks don’t follow normal time, the hourglasses flow endlessly, and while there is a sun, it doesn’t move, and the shadows on the sundial seem to use some other light source. The few who have been to this impossible world have later suffered migraines, difficulty walking, and extreme tunnel vision.

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/11/16/ebola-dilaga-in-mali-immigrato-dalla-guinea-fa-partire-nuovo-focolaio/

Ebola dilaga in Mali: immigrato dalla Guinea fa partire nuovo focolaio

image

Tutto è iniziato con un infermiere malato, il test alla positività per Ebola è arrivato solo dopo la sua morte. E’ avvenuto in una clinica privata che cura solo l’élite politica ed economica del Mali, nonché caschi blu dell’Onu feriti. E’ poi partita la caccia al paziente che ha trasmesso il virus.

Potrebbe essere un immigrato di 70 anni, morto dopo essere stato portato nella capitale dalla Guinea. Soffrica di insufficienza renale. Un amico che lo aveva seguito è morto in circostanze sospette, troppo.

Non era una malattia renale, hanno poi realizzato. Il 70enne aveva Ebola e tutti e tre i parenti che lo hanno portato alla clinica quella sera sono ora ricoverati in un centro di trattamento per Ebola in Guinea, dopo il ritorno a casa.

Venerdì scorso, le autorità sanitarie del Mali hanno disinfettato la moschea dove il corpo del 70enne è stato preparato per la sepoltura – quasi tre settimane fa. Troppo tardi.

“Sono passati 18 giorni da quando l’immigrato con Ebola è morto qui. E’ solo troppo tardi”, ha detto un residente, il suo viso pieno di preoccupazione.

Per quasi un anno, il Mali era stato risparmiato dal virus, nonostante il fatto che il Paese condivideva un confine poroso con la Guinea, paese in cui l’epidemia è dilagata. Probabilmente la guerra in Mali aveva tenuto fuori gli immigrati dal paese vicino.

Ora ci sono almeno tre morti confermati Ebola, e altri due morti nella capitale del Mali, Bamako sospetti. I residenti che hanno visto la carneficina da Ebola in Guinea ora temono il peggio.

I funzionari della sanità ora devono cercare di rintracciare non solo la famiglia e gli amici che hanno visitato il 70enne, ma anche le decine di persone che hanno preparato il suo corpo per la sepoltura e hanno partecipato al suo funerale. Oltre alle centinaia di persone incontrate durante il viaggio dalla Guinea: improponibile.

Tra le persone messe in quarantena ci sono circa 20 membri della forza di pace delle Nazioni Unite.


VoxNews

Vedete maschere mostruose perse nel terrore, vivete schiavi di visioni morbose per ore, volete forse assistere alle vostre madri che piangono,segnate dall'orrore mentre vi guardano? Il regno del male dilaga prendendosi vite innocenti, agghiaccianti i pensieri violenti degli adolescenti, a fari spenti nel tunnel.
—  NARCOS.
#NEEDmoreHELP

I santi sono già tutti presenti, li ho convocati uno a uno.
Mi hanno appena informata della posticipazione di un esame.
Dico, poi non lamentatevi se la quantità di disturbi psichiatrici dilaga tra gli studenti universitari…
Effettivamente mi sorge il dubbio che ci siano dietro interessi personali ed economici di professori di psicologia. Seems Logic.

Risolto l'arcano.

#NEEDmoreHELP
#andateveneaff

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/10/24/ebola-dilaga-primo-caso-in-mali/

Ebola dilaga: primo caso in Mali

Ebola continua a diffondersi. Le autorità del Mali hanno confermato il primo caso di Ebola nel paese africano.

Si tratta, riferisce il ministero della Sanità, “di una bambina immigrata di due anni proveniente dalla Guinea”.

Tutte le persone entrate in contatto con la bambina – ora in isolamento – sono state messe in quarantena.


VoxNews

Condie Ally - Matched vol.03. Reached. L'arrivo

Il viaggio di Cassia è iniziato con un errore, un momentaneo bug negli ingranaggi della altrimenti perfetta immagine che dà di sé la Società. Dopo aver attraversato canyon in territori remoti per tornare libera; ora aspetta, pronta per l'ultimo atto, che l'attesa finisca. Insieme alla ragazza anche Ky e Xander sono uniti dalla stessa missione: lavorare per l'Insorgenza, l'enigmatica organizzazione che vuole far capitolare la Società. Dopo anni di attività sotterranea, l'Insorgenza è finalmente pronta a lanciare il suo attacco. Un virus letale viene rilasciato nei corsi d'acqua e in breve tempo il genere umano inizia a morire: la malattia dilaga velocemente e la Società non ha le risorse per curare tutti; l'Insorgenza sì. Dimostrando che la Società non è così affidabile e organizzata come vuole apparire, la forza ribelle ne distrugge quindi il caposaldo, l'idea di perfezione. Ma quando il virus muta e nessuno, nemmeno l'Insorgenza, sa come curarlo, serviranno misure straordinarie per salvaguardare il mondo in pericolo. Una giovane donna si è scagliata contro chi minaccia di eliminare quel che c'è di più importante: l'amore, la famiglia, la possibilità di scegliere. La quieta rivoluzione di Cassia sta per esplodere in una ribellione globale.

epubhttp://j.gs/6401542/matched3epub

pdfhttp://j.gs/6401542/matched3pdf

Camera, mozioni seduta 16 luglio: Ottobre e altri -4-

Roma, 20 lug. (askanews) - In seguito a tali episodi non ha tardato a farsi sentire anche la voce dell'opinione pubblica trentina in merito all'accordo con lo stop al progetto life ursus. L'opinione pubblica si schiera a favore di una riduzione del numero degli orsi per far fronte ai pericoli che conseguono dalla presenza di tale nucleo sempre più numeroso in un territorio abitualmente frequentato da cittadini e turisti;
da ciò emerge la volontà in primis di tener conto della sicurezza dell'essere umano, riducendo il numero di esemplari presenti nell'area montuosa, con una prosecuzione del progetto in zone meno popolate e con maggiore espansione territoriale;
mentre la paura dilaga, numerose sono le persone che negli ultimi giorni espressamente chiedono alla politica di poter riavere indietro i loro boschi del Trentino dal momento che il numero di orsi i quali popolano l'area montuosa è incrementato in maniera sostanziale e sempre più si diffonde la paura tra le persone che hanno smesso di frequentare le aree montuose;
ad alimentare la paura numerosi episodi di aggressioni da parte degli orsi nei confronti dell'uomo, attacchi violenti che si sono riscontrati anche all'interno del centro abitato dove l'orso si sta avvicinando sempre più; (Segue)

anonymous asked:

Beh ad essere sinceri non male come posto ma preferirei vivere da qualche altra parte. Invece da te?

Io non posso lamentarmi, vivo abbastanza distante dal centro città e questo mi permette di non dover sopportare il becero populismo che dilaga tra i miei concittadini. Benché io ami gli abitanti della mia città è giusto ammettere quanto siano ignoranti alle volte, sebbene lo facciamo più per tradizione che per vera e propria maleducazione. 

Da me c’è il mare e io amo il mare, quindi diciamo che sebbene voglia esplorare il mondo l’origine dei miei assi cartesiani rimarrà comunque la mia città.

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/08/28/ebola-dilaga-msf-numero-morti-e-sottostimato/

Ebola dilaga, MSF: “Numero morti è sottostimato”

image

L’organizzazione MSF in Sierra Leone ha affermato: “Ogni giorno vediamo persone morire, ma non vengono conteggiate dal ministero della Sanità perché non c’è sempre la conferma dei test di laboratorio”.

Intanto, per l’Oms “in futuro ci potrebbero essere più di 20 mila contagi”.

E l’epidemia si allarga al Congo, dove ormai i morti sono già 13 su 24 contagiati e dilaga in Nigeria fuori la megalopoli di Lagos, dove un medico è stato infettato mentre prestava cure a un malato.
Una altro medico, questo rinfocola i timori che Ebola non sia controllabile attraverso la barriera delle tute protettive indossate dagli operatori.

Non parliamo nemmeno di quella sorta di tutine da imbianchini che vengono fornite ai nostri agenti durante gli sbarchi.

VoxNews – VERSIONE MANUTENZIONE

Il formicaio di Pechino

Per riuscire a raccogliere i suoi milioni di abitanti, Pechino si allarga all'infinito: è una città inondazione. Di stradetta in stradetta dilaga e ci si trova a camminare dentro un labirinto. Nella strada denominata una volta Morrison e adesso Huan Fu-cin, il movimento dei pedoni e dei ciclisti è tanto fitto da ricordare le formiche attorno all'ingresso della loro tana. Ma basta inoltrarsi in una qualsiasi stradetta per credersi nell'angolo più tranquillo d'un villaggio di campagna

Enrico Emanuelli, La Cina è vicina, Mondadori,1967

New Post has been published on http://www.piovegovernoladro.info/2015/07/14/lillegalita-dilaga-ma-se-il-tuo-cane-fa-la-pipi-in-strada-e-non-pulisci-ti-becchi-una-multa/

L'illegalità dilaga, ma se il tuo cane fa la pipi in strada e non pulisci, ti becchi una multa..

Fido fa la pipì per strada? Il suo padrone dovrà lavarla via, pena una multa che va dai 25 ai 500 euro. Accadrà a Piacenza, dove ieri il sindaco Paolo Dosi ha firmato l’ordinanza che prescrive, per i proprietari di cani, l’obbligo di lavare immediatamente con acqua (fatta eccezione per i periodi di gelo) le deiezioni liquide prodotte dai rispettivi animali su aree pubbliche o di utilizzo comune (strade, piazze, marciapiedi), nonché sui muri di affaccio di edifici anche privati e mezzi in sosta al margine della via. I piacentini dovranno inoltre assicurarsi che le deiezioni canine non lordino la soglia di immobili e su bocche di lupo delle cantine.

“Si tratta di un provvedimento – ha spiegato Dosi – da tempo invocato, a tutela del decoro e dell’igiene degli spazi condivisi. Nel pieno rispetto del benessere degli animali, quel che si chiede è, a maggior ragione nel periodo estivo, quel che si chiede è un comportamento che osservi le regole basilari della civile convivenza”.

Fonte: qui

Dall'albergo alla bancarella, a Roma dilaga il turismo illegale

Roma, 29 lug. (Labitalia) - Circa 5.000 strutture ricettive illegali che offrono oltre 25.000 posti letto non autorizzati, oltre 35.000 milioni di tassa di soggiorno sottratti ogni anno alle casse del Comune e oltre 200 milioni di evasione fiscale. Il turismo illegale a Roma è una vera e propria piaga che colpisce pesantemente l'erario ma anche le imprese oneste, quelle che lavorano nella legalità e nel rispetto delle regole.
Ma il ‘fatturato in nero’ del turismo romano non è composto solo da finti bed&breakfast: ci sono gli 'adescatori’ che vendono tour 'salta-la-fila’ per il Colosseo e il Vaticano, in così gran numero da creare un danno di immagine alla Capitale, guide straniere 'temporanee’ senza competenze che invece imperversano stabilmente per la città e nei musei; ci sono i 'tassinari’ non autorizzati che senza tassametro portano in giro turisti spesso ignari di viaggiare illegalmente, e ci sono anche i venditori di strada che senza licenza smerciano souvenir e ricordi di ogni genere della Città Eterna.
“Quello del turismo illegale nella Capitale è un fenomeno destinato ad aggravarsi se non si interviene sistematicamente con controlli e sanzioni”, dice a Labitalia Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma, che aggiunge: “Abbiamo stimato che, in vista dell'Anno Giubilare, a dicembre i posti letto abusivi potrebbero già essere raddoppiati e raggiungere la ragguardevole cifra di 50.000, a fronte dei 150.000 regolarmente autorizzati e registrati”.
Federalberghi Roma da anni denuncia la concorrenza sleale apportata da strutture improvvisate: “Non pagano l'Iva, tengono i dipendenti in nero, non pagano la tassa di soggiorno, lavorano in barba a tutte le norme sulla sicurezza, alla legge 626, alla normativa Hccp: è chiaro che si possono permettere -rimarca Roscioli- di offrire un posto letto a prezzi stracciati”.
Ma i danni che fa il sommerso sono enormi: “Non solo danni economici agli operatori che legalmente pagano le tasse e osservano le regole, ma anche -avverte- alle casse comunali e statali”. Non solo. Questo turismo 'in nero’ elude le più basilari regole sulla sicurezza: “Sono migliaia i turisti che non vengono registrati, che non compilano la scheda anagrafica e dunque -sottolinea- di cui non si sa nulla. E questo l'abbiamo fatto presente anche al Prefetto Gabrielli”.
Anche per questo, ricorda Roscioli, “abbiamo messo a disposizione delle Forze dell'ordine, della Polizia dei Carabinieri dei Vigili e così via, il nostro software che ci permette di monitorare gli annunci di posti letto illegali e abbiamo anche aperto un sito: turismoillegale.com”. “Ora -conclude-aspettiamo una convocazione per poter stabilire una collaborazione interforze per stroncare questo fenomeno”.
Tra i settori più “facilmente esposti” al fenomeno dell'abusivismo, come ricorda con Labitalia il presidente dell'Anva Confesercenti, Valter Papetti, c'è anche quello dei venditori ambulanti. “Gli ambulanti veri -sottolinea con forza Papetti- sono operatori di commercio su aree pubbliche con regolari autorizzazioni. Gli altri, invece, quelli che mettono la merce su un telo per strada non sono ambulanti, sono abusivi e danneggiano in primis noi, gli operatori regolari”.
Gli ambulanti romani, dice Papetti, “sono circa 7.000 e operano nei mercati rionali, nei mercati settimanali nelle fiere”. Un settore che ha la sua importanza, anche se “poco o niente è stato fatto per contrastare l'abusivismo”, aggiunge il presidente dell'Anva.
“Chiediamo continuamente al Prefetto e all'amministrazione capitolina di mettere in piedi una task force che possa contare sull'appoggio di più competenze perché -conclude Papetti- i Vigili urbani che sono quelli che spesso intervengono per primi, non hanno gli strumenti per procedere a una seria azione di contrasto all'illegalità”.
Anche il settore delle guide turistiche ha i suoi problemi, come spiega a Labitalia la presidente di Federagit Confesercenti - Federazione Guide Turistiche di Roma, Francesca Duimich: “Per quanto riguarda il fenomeno dell'abusivismo delle guide turistiche, è svolto soprattutto da stranieri e sta aumentando ogni anno. Alcuni sono di passaggio, accompagnando il gruppo, altri vivono in Italia. Senza competenze specifiche accertate, aggirano le norme del diritto europeo, che permette a chi è guida europea una prestazione 'temporanea ed occasionale’, e illustrano il nostro patrimonio culturale, creando un reale 'dumping sociale’, una vera e propria concorrenza sleale”.
Inoltre, dice la presidente Federagit, “spesso parlano della nostra identità culturale italiana per stereotipi, banalizzandola e a volte denigrandola”. “Le guide turistiche -precisa Duimich- sono una professione regolamentata, sono quasi tutte laureate, devono sostenere un esame serio per conseguire l'abilitazione e ottenere il tesserino professionale. E tra l'altro il 30% di quelle abilitate sono straniere. In una città come Roma, le guide continuano a studiare per tutta la vita, perché non si finisce mai di conoscere il suo sconfinato patrimonio”.
Il fenomeno denunciato da Duimich ha delle conseguenze pesanti per la categoria delle guide turistiche. “Capo-gruppo che provengono da altri Stati europei (sloveni e tedeschi in testa) prendono pochi euro per accompagnare il gruppo e per svolgere tutte le visite guidate previste nel tour del nostro Paese. Ma non lasciano in Italia né tasse, né contributi previdenziali. Una concorrenza insostenibile per noi che paghiamo le tasse e l'Inps in Italia”, dice Duimich, che porta avanti una battaglia per “un diritto europeo che consenta la corretta illustrazione del Patrimonio Culturale italiano e che non trasformi l'Italia dei Beni Culturali in una colonia da parte di chi vuole sfruttare questi Beni, ma non lasciare qui alcuna risorsa”.

I was literally almost crying when I saw this..

I forgot to reveal, I don’t really like Groudon. It never really appealed to me.. Dialga however does appeal to me, and I like it more than Groudon. I wanted Dilaga to win, but Groudon is a ground type and Dialga is weak to ground type moves.. So yea, Groudon wins,,

Lega: via permesso soggiorno e potestà genitori di spose bambine

Roma, 28 lug. (askanews) - “Via il permesso di soggiorno e la patria potestà ai genitori che obbligano i figli minori al matrimonio”. La Lega ottiene l'impegno al governo in una mozione a prima firma del deputato Marco Rondini.
“Il fenomeno dei matrimoni forzati dei minori dilaga in Turchia e Albania. Nel primo caso, nel solo 2013, si sono registrati 20mila casi di spose 16enni, negli ultimi dieci anni sono oltre mezzo milione. Dati che devono far riflettere gli sponsor dell'ingresso della Turchia in Europa a tutti i costi”, sottolinea la Lega, spiegando che la mozione prevede inoltre l'introduzione di una “fattispecie di reato specifica” contro madri e padri che spingono con violenza i figli minori a sposarsi. In premessa si citano i casi registrati negli altri paesi europei: 60mila in Francia, 3mila in Germania, tra i 5 e gli 8 mila in Gran Bretagna (nel 2011): “A dimostrazione - dice Rondini - di come il fenomeno dei matrimoni precoci e forzati sia direttamente proporzionale alla presenza di immigrati di religione islamica”.
La mozione prevede anche “il potenziamento della partecipazione italiana alle campagne internazionali contro l'aberrante fenomeno delle mutilazioni genitali, che coinvolge mezzo milione di donne in tutta Europa”. “L'immigrazione sfrenata ha portato nelle nostre città e in tutta l'Ue pratiche e rituali che violano i diritti umani, contro cui lo sforzo dei paesi e di tutta l'Europa deve essere unitario e massiccio”.

New Post has been published on Delusi Traditi e Incazzati

New Post has been published on http://delusitraditieincazzati.com/2014/11/17/dilaga-protesta-contro-immigrati-cittadini-scendono-in-strada-e-cacciano-i-rom/

Dilaga protesta contro immigrati: cittadini scendono in strada e cacciano i Rom

image

Lo chiamano il ‘mercato della munnezza’, ed è, come in altre città italiane, opera degli zingari: quelli che ‘vanno valorizzati’. Predano i cassonetti, con tutto quello che significa in termini di salute pubblica ed emergenza epidemie, e poi ‘espongono’ sui marciapiedi di piazza Leone, a Napoli, davanti all’ex Prefettura.

E l’ennesima ‘esposizione’, ieri, domenica, ha fatto esplodere la rabbia dei residenti. I residenti sono scesi in strada, più di cento, e hanno costretto gli zingari a sloggiare. E’ dal 2009 che la situazione è questa: da Bassolino a De Magistris.

“Non è questione di razzismo – spiegano – siamo stufi, riempiono i marciapiedi d’immondizia. Il Comune deve intervenire”. Il popolo deve intervenire.

VoxNews

tobasatu.com
Inter vs Madrid Perang Strategi

tobasatu,Guangzhou | Dua raksasa sepakbola Eropa Inter Milan dan Real Madrid siap bentrok di laga kedua ICC (International Champions Cup)2015 di Guangzhou, China, Senin (27/7) malam wib.

Sebelum bertarung di ajang ICC, Inter yang ditangani Roberto Mancini harus menuai kekalahan 1-0 dari raksasa Bundesliga Bayern Muenchen di turnamen Audi Cup. Kekalahan itu tentu saja tak ingin diulangi oleh skuad Inter.

Apalagi dilaga kali ini, mereka akan bertemu Real Madrid yang kehebatannya tak bisa dipandang sebelah mata. Tentunya pelatih Mancini yang membawa 25 pemain, seperti pemain baru Kondogbia, Xherdan Shaqiri dan strategi jitu untuk meredam permain lawan.

Di kubu lawan, Real Madrid yang ditukangi pelatih Rafa Benitez menjadi tim satu-satunya yang mengikuti turnamen ICC 2015 di dua tempat yaitu edisi Australia dan China (Tiongkok). Dilaga pertama Los Blancos menuai kekalahan atas AS Roma lewat adu penalti setelah bermain imbang 0-0 di waktu normal.

Namun dilaga kedua, Madrid yang menurunkan skuad utama dengan barisan depan diisi Benzema, Isco, Bale dan Ronaldo mampu melumat Man.City 4-1, sekaligus merengkuh thropy ICC edisi Australia.

Kehadiran beberapa pemain anyar musim lalu menjadikan klub asuhan Rafael Benítez ini makin ditakuti untuk lawan-lawannya. Perang strategi kedua pelatih tampaknya bakal tak terhindarkan lagi. Strategi pelatih manakah yang paling mumpuni, ada baiknya kita tunggu.(ts)

Susunan pemain
Inter Milan (4-4-2): Handanovic, Martin Montoya, Ranocchia, Murillo, Dimarco, Kovacic, Kondogbia, Brozovic, Hernanes, Palacio, Icardi. pelatioh: Roberto Mancini

Real Madrid (4-3-3): Casilla, Carvajal, Ramos , Varane, marcelo ,Kroos, Modric, Isco, Ronaldo, Bale , Benzema . Pelatih: Rafael Benitez