digestiones

Mi sa che è questo il mio limite: mi mancano le conclusioni, nel senso che ho l'impressione che niente finisca mai veramente. Io vorrei, vorrei davvero che i dispiaceri scaduti, le persone sbagliate, le risposte che non ho dato, i debiti contratti senza bisogno, le piccole meschinità che mi hanno avvelenato il fegato, tutte le cose a cui ancora penso, le storie d'amore soprattutto, sparissero dalla mia testa e non si facessero più vedere, ma sono pieno di strascichi, di fantasmi disoccupati che vengono spesso a trovarmi. Colpa della memoria, che congela e scongela in automatico rallentando la digestione della vita e ti fa sentire solissimo nei momenti più impensati.
—  Diego de Silva
La taglia sbagliata 60 modi per essere perfetta

1. Bevi un bicchiere d’acqua ogni ora. Ti farà sentire piena.
2. Bevi acqua ghiacciata. Il tuo corpo brucerà calorie per riportare l’acqua a una temperatura adatta per la digestione. È anche ottimo per la tua carnagione.
3. Bevi 3 tazze di tè verde al giorno. Aiuterà a dare una spinta al tuo metabolismo, in più è antiossidante, rende più bella la pelle.
4. Assumi vitamine ogni giorno. Non assumerle a stomaco vuoto, altrimenti non hanno nulla con cui catalizzarsi.
5. Mangia ghiaccio o gomme da masticare quando hai fame. Questo farà pensare al tuo corpo che ha ricevuto cibo ma senza calorie.
6. Fai aerobica fino a sentirti venire meno.
7. Mangia cibi piccanti. Accelerano il tuo metabolismo.
8. Fai delle docce fredde perché il tuo corpo brucerà calorie per riscaldarti.
9. NON assumere lassativi. Non ti aiutano a perdere peso.
10. NON assumere diuretici. Ti disidratano e basta.
11. Lavati costantemente i denti, così non sarai tentata di mangiare in seguito.
12. Lega un elastico attorno al polso e fallo schioccare quando vuoi mangiare.
13. Pulisci qualcosa di schifoso (bagno, secchio dell’immondizia, lettiera del gatto, armadio del tuo ragazzo) quando hai voglia di mangiare. Non avrai più voglia di mangiare dopo aver pulito.
14. Mantieni i tuoi capelli in buone condizioni, così nessuno sospetterà nulla.
15. Trova un lavoro, così avrai da lavorare durante l’orario dei pasti.
16. Fai esercizio il doppio dell’ammontare delle calorie che hai mangiato.
17. Usa piatti e posate piccole, ti sembrerà di aver mangiato di più.
18. Mastica minuziosamente ogni boccone di cibo e bevi un sorso d’acqua fra un boccone e l’altro. Ti sentirai piena velocemente senza aver mangiato molto.
19. Racconta che stai andando a mangiare a casa di un’amica e invece vai a camminare. Brucerai calorie anziché assumerne.
20. Compra dei vestiti di taglie più piccole e appendili dove li puoi vedere. Ti motiverà a perdere peso per poterli indossare.
21. Dormi almeno 6 ore a notte. Dormire meno di 6 ore diminuisce il tuo metabolismo del 15 %.
22. Se incominci a sentire fame fai addominali o datti dei pugni nello stomaco. Non sentirai più fame.
23. Viziati! Fai una maschera, mettiti lo smalto sulle unghie, tutto ciò che ti fa sentire carina.
24. Preparati uno snack, ma anziché mangiarlo gettalo via. Lascia il piatto sporco dove i tuoi genitori lo possano trovare, così penseranno che tu abbia mangiato.
25. Preparati una lista di scuse per cui non puoi mangiare: sei malata, sei vegetariana, sei allergica, ecc. Ti meraviglierai per quante scuse esistano.
26. Esci di casa! Sei non ci sei nessuno può infastidirti per il fatto che non mangi.
27. Frequenta un gruppo pro-ana o crea un tuo sito web personale. Qualsiasi cosa che ti mantenga motivata.
28. Fai un album Ana con ritagli di modelle magre. Scrivi sotto tutte le ragioni per cui desideri perdere peso. Segna tutto ciò che mangi. Sfoglialo ogni giorno per ispirarti a dimagrire.
29. Mantieniti la postura eretta, brucia il 10 % di kcal.
30. Invece del cibo compra qualcos’altro, una nuova maglietta, fiori, bigiotteria.
31. Fai una lista di tutti i cibi “cattivi” che desideri insistentemente e fai attenzione quando li mangi. Ogni giorno, scegline uno da togliere assolutamente dalla tua dieta, non importa quale, non mangiarlo più. Togline uno dalla lista ogni giorno fino a quando non ci saranno più cibi “cattivi” che ancora assumi.
32. Evita l’alcool! Un cicchetto di liquore ha 100-120 kcal, un bicchiere di vino ha 80 kcal, una piccola birra 110-120 kcal, e una birra normale 140-170 kcal.
33. Non mangiare mai nulla più grande di circa una tazza, il tuo stomaco si espanderebbe e poi avresti ancora fame.
34. Mangia nuda di fronte a uno specchio. Guarda quanto potrai mangiare in seguito!
35. Pare che l’odore del caffè sopprima l’appetito.
36. Truccati la bocca perfettamente. Ti renderà più conscia di cosa metti in bocca. Inoltre, quelli ai gusti aiutano con ciò che desideri insistentemente.
37. Fai 6 piccoli pasti al giorno. Prendi 2 mele, e dividile così da avere 6 pasti. In questo modo ingannerai il tuo corpo, il quale penserà che sta mangiando di più.
38. Una cioccolata bollente a contenuto calorico ridotto, domina il desiderio di cioccolata e ti fa sentire piena.
39. Assumi pillole contro il bruciore di stomaco se hai molta fame. Neutralizzeranno l’acido che si forma e ti fa sentire affamata.
40. Prendi una tua foto in cui indossi un costume da bagno o qualcosa di simile che riveli il tuo corpo. Guardala ogni volta che vuoi mangiare.41. Ci vogliono 20 minuti affinché il cervello realizzi che lo stomaco è pieno.
42. Quando hai i crampi per la fame,arricciati come una palla,li farà andare via.
43. Se sei una fumatrice ed hai fame, accenditi una sigaretta. Dominerà il tuo appetito.
44. Mangia molte fibre. Ti fan sentire piena e portano via il grasso dal tuo corpo quando andrai di corpo. La naturale pulizia dell’intestino aiuta sia il tuo livello di energia sia la tua sensazione di benessere.
45. Prima di precipitarti su quella torta, busta di patatine, caramelle, o quel che sia, fai un grosso respiro e conta fino a 100. Di solito prima ancora che sei arrivata a 100 avrai convinto te stessa che non ne hai veramente voglia.
46. Quando hai fame bevi velocemente 2 bicchieri (o quanti te ne servono) di acqua liscia. Ti sentirai così sazia e nauseabonda che avrai completamente perso l’appetito.
46. Il sedano brucia calorie. Ogni ora mangiane un gambo. Non solo ti sazierà ma contribuirà a velocizzare il tuo metabolismo.
47. Pesati sempre prima e dopo aver mangiato. Non solo eviterai di mangiare cose superflue ma ti verrà voglia di mangiare meno ogni volta che vedrai che i numeri sulla bilancia crescono.
48. Leggi sempre le tabelle nutrizionali. Ricorda senza grassi non vuol dire senza calorie. Inoltre tieni d’occhio la quantità di fibre che gli alimenti contengono. Mangia più fibre che puoi invece taglia calorie e grassi.
49. Non mangiare tanto e tutto insieme. Dividi il cibo durante il giorno. Questo ti aiuterà ad evitare le abbuffate e velocizzerà il tuo metabolismo.
50. Se ti piace bere alcolici,questa idea ti piacerà. Datti una regola:Puoi bere solo se perdi 1 chilo,quindi se perdi 2 chili a settimana puoi bere sia venerdì che sabato sera,se invece hai perso solo 1 chilo puoi bere solo una sera!
51. Non mangiare davanti alla televisione o al computer. Ti distrae dal senso di sazietà.
52. Salva i soldi che avresti dovuto spendere per un pasto in un barattolo. Oppure salva i soldi in una bottiglia trasparente e guarda ogni giorno i soldi che aumentano.
53. Stai alla larga dagli alimenti definiti “sicuri” come ad esempio gli snack della “pesoforma”. Dai un occhiata alla tabella alimentare e capirai il perché. Con le stesse calorie e carboidrati sarebbe la stessa cosa andare a mangiare un pezzo di una fottuta torta. Per non parlare dei prezzi ridicoli di questi alimenti “sicuri”… Salva i soldi e le calorie.
54. Invece di comprare del cibo, con gli stessi soldi comprati dei fiori. Il cibo è deprimente, i fiori ti renderanno felice.
55. Quando hai i crampi allo stomaco per la fame bevi un paio di bicchieri d’acqua con qualche fetta di limone e conta fino a 100…dovrebbero andare via.
56. Mangiare 100 calorie 4 volte al giorno è meglio che mangiare 400 calorie tutte insieme in un pasto.
57. Un abbuffata occasionale non ti farà male, soprattutto se hai smesso di perdere peso, il tuo corpo penserà che hai smesso di digiunare e perderai sicuramente mezzo chilo il giorno dopo! Ma non abbuffarti regolarmente!
58. Se ti fai un bagno in acqua ghiacciata per 15-30 minuti, la tua temperatura corporea si abbasserà e brucerai sulle 200 calorie per far salire di nuovo la tua temperatura corporea ad un livello normale.59. Non esagerare mai, potrebbero accorgersene.
60. Nega sempre

Dedicato ai maschi e a chi ha pietà di loro

Ho scoperto che l'altezza a cui avvolgi l'asciugamano dopo la doccia subisce una sinistra evoluzione col passare degli anni. Ho isolato 3 fasi:
- dai 20 ai 30 anni lo avvolgi praticamente appena sopra l'armamentario; il capello è bagnato, i movimenti quasi tutti inutili, tipo sollevare roba inesistente o cercare vestiti dentro il frigo; l'atteggiamento è finto négligé: ogni scusa è buona per deambulare il più possibile, anche con -10, anche in direzione catasto;
- dai 30 ai 40 lo avvolgi a guisa di pancera contenitiva del dottor Gibaud, tra l'altro con conseguenze nefaste per la digestione della prima colazione, l'unico pasto che ormai consumi senza sentirti colpevole come un brufolo prima della festa d'istituto; lo fai soprattutto per te stesso, perché, se panza non si vede, cuore non duole e se inganni te stesso anche il mondo crederà che sei ancora il ragazzotto di un tempo, mentre nel frattempo l'acidità ti corrode l'anima;
- dai 40 in avanti ti agguanta l'inesorabile esigenza di girare l'asciugamano sopra le tette: è l'inizio dell'abisso Signora Coriandoli.

POST TRADOTTO

Prevenzione abbuffate

1. Ogni volta che mangi (mangiare normale), fermati durante il pasto e conta fino a 100 o metti giù il cibo e fai qualsiasi altra cosa per almeno un minuto. Questo ti aiuterà a praticare il controllo sul mangiare e renderà più facile fermarsi quando cominci ad abbuffarti.

2. Se vivi da solo, non tenere cibi “cattivi” nella tua casa. Se ci sono cose su cui sei tentato di abbuffarti, copri la scatola con un thinspo in modo che siano visibili solo i valori nutrizionali.

3. Se inizi ad abbuffarti, getta immediatamente il resto del cibo nel gabinetto e tira lo sciacquone. Il cestino può funzionare ma il gabinetto è meglio perché non c'è modo di tornare e prenderne un altro morso. Ti sentirai molto potente e sotto controllo. Non è sprecare il cibo perchè tutto finisce in bagno comunque!

4. Cerca di allontanarti dal pensiero di tutto o niente. Un errore non rovina tutto il giorno e non importa quello che hai già mangiato e metà di una scatola è una differenza enorme rispetto a una scatola intera. Ogni caloria conta! Invece prova a salvare il resto della giornata con le calorie negative e l'esercizio in modo da terminare in un buon modo.

5. Mai dire, farò meglio domani. Dire, farò meglio adesso!

6. Se ti trovi ad abbuffarti tutto il tempo o senti costantemente la voglia di farlo, prova ad aumentare l'assunzione calorica giornaliera. Un assunzione giornaliera di 600 calorie che è possibile mantenere è migliore di un assunzione giornaliera di 400 con un paio di 1000-calorie di abbuffate.

7. Prova a pensare ad altri alimenti se una particolare voglia è troppo intensa, così si passa alla voglia dell'altro cibo che hai pensato e poi puoi distrarti da quello.

8. Se non vuoi aumentare le calorie, prova ad aumentare la frequenza dei pasti senza aumentare l'apporto calorico. Se hai meno fame, pensa più razionalmente a ciò che mangi, anche se consumi poche calorie. Controlla la lista dei “safe foods” per gli snack per tenerti in ​​pista.

9. Un picco improvviso di calorie o di assunzione di cibo può effettivamente aiutarti a superare i momenti in cui la perdita di peso si arresta per nessun motivo apparente, aumentando il metabolismo e la digestione e contribuendo a portare il tuo corpo fuori dalla modalità di sopravvivenza. Tuttavia, mantenilo controllato, decidi cosa e quanto mangiare in anticipo, e scegli gli alimenti con valore nutrizionale. Fai attenzione a questo se sei soggetto a mangiare compulsivamente. Anche questo metodo non è sempre prevedibile e si può anche prendere peso, soprattutto se l'aumento di calorie è troppo drastico o se il tuo metabolismo è danneggiato o rallentato.

10. Se ti abbuffi, non ti abbattere e inizia subito a pensare in modo proattivo e distrarti con pensieri e attività positive. I pensieri negativi, soprattutto i sensi di colpa, possono diventare un ciclo di pensieri e comportamenti dannosi. Fai qualcosa che ti fa tornare a concentrarti solo su ciò che stai facendo ora e nel prossimo futuro.

11. Il mangiare emotivo è una delle cause principali dell'aumento di peso. Il mangiare emotivo accade quando associ inconsciamente il cibo con un'emozione, come l'amore, il comfort, la sicurezza, ecc. Se sospetti di mangiare emotivamente, registra le tue emozioni insieme al tuo cibo, concentrandoti in particolare su quelle che si verificano prima, durante e dopo mangiato. Identificando i sentimenti che hanno portato ad una abbuffata puoi identificare ciò che il cibo rappresenta per te e trovare qualcosa per sostituirlo.

12. Compra un paio di buste di verdure miste crude. Prima di abbuffarti, è necessario mangiare uno o entrambi i sacchetti. Potrebbe essere anche necessario mangiare una porzione di riso integrale. Ormai dovresti essere troppo pieno per abbuffarti, o se ne hai ancora voglia, mangia solo un po’ di cibo “cattivo”.

13. Ogni volta che cucini il cibo, sistematelo attentamente in modo che sia bello. Questo ti aiuterà a prestare maggiore attenzione al tuo cibo e quanto stai mangiando. Inoltre ti dà il tempo di riconsiderarlo.

14. Mangia nello stesso posto ogni giorno. Al tavolo è meglio, non nella tua stanza o davanti al televisore o al computer. Concentrati soprattutto sui primi tre morsi, dopo il piacere di mangiare cessa. Mastica ogni boccone con attenzione, 10-30 volte, e conta. Queste sono buone abitudini che ti aiuteranno a cessare l'abbuffata o almeno a rallentarla.

15. Permettiti di avere una porzione di un cibo che desideri. Pianifica in anticipo quando lo farai e quanto spesso ti viene permesso di farlo (una volta alla settimana, una volta al giorno, ecc.). Anche i prodotti da pasticceria e quelli ad alto contenuto calorico saranno probabilmente sotto le 400 calorie. È possibile regolare il resto del cibo del giorno a seconda del cibo desiderato. Questo ti terrà lontano da abbuffate indotte dalla privazione e ti insegnerà a indulgere in un modo controllato e pre-pianificato.

OREGANO

El orégano (Origanum vulgare) es una planta originaria de la región mediterránea. Como la gran mayoría de las plantas aromáticas, el orégano es conocido mundialmente en el ámbito culinario sobre todo. A nivel industrial es utilizado en la perfumería y en productos de tocador; en la medicina, en la elaboración de sedantes, antiespasmódicos, expectorantes y antirreumáticos.

De acuerdo a múltiples estudios se ha demostrado que esta sencilla planta, más allá de agregar un delicioso sabor a nuestros alimentos, es una hierba que cuenta con una gran cantidad de antioxidantes. Se ha revelado que tiene cuarenta y dos veces más actividad antioxidante que las manzanas, doce veces más que las naranjas y cuatro veces más que los arándanos. Entre los aceites volátiles de esta especie se encuentra el timol y el carvacrol, los cuales son muy potentes para inhibir el crecimiento de bacterias como el estafilococo áureo (Staphylococcus aureus). Asimismo, el orégano es una hierba llena de diversos nutrientes como calcio, potasio, hierro y magnesio. También es rico en fibra dietética y puede ayudar a disminuir los niveles de colesterol malo en sangre.

Aquí te platico sobre algunos otros beneficios que puedes obtener a través del consumo del orégano:

·         Esta hierba posee beta-cariofilina, sustancia que, de acuerdo a múltiples estudios, ha demostrado ser muy favorable para tratar problemas como la osteoporosis y la arteriosclerosis, ya que ayuda a evitar la inflamación.

·         Al estimular la función biliar es muy útil para tratar problemas de estreñimiento; de igual forma agiliza las digestiones lentas, por lo que tomar un té después de una comida pesada puede resultar muy conveniente.

·         Por sus propiedades expectorantes es muy útil para tratar problemas bronquiales en general y casos de tos excesiva.

·         Es un potente antioxidante, lo que lo convierte en un buen aliado para proteger a las células del daño oxidativo; por lo mismo, previene de enfermedades crónico-degenerativas tales como el cáncer, enfermedades cardiovasculares y diabetes.

·         Tomado en infusiones favorece la circulación sanguínea, ya que actúa como un antiinflamatorio, previniendo además la aparición de trombos y aliviando los dolores de cabeza ocasionados por una mala irrigación de la sangre al cerebro.

·         Posee una acción estrogénica natural, lo que ayuda a las mujeres a sentirse mejor durante la menopausia. Asimismo, las protege contra los daños de la osteoporosis.

·         Tiene propiedades antimicrobianas -el carvacrol es un compuesto que se encuentra en el aceite de orégano, el cual tiene la capacidad de matar virus, hongos y bacterias (entre ellas la salmonela o la Candida albicans), así como evitar su crecimiento-.

·         Debido a sus propiedades sedantes resulta muy indicado para tratar problemas de ansiedad, nerviosismo y dificultades para conciliar el sueño. Tomar una infusión una hora antes de ir a la cama puede ayudar mucho, así como cuando te encuentres nerviosa o ansiosa.

Una porción de 15 g de orégano te brinda:

·         21 kcal

·         Grasas totales: 0.8 g

·         Proteínas: 0.7 g

·         Carbohidratos: 4.5 g

·         Fibra: 3 g.

·         Niacina: 0.4 mg

·         Folato: 19 mcg

·         Magnesio: 19 mg

·         Potasio: 117 mg

·         Calcio: 110 mg

·         Hierro: 3 mg

·         Betacaroteno: 288 mcg

Sobre los consejos prácticos, te puedo comentar que el orégano es una hierba fácil de cultivar y puedes plantarlo en una maceta en tu cocina. Las hojas se secan bien y pueden conservarse en un recipiente de vidrio que cierre de manera hermética. Cambia el orégano seco por lo menos cada tres meses, ya que con el tiempo tiende a perder su aroma y sabor. Ésta es una de las hierbas aromáticas que suele incluirse en la mezcla de hierbas provenzales, por ejemplo. Combina especialmente bien con los huevos, tomates, cordero y pollo.

El orégano también puede ser un aliado de tu belleza; aquí un remedio para tratar la celulitis.

Ingredientes: 2 cucharadas de hojas de orégano, aceite de oliva extra virgen, 2 cucharadas de aceite de coco.

Modo de preparación:

1.   En un mortero machaca las hojas de orégano y colócalas en un frasco de cristal con tapa hermética.

2.   Agrega el aceite de oliva hasta que las hojas se cubran -al ras-.

3.   Cierra herméticamente el frasco y deja macerar en un lugar oscuro y fresco por tres semanas.

4.   Pasado el tiempo, cuela con un colador para quitar las hojas y deja el remanente en el mismo frasco.

5.   Agrega las cucharadas de aceite de coco y mezcla bien.

6.   Este aceite es el que vas a aplicar con movimientos circulares en las zonas atacadas por la celulitis; deja actuar por una hora.

7.   Para mejores resultados, en la regadera masajea con un jabón de algas marinas de manera circular y retira con abundante agua tibia.

8.   Si recurres a este remedio diario y lo combinas con una dieta baja en grasas y algo de ejercicio, pronto te olvidarás de esta horrible celulitis.

Ahora ya sabes que el orégano no solo es un auxiliar en tu cocina, también puede hacer muchas cosas por tu salud y belleza.

Recuerda… ¡tú generas el cambio!

 

* * *

1.Bevi un bicchiere d’acqua ogni ora. Ti farà sentire piena.
2.Bevi acqua ghiacciata. Il tuo corpo brucerà calorie per riportare l’acqua a una temperatura adatta per la digestione. 
3.Mangia ghiaccio o gomme da masticare quando hai fame. Questo farà pensare al tuo corpo che ha ricevuto cibo ma senza calorie.
4.Fai delle docce fredde perché il tuo corpo brucerà calorie per riscaldarti.
5. Lavati costantemente i denti, così non sarai tentata di mangiare in seguito.
6.Lega un elastico attorno al polso e fallo schioccare quando vuoi mangiare.
7.Mastica completamente ogni boccone di cibo e bevi un sorso d’acqua fra un boccone e l’altro. Ti sentirai piena velocemente senza aver mangiato molto.
8.Racconta che stai andando a mangiare a casa di un’amica e invece vai a camminare. Brucerai calorie anziché assumerne.
9.Se incominci a sentire fame fai addominali o datti dei pugni nello stomaco. Non sentirai più fame.
10.Preparati uno snack, ma anziché mangiarlo gettalo via. Lascia il piatto sporco dove i tuoi genitori lo possano trovare, così penseranno che tu abbia mangiato.
11. Fai una lista di tutti i cibi “cattivi” che desideri insistentemente e fai attenzione quando li mangi. Ogni giorno, scegline uno da togliere assolutamente dalla tua dieta, non importa quale, non mangiarlo più. Togline uno dalla lista ogni giorno fino a quando non ci saranno più cibi “cattivi” che ancora assumi.
12.Non mangiare mai nulla più grande di circa una tazza, il tuo stomaco si espanderebbe e poi avresti ancora fame.
13. Se sei una fumatrice ed hai fame, accenditi una sigaretta. Dominerà il tuo appetito.
14.Prima di precipitarti su quella torta, busta di patatine, caramelle, o quel che sia, fai un grosso respiro e conta fino a 100. Di solito prima ancora che sei arrivata a 100 avrai convinto te stessa che non ne hai veramente voglia.
15.Quando hai fame bevi velocemente 2 bicchieri (o quanti te ne servono) di acqua liscia. Ti sentirai così sazia e nauseabonda che avrai completamente perso l’appetito.
16. Stai alla larga dagli alimenti definiti “sicuri” come ad esempio gli snack della “pesoforma”. Dai un occhiata alla tabella alimentare e capirai il perché. Con le stesse calorie e carboidrati sarebbe la stessa cosa andare a mangiare un pezzo di una fottuta torta. Per non parlare dei prezzi ridicoli di questi alimenti “sicuri”… Salva i soldi e le calorie.
17.Se ti fai un bagno in acqua ghiacciata per 15-30 minuti, la tua temperatura corporea si abbasserà e brucerai sulle 200 calorie per far salire di nuovo la tua temperatura corporea ad un livello normale.

Avvertenza - numero 18

La scrittura è per me un modo per deglutire tutto. Durante il processo di deglutizione catalizzo, condenso, precipito e scrivo. Elimino. Quello che rimane qui potete ben immaginare cosa sia, dunque, a fine digestione. Scorie. Sublimi scorie. Purificazione del corpo, fino alla prossima.

Io vorrei, vorrei davvero che i dispiaceri scaduti, le persone sbagliate, le risposte che non ho dato, i debiti contratti senza bisogno, le piccole meschinità che mi hanno avvelenato il fegato, tutte le cose a cui ancora penso, le storie d’amore soprattutto, sparissero dalla mia testa e non si facessero più vedere, ma sono pieno di strascichi, di fantasmi disoccupati che vengono spesso a trovarmi. Colpa della memoria, che congela e scongela in automatico rallentando la digestione della vita e ti fa sentire solissimo nei momenti più impensati.
—  Non avevo capito niente - Diego De Silva
Stomacheic.

Sarà l'effetto della seconda canna della serata, ma mi sono ritrovato a riflettere su alcune brutte sensazioni che frequentemente stravolgono la mia digestione.

1. L'attesa.
A distanza di un mese da qualche evento importante (incontri, visite mediche, colloqui, rimpatriate…) il mio stomaco comincia a darmi dei segnali:
«Hey, Stefano! Il giorno si avvicina, beccati un po’ di acidità in omaggio questo pomeriggio!»

2. I malintesi e la cattiveria in serie tv e film.
Pure Lizzie McGuire e Raven riuscivano a farmi incazzare, che nemmeno l'happy ending era più in grado di risollevare la situazione:
«Hey, Stefano! Hai visto cosa succede ad essere troppo buoni? Te lo prendi nel culo! Eccoti un po’ di acidità in omaggio questo pomeriggio!»

3. I divertimenti altrui.
Tutti che escono, ballano, si strusciano, si toccano, trombano, e io che resto a casa a guardare Game of Thrones ammazzandomi di canne in compagnia del gatto.
«Hey, Stefano! Loro sono più fighi di te con una vita più figa della tua ed è giusto te lo facciano notare continuamente, in modo da poterti regalare la tua dose quotidiana di acidità!»

4. I desideri infranti.
Non vuoi altro che la fetta di cheesecake ai frutti di bosco che fanno solo in quel bar; ti cambi, prendi la macchina e il locale è chiuso, o peggio ancora… è rimasta solo la torta alle nocciole, proprio quella a cui tu sei allergico.
«Hey, Stefano! Invece di una torta, che ne dici di riempire il tuo stomaco con una bella acidità?»

5. La ripetitività di un'azione.
Questa sensazione è fastidiosissima. Quando faccio qualcosa per molto tempo, come un esercizio per rafforzare il polpaccio o semplicemente scrivere un riassunto a mano, il mio stomaco comincia a farmi capire di smettere, che quell'azione mi sta, nonostante non sia eccessivamente faticosa, infastidendo l'organismo in qualche modo.
«Hey, Stefano! Smettila di essere così operativo! Questo mondo non è fatto per gente in gamba; continua ad essere pigro e smettila subito, altrimenti ti faccio sentire vibrazioni dappertutto»

Siete pessimi quanto me, vero?

Ti arancio io!

Chi vuol comprare la tua anima, dalla bancarella prende tutto il frutto: polpa e scorza. Più la digestione è laboriosa, maggiore è il quantitativo di vita vera metabolizzata. Organicità dei rapporti, inesorabilità dell'amore vero.

Wholels

La remora è uno strano animale, chi lo dice grasso e nero come un’anguilla (Eliano, Nat. anim., II, 17), chi (Plinio, Nat. hist., IX, 41) piccolo e dimorante tra le rocce del fondo marino tra cui si mimetizza. In greco si chiama echeneis, «che trattiene le navi». Se si attacca alla chiglia di una nave, la nave non va più avanti. Non si sa perché lo faccia e come possa farlo. Anche se tira un gran vento o se remano tutti i rematori, la nave sta ferma come fosse ancorata; allora si manda giù un ragazzo che nuota sotto la nave a cercare la remora. Muciano dice che è una conchiglia di circa trenta centimetri.
Ma la remora ha il potere di fermare tutto, anche le cause legali, attaccandola al banco del giudice in tribunale; di impedire le nozze, attaccandola alla casa della promessa sposa (o dello sposo), dove da quel momento tutto rallenta, rallenta la digestione, rallenta la cottura dei cibi (vedi lo pseudo Eliano), rallenta il sonno, per cui in quella casa si dorme moltissimo e al mattino ci si sveglia come rallentati, un’ora per decidersi se alzarsi o no, poi si fa colazione, e anche il latte non si decide mai a bollire, di modo che è già l’ora di pranzo e tanto vale spegnere il latte e mettersi a cucinare, ma quando il pranzo è pronto, è quasi l’ora di cena, per cui invece di far colazione si cena, la quale poi si prolunga tanto che è già il giorno dopo, e tutto per via della remora attaccata sotto lo zerbino di casa, dice lo pseudo Eliano. Intanto il fidanzato bussa alla porta, tutto agitato per il giorno imminente, tutto frenetico per i preparativi: «Ci son da fare ancora un sacco di cose, dove eri finita?» dice alla sposa; ma passata la soglia entra anche lui sotto l’effetto della remora (messa da qualcuno invidioso che non vuole le nozze, o da qualcuno che vuole per sé la sposa, ad esempio don Rodrigo, nel caso si trattasse del matrimonio di Renzo e Lucia, dico nel caso, ma don Rodrigo sembra non sapesse nulla delle virtù della remora), e allora anche il fidanzato rallenta, si mette in poltrona, o su un triclinio (se siamo al tempo di Roma antica), ogni tanto gli esce una parola di bocca, ma bisogna aspettare mezz’ora per sentire la successiva. È naturale che non si arriverà mai al matrimonio; se un cugino ad esempio, messo in sospetto, non solleva lo zerbino di casa, e allora si scopre la remora, così attaccata con tutti i dentini che si fa più presto a gettare la remora con lo zerbino nel mare.
Una remora invece è consigliata (dice Plinio) per evitare un parto prematuro; al nono mese il personale qualificato va dalla puerpera e stacca la remora, immediatamente si hanno le doglie e il parto. E questo per dire come un influsso dannoso possa essere volto a vantaggio. Questo basti sulle virtù della remora.
Ermanno Cavazzoni, Guida agli animali fantastici (La remora)
—-ogni riferimento a cose e persone, non è casuale——-

Oltre ad augurarvi buona Pasqua, vi auguro di aver mangiato senza troppi problemi. Purtroppo so bene che con trecento parenti pronti a lapidarvi qualora rifiutaste qualche portata, è pressoché impossibile contenersi o stare attente. 

Ma già è arrivato qualche ask pieno di sensi di colpa. No, non si può tornare indietro, però si può riportare ordine in un organismo che è stato esposto a quantità di cibo di gran lunga superiori a quelle che normalmente si consumano. Esagerare col cibo oltre a far aumentare il girovita, porta stanchezza e nausea, finendo con l’influire negativamente sull’umore.

Prima di tutto: niente panico! Evita le soluzioni estreme, ad esempio digiunare, che non fanno che peggiorare le cose: il corpo, che proviene da un’alimentazione normale, si ritrova di colpo con un’enorme quantità di cibo da dover assimilare e metabolizzare, salvo poi ritrovarsi a non avere più cibo a disposizione per tantissime ore. In poche parole, uno shock notevole per il corpo che non è abituato né a mangiare quantità enormi di cibo in poco tempo, né a digiunare.

Come regolare l’alimentazione nei giorni successivi? Colazione abbondante ma sana e pranzo e cena senza fritti, insaccati, formaggi stagionati e condimenti troppo elaborati. Per qualche giorno è opportuno stimolare il metabolismo prediligendo le proteine ai carboidrati, consumare molta frutta e verdura cruda, che consentano di liberare il fisico dalla ritenzione idrica. Mi raccomando, non saltare i pasti, mangia poco ma spesso.

Bere è fondamentale per perdere peso, reidratare il corpo ed eliminare i liquidi in eccesso. Oltre all’acqua e i suoi due litri giornalieri, potresti bere anche tè verde e tisane drenanti, che consentono di tonificare il corpo e accelerare il metabolismo. Una delle tisane più indicate dopo un’abbuffata è quella al Rooibos, un tè dal gusto speziato che, tra le altre cose, aiuta la digestione. Altra tisana molto consigliata è quella alla cicoria, se hai la pancia molto gonfia. 

Mele, arance, ananas e kiwi, possono aiutarti. In particolare l’ananas (al quale purtroppo sono allergica) non a caso viene chiamato il “frutto brucia grassi”, in quanto ha un gran potere disintossicante e possiede tutte le proprietà che aiutano il nostro organismo a riprendersi dopo un’abbuffata, in quanto contiene una sostanza chiamata bromelina, che permette la scissione delle proteine.

E… non ultima per importanza… l’attività fisica, che resta uno dei modi migliori per rimettersi in forma. Se vogliamo dimenticare l’accaduto, saranno necessarie almeno un paio di settimane di esercizio intenso e regolare, ma che elimineranno il nostro peso sulla coscienza! Go girls! Adesso tutte concentrate per la spiaggia!

Las Piedras y el Zodiaco

Cada piedra desprende una energía diferente y esta es más acorde y está más en sintonía con un signo del horóscopo que otro. Dado al complejo significado de todos los signos zodiacales, se les puede asignar diversas piedras a estos, las cuales sirven para intensificar ó debilitar las cualidades características de cada uno, existen varias variedades de estas y con distintos significados:


ARIES

Jaspe Rojo y el Rubí

El Jaspe Rojo y el Rubí son sus piedras. Por un lado, el jaspe rojo es capaz de proteger de las energías negativas que desprende una persona envidiosa y celosa, e incluso del mal de ojo. Da muy buenos resultados en dolores de cabeza y digestiones pesadas, y es capaz de bajar la fiebre intensa. Por otro, el rubí es una piedra que proporciona fuerza al alma, da cierto equilibrio emocional, y en general es muy positiva.


TAURO

Amatista y Cuarzo Rosa

Sus piedras son la Amatista y el Cuarzo Rosa. La amatista es una piedra que regenera y proporciona mucha energía, sobre todo a las personas que notan que les faltan las fuerzas tanto física como psicológicamente.

Es capaz de borrar la energía negativa de una persona e incluso calmar accesos violentos de humor.

Físicamente parece capaz de combatir la resaca y algunos dolores en extremidades. El cuarzo rosa es signo de riqueza, y aporta armonía a la vez que sirve como relajante, pues alivia de una forma considerable las tensiones nerviosas. Es una piedra ideal para la reconciliación.
También la esmeralda y todas las piedras verdosas.

GÉMINIS

Ambar y Berilo

Las piedras de este signo dual son el berilo y el ambar. El berilo favorece la comunicación y es muy acertada para regalar a un estudiante o a personas que se dediquen a escribir, a redactar, y a los medios de comunicación.

El ambar en realidad es una resina fosil, de bonito color dorado oscuro, y que tiene mucha potencia energetica. El ambar es perfecto para proporcionar tranquilidad y equilibrio, y para evitar las pesadillas y el mal de ojo.
También el citrino y el jaspe.

CÁNCER

Cristal de Roca y La Perla

Los que corresponden al signo Cancer son dos piedras –el Cristal de Roca y la Perla, y un metal, la plata. El cristal de roca es muy bueno para tender a la paciencia y al sosiego, y además es idóneo para establecer contactos con personas importantes e influyentes.

La perla aumenta la pasión pero por otro lado es negativa para asentar una relación con visos de ser estable. La plata, por otro lado, favorece la sociabilidad del poseedor, y además ejerce muy positivamente en los sueños.

LEO

Topacio y Ojo de Tigre

Las piedras amuleto del signo de Leo son: el topacio, el crisoberilo, crisolito ,el rubí, el ámbar amarillo y el ojo de tigre. Estas piedras benefician a los que tienen el signo de Leo.

El ojo de tigre además sirve para prevenir las envidias y atraer la suerte en los juegos de azar, algo que buscamos todos. Pues ya sabes que los Leo y esta piedra casan bien y deben de llevarla para cuando jueguen en la lotería, bingo o cualquier otro juego en el que deseen ganar dinero.

VIRGO

Aventurina y Topacio

Sus piedras son la Aventurina y el Topacio. A la aventurina se le otorga el poder de absorber las energías negativas. Además proporcionan el equilibrio exacto entre lo físico y lo espiritual.

Es una piedra que trae la felicidad y ayuda a encontrar tesoros. Además es bueno para proteger de los problemas de dientes y encías. En cuanto al topacio, es una preciosa piedra que estimula la inteligencia y es idóneo para desarrollar la intuición. El topacio esta asociado a la economía y a la agricultura.

LIBRA

Ágata y Jade

Las piedras de este signo de aire son el Ágata y el Jade. El Ágata es un cuarzo. De ahí que desprenda vibraciones muy positivas que otorgan firmeza, seguridad, y que absorba las energías negativas.

En tiempos remotos se usaba tanto para combatir las picaduras de serpientes y alacranes como para evitar la infertilidad.

Por otro lado, el Jade otorga estabilidad pero solo si esta fija en un sitio, pues si se traslada de un lado a otro puede significar enfado con los amigos y el entorno cercano. Físicamente es una piedra muy positiva para los riñones.
También los diamantes y las esmeraldas.

ESCORPIO

Coral y Opalo

El Coral, el Opalo y el Jaspe Sardo son las piedras del signo de Escorpio. El coral, utilizado desde tiempos muy antiguos, tiene muchas propiedades, sirviendo sobre todo para defenderse de enemigos y malas influencias.

Hace que su poseedor se sienta unido a su familia y entorno mas próximo. El jaspe sardo es una gema que da mucha energía durante toda la vida y hasta una vejez prolongada. Da equilibrio a la vida sexual de su propietario y protege de una muerte violenta. Por el contrario, el ópalo, como se considera que tiene influencias negativas, es mejor no tenerla.
También otras piedras benefactoras para el son la lapizlázuli y el topacio.

SAGITARIO

Aguamarina y Amatista

Las dos gemas de este signo de agua son la Aguamarina y la Amatista. La aguamarina es desde tiempos remotos la piedra de los marineros y se cree que protege de enfermedades que acontecen en viajes largos de mar.

Se considera una piedra muy beneficiosa y que favorece el desarrollo espiritual.

Además la suelen usar las personas que tienen fobia a viajar en avión o en barco. La amatista es capaz de calmar a las personas violentas o airadas, es regeneradora de energía y se dice de ella que es muy eficaz contra la resaca.
También la cromalina y el granate.

CAPRICORNIO

Diamante y Obsidiana

Son dos gemas las que corresponden a este signo de tierra, el Diamante y la Obsidiana. El diamante solo debería llevarlo una persona pura de corazón, que sea leal y honesta.

Es un mineral que se asocia generalmente a la vanidad y al egoísmo. La obsidiana es una piedra que atrae al otro sexo y propicia la serenidad y la paz interna. Es muy buena para combatir los dolores reumáticos.
También el azabache y ónice.

ACUARIO

Zafiro

La piedra de este signo es el precioso Zafiro, muy positiva, pues proporciona alegría en la pareja y aleja la infidelidad, dando estabilidad a la misma. Da mucha suerte en temas de dinero y asuntos materiales.

Se la considera la piedra del signo acuario ya que sus propiedades energéticas van más en consonancia con las características de los nacidos bajo este signo.

PISCIS

Cuarzo Rosa

Aparte de la Aguamarina y la Amatista, en las que coinciden con el horóscopo Sagitario, los piscis tiene una piedra especial para ellos.

El Cuarzo Rosa, se recomienda llevarlo en un colgante y en contacto con vuestro pecho. Así recibirá la energía de la piedra en uno de los chakras.

Originally posted by namida-o-kakusu

Vergine

I nati sotto il segno della Vergine sono molto altruisti, coscienziosi ed amano il lavoro preciso anche se vengono sommersi dai grandi progetti. Sono molto analitici e spesso eccessivamente critici; hanno un livello di intelligenza al di sopra della norma ed un discreto gusto artistico. Devono imparare a moderare il loro senso critico altrimenti l'intera esistenza può risultarne alterata. I Vergine risultano sovente molto nervosi e soggetti a problemi della digestione. In questo segno il cervello prevale sul cuore, sull'istinto, filtra le emozioni, spesso seziona le cose con un'eccessiva minuzia. La caratteristica costante e generalizzata della Vergine è il suo senso pratico accomunato al dubbio ed all'inquietudine, all'intelligenza, sempre razionale e critica, che fa da elemento catalizzatore. Al Vergine piace generalmente l'atteggiamento da vittima ma è modesto, ha buon senso ed è malinconico; detesta agire con precipitazione: non imponetegli mai di agire in fretta, deve avere il tempo di esaminare tutto con freddezza, con pazienza, con meticolosità. Sono ottimi amici anche se preferiscono selezionare le proprie amicizie, per non banalizzare questo importante sentimento. Quando però diventano amici di qualcuno lo sono veramente, fino in fondo, facendosi carico dei loro problemi e cercando di aiutarli con tutte le loro possibilità. Certo, ci vuole tempo per conquistare la loro amicizia, ma una volta conquistata, se non accade qualcosa di veramente grave, accompagnerà chi l’ha conquistata per molto tempo e probabilmente tutta la vita, nel bene e nel male.

anonymous asked:

Secondo te se ceno alle 16:30 perdo peso? (Di solito faccio colazione alle 9/9:30)

Per evitare di essere troppo appesantiti basta mangiare un paio di ore prima di andare a dormire in modo che si completi la digestione. Immagino farai 3 pasti al giorno tra le 9 e le 16 e 30, giusto? Potresti concedertene un altro nel pomeriggio senza provocare danni, anzi terrebbe più attivo il tuo metabolismo 

Idratati!

Un litro e mezzo di acqua al giorno. 1500 millilitri. Quante volte l’hai sentito, l’hai letto? Ebbene, ora inizia a fare sul serio, punta timer e sveglie se necessario, e bevi. Ti senti sazia, dreni ed elimini un bel po’ di cellulite. Perciò bevi un bicchiere d’acqua ogni ora e portane una bottiglietta ovunque tu vada.

Io ho quattro bottigliette da 50 cl. Due le metto in freezer perché mi piace il ghiaccio e perché il mio corpo brucerà calorie per riportare l’acqua a una temperatura adatta per la digestione. È anche ottimo per la pelle.

Puoi bere caffè (preferibilmente senza zucchero, o conteggi le calorie) e in quantità. A proposito, bevi almeno una tazza di tè verde al giorno. Aiuta a dare una spinta al tuo metabolismo, in più è antiossidante e rende più bella la pelle. Io metto l’infuso in una delle 4 bottigliette e lo metto in freezer. Se non ne siete amanti, risulta molto più buono. Io utilizzo questo, tè verde da agricoltura biologica aromatizzato al gelsomino. Ogni filtro è accompagnato da una frase tematica diversa, io ho preso quella di Harry Potter. 

Evita l’alcool! Un cicchetto di liquore ha 100-120 kcal, un bicchiere di vino ha 80 kcal, una piccola birra 110-120 kcal, e una birra normale 140-170 kcal. O datti una regola: puoi bere solo se perdi 1 chilo, quindi se perdi 2 chili a settimana puoi bere sia venerdì che sabato sera, se invece hai perso solo 1 chilo puoi bere solo una sera. 

anonymous asked:

Ciao! Non so bene se sei la persona (professionalmente) più giusta a cui chiedere, però... è vero che dopo aver mangiato non bisognerebbe bere acqua perché diluisce i succhi gastrici rallentando la digestione? Io dopo mangiato vorrei bere ma non vorrei digerire dopodomani. Grazie!

se bevi due o tre bicchieri d’acqua aiuti il passaggio del cibo nell’esofago e faciliti anche lo svuotamento gastrico, se bevi due litri d’acqua a pasto direi che finirai di digerire dopodomani

Mi sa che è questo il mio limite: mi mancano le conclusioni, nel senso che ho l’impressione che niente finisca mai veramente. Io vorrei, vorrei davvero che i dispiaceri scaduti, le persone sbagliate, le risposte che non ho dato, i debiti contratti senza bisogno, le piccole meschinità che mi hanno avvelenato il fegato, tutte le cose a cui ancora penso, le storie d’amore soprattutto, sparissero dalla mia testa e non si facessero più vedere, ma sono pieno di strascichi, di fantasmi disoccupati che vengono spesso a trovarmi. Colpa della memoria, che congela e scongela in automatico rallentando la digestione della vita e ti fa sentire solissimo nei momenti più impensati.
—  Diego De Silva, Non avevo capito niente.