del casino

Ti sale l'amarezza quando ti accorgi che anche la più piccola cazzata è stata messa prima di te come importanza. E sei delusa, perchè almeno una volta nella vita pensavi di poter valere qualcosa per qualcuno. Invece boom, è sparita anche quella speranza e resta solo un avanzo di tristezza
—  moriresilenziosamente

“Dicono che durante la nostra vita abbiamo due grandi amori. Uno con il quale ti sposerai o vivrai per sempre, può essere il padre o la madre dei tuoi figli: con questa persona otterrai la massima comprensione per stare il resto della tua vita insieme.

E dicono che c'è un secondo grande amore, una persona che perderai per sempre.
Qualcuno con cui sei nato collegato, così collegato, che le forze della chimica scappano dalla ragione e ti impediranno sempre di raggiungere un finale felice. Fino a che un giorno smetterai di provarci, ti arrenderai e cercherai un'altra persona che finirai per incontrare. Però ti assicuro che non passerà una sola notte senza aver bisogno di un altro suo bacio, o anche di discutere una volta in più.
Tutti sanno di chi sto parlando, perché mentre stai leggendo queste righe, il suo nome ti è venuto in mente. Ti libererai di lui o di lei e smetterai di soffrire, finirai per incontrare la pace, però ti assicuro che non passerà un giorno in cui non desidererai che sia qui per disturbarti. Perché a volte si libera più energia discutendo con chi ami, che facendo l'amore con qualcuno che apprezzi.”

anonymous asked:

Dillo come è, in questi giorni non sta molto bene e non vorrei dare fastidio scrivendole

Mh..
È una di quelle ragazze che se incontri per strada la guardi fino a quando i tuoi occhi non la vedono più perchè è troppo lontana, e quando smetti di guardarla ti rimane il cervello fottuto per un po’ di tempo perchè ragazze belle come lei ne esistono poche.
È una di quelle ragazze che se la guardi negli occhi ti accorgi del casino che ha dentro e capita che a volte puoi capire tutto quello che prova e come sta soltanto guardandola negli occhi.
È una di quelle ragazze che quando la guardi da fuori ti vien voglia di conoscerla anche com'è dentro. E ti rendi conto che dentro è ancora più stupenda di com'è fuori.
È una ragazza che si sofferma su ogni minimo particolare, osserva i dettagli della cose, non è superficiale, non vede quello che vediamo tutti noi, no lei va oltre le cose.
È quella ragazza dannatamente complicata ma che vale la pena conoscere, può affezionarsi subito a te come può essere stronza quando serve.
Dice le cose come stanno, è diretta nel dire le cose, se le cose stanno così stanno così e basta. Punto.
È quella ragazza che può renderti felice anche con un messaggio, ma se la fai incazzare dopo sono problemi tuoi, perchè lei si incazza quando serve e si incazza bene.
È sempre pronta ad aiutarti, ti da consigli, fa di tutto per farti star bene.
È quella ragazza che rimane fino all'ultimo anche se è distrutta, ma quando se ne va lo fa una volta per tutte e non la senti più.
È quella ragazza che ha affrontato tanto, ha sopportato tanto ma è ancora in piedi, ha avuto sempre la forza di alzarsi da sola.
È quella ragazza che non tutti capiscono e quelli che non capiscono se ne vanno e la lasciano lì da sola.
È quella ragazza lunatica con sbalzi d'umore incredibili, può essere la ragazza più felice un momento prima e un secondo dopo scoppiare a piangere, può farsi mille paranoie in meno di un secondo, si tiene tutto dentro perchè preferisce sempre aiutare gli altri anche quando quella più distrutta è lei.
È quella ragazza diversa dalle altre, quella che si distingue dalla massa, se tutti andiamo a destra lei andrà a sinistra, lei è lei e basta.

9

Viña del Mar, Chile

Ero in tram a Milano.
Mi si avvicina un suonatore di violino.
Comincia a suonare.
Ballo.
La gente mi da l'elemosina.
Litigo con il violinista.
Ci separa il controllore.
Il violinista non ha il biglietto.
Per fare pace pago il biglietto al violinista con l'elemosina.
Suoniamo e balliamo per il controllore.
Ci da l'elemosina.
Passa un venditore di rose.
Il controllore gli da la multa perché non ha il biglietto.
Io e il violinista chiediamo se sa cantare.
Comincia a cantare così gli paghiamo il biglietto con l'elemosina del controllore.
Raccogliamo un casino di elemosina.
Passa una lavatrice di vetri.
Ma il tramviere non si ferma e la investe.
Io, il violinista e il venditore di rose le paghiamo il funerale con l'elemosina.
La notizia fa scalpore e ci scrivono un articolo sul corriere della sera.
Ci notano.
La Sony pubblica il nostro primo album intitolato “lui, il violinista e il venditore di rose”.
Si accorgono che io so solo ballare.
Mi scaricano dal gruppo.
Incido un album dove io ballo.
2 ore di rumore di piedi sul pavimento.
Diventa disco d'oro.
Duetto con Max Pezzali.
Si accorge che sul palco sono come Repetto ma castano e più scordinato.
Max fa una reunion degli 883.
Fine.
Morale: non importa chi tu sia, se vedi un violinista e fai l'elemosina gli 883 potrebbero tornare.
(Mi scuso per quello che ho scritto ma porca puttana é un'ora che la mia ragazza si sta truccando)

Al empezar el siglo Monterrey prometía
ser un lugar grandioso para vivir
llegó el Gran Silencio, Jumbo, Celso Piña
Cartel de Santa, Zurdok
el Barrio Antiguo era una cantina gigante
y un reto de carácter fugarse a un bar
cuando aún no se cumplía la mayoría de edad
uno se podía subir a cantar a los camiones
no había Tarjeta Feria y la policía
no solía molestar a los artistas callejeros

En 2007 estudiaba Relaciones Internacionales
uno de tantos queriendo salvar el mundo
recuerdo ese año porque los regios
estábamos orgullosos de ser regios
con la llegada del Paseo Santa Lucía
el Horno 3 de Fundidora
y el Foro Mundial de las Culturas

Tristemente ese año también fue
el último de los buenos
comenzaron los asesinatos
los secuestros y levantones
las extorsiones mensuales
los aumentos excesivos al transporte
(En ninguna ciudad de México es tan caro)
los bares fueron cerrando y los espacios
para fomentar cultura vinieron abajo
el sueño de ser una capital cultural
se fue por la basura hasta perderse
en la memoria de los que lo vivimos

Y nos seguían mirando en todo el país
porque fuimos la ciudad más insegura
hoy fueron 43 estudiantes
y todo México se levantó
pero las víctimas del Casino Royale
partieron al olvido de la justicia
México es como veinte países en uno
es difícil llegar a un acuerdo
las brechas sociales y culturales
difieren de los intereses
a los tapatios les interesa recreación y ocio
a los regios fútbol y negocios
a los capitalinos que no aumenten los precios
a los de Tijuana vivir en San Diego
Somos muchos buscando algo diferente
¿Llegáremos a algún acuerdo?
Yo la verdad quisiera pero no puedo
permanecer indiferente
porque México es el mejor lugar para nacer
y México es la chica que no me contesta
el golpe con una mesa en el dedo pequeño
México me duele.
—  De la costa al desierto by Quetzal Noah