damon's cit

Cara Elena,
Sì, hai letto bene. Si è congelato l'inferno. Sto scrivendo tutti i miei pensieri. Ovviamente l'unica è stata scolarmi mezza bottiglia di Chateau Cheval Blanc del 1950. Una bottiglia che ho atteso 65 anni per aprire. Ero solito passare le serate nella mia cantina dei vini, cercando di auto-convincermi di poterla sentire invecchiare. Il tannino che si sviluppava. La fermentazione. Ma apprezzare la sua bellezza non ha fatto passare il tempo più in fretta. La bottiglia è rimasta lì, sullo scaffale. Mi torturava mentre aspettavo il ritorno di Katherine. E il tempo si era fermato. Alla fine, mi ero convinto che nessun sorso di quel vino sarebbe mai stato tanto buono quanto avevo sempre sognato. Così ho nascosto la bottiglia e ho vissuto la mia vita. E questa è la storia del perché bevo bourbon. Non so chi sono senza di te. Ma so che, finché tu sarai qui con me, il tempo rimarrà fermo. Quindi chi è Damon Salvatore senza Elena Gilbert? Un amico egoista? Un fratello geloso? Un figlio terribile? O magari, con un po’ di fortuna… farò ciò che è meglio per te. Perché potrai essere lontana 1500 chilometri o 100 anni, ma… sei sempre qui con me. E il mio cuore sarà sempre in quella bara con te. Finché non tornerai da me.
I’ve been a vampire for a long time, Elena. It’s been a blast, but I would give it up in a second to be your husband, your p a r t n e r, father of your kids. I can take it for us. Ok? Because even if it doesn’t work, even if all goes to hell, even if I’m miserable and alone, the smallest chance at the perfect life with you is infinitely better than an immortal one without you, and I know this, Elena. I love you… and I will love you until I take my last breath on this earth.
—  Damon Salvatore