con cert

Scusami.
Non trovo mai le parole giuste
per dire agli altri come mi sento
o cosa provo dentro.
Forse perché per certe emozioni
è inutile usare frasi complesse e paroloni.
Tutto ciò che, con certe sensazioni, puoi fare
è lasciarti distruggere o lascarti salvare.

-Alessia Alpi

Lui mi ha usata.
Lui mi ha usata pur sapendo che io non faccio certe cose con tutti.
Lui mi ha usata pur sapendo che non sono una troia.
Lui mi ha usata ieri sera sapendo e approfittandosi del fatto che io davvero tenga a lui.
Non gli importa e non gli é mai importato di me.
Lui mi ha Solo usata.
—  Me (ariannamusicismycure)
Mi scatto una foto col telefono e la posto su Facebook. Ci sono certe sere, tipo questa sera… in cui vorrei sentirmi bello, vorrei che qualcuno me lo dicesse, che qualcuno lo confermasse, forse perché qualche volta abbiamo l'impressione di poter colmare i nostri vuoti mettendoci dentro roba che invece ne genera altro di vuoto. Forse alla fine sono questo i nostri selfie: vuoti che generano vuoti. Ci sono certe sere, tipo questa sera… in cui abbiamo bisogno di un abbraccio. Di una mano che ci accarezzi. A volte abbiamo bisogno solo di qualcuno che ci dica che andiamo bene così, anche con i nostri vuoti…
—  Roberto Emanuelli

Mi spiegate il senso di tutte le ragazzine sceme che scrivono ovunque “wish you were here” al proprio ragazzo quando si vedono tutti i giorni e abitano praticamente sotto lo stesso tetto? Chi ha una relazione a distanza cosa dovrebbe scrivere?

@art-of-risa
I bambini sono di una spontaneità stupenda. Hanno un'intelligenza particolare, che affascina. Riescono ad affrontare certe situazioni con un comportamento unico nel suo genere. A differenza dei grandi, hanno le emozioni disegnate negli occhi.
—  Neversurrender

Stasera c'era un tramonto quasi viola, era bellissimo. Il cielo fa sempre tantissimi regali e guardandolo per un po’ ho pensato a quanto è cambiata la mia vita in un anno, ho pensato che sta arrivando un'altra estate, ho pensato che il tempo continua a correre.
Ho perso alcune persone, ne ho trovate altre, ho avuto momenti di confusione e momenti di sicurezza sui miei sogni, ho cambiato abitudini, modi di pensare, ho imparato tante cose, mi sono vista con occhi diversi. Eppure certe cose non cambiano mai e quando mi fermo per un attimo mi rendo conto che in fondo, a prescindere dai cambiamenti, c'è quella parte di me che resterà sempre la stessa, quella che odio di più, quella che ha sempre paura di sbagliare e di essere di troppo, quella che piange in silenzio, quella che mette sempre tanto cuore ovunque vada, quella che rimprovera il suo amore di essere eccessivo eppure se lo porta dietro in ogni viaggio, tra i vestiti spiegazzati e i pezzi del cuore a volte un po’ rotti e malmessi. Quella che dice sempre che non si farà coinvolgere, che sarà fredda e distaccata, e che poi si rattrista per una mancata attenzione - e si commuove per una parola gentile, e ringrazia mille volte chi ha avuto la pazienza di dirgliela, perché c'è quella parte di me che non è gentile neanche un po’ con se stessa e si sorprende quando qualcuno si prende cura di lei anche solo per un attimo.
A volte mi chiedo se sono l'unica al mondo a sentirmi così, se c'è qualcuno che come me si chiede cosa non vada nel proprio modo di dare amore agli altri, qualcuno che si sente in colpa se ama troppo perché ha paura che quel troppo amore possa soffocare gli altri, possa far venire voglia di fuggire e di odiare. Qualcuno che si fa male a dare tanto amore perché sa che chi lo riceve non lo vuole, e gli pesa, e io davvero non voglio farlo pesare a nessuno, piuttosto vorrei tenermelo io e risparmiare questa fatica agli altri.
Posso lasciare che il mio amore faccia male a me, e solo a me. Eppure ho sempre il bisogno di donarlo, come se fosse una cosa bella.
Senza rendermi conto che forse non è bella neanche un po’.

drive.google.com
La pronuncia degli Italiani
Ciao! In questo sondaggio ti verrà chiesto come pronunci certe parole, in particolare in relazione alla pronuncia della E e della O (aperta o chiusa). Nota bene: - è = e aperta - é = e chiusa - ò = o aperta - ó = o chiusa

Ciao ragazzi! Allora, io e Mirko @langsandlit stavamo parlando di come le persone pronunciano certe parole con la E aperta o chiusa e la O aperta o chiusa in questo post e ho avuto l’idea malsana* di creare un sondaggio aperto a tutti per vedere se ci sono delle differenze regionali, il peso che il dialetto può avere sulla pronuncia e qualsiasi elemento che possa saltare fuori.

Quindi se vi va partecipate: il sondaggio è anonimo, vi chiede solo la regione e la provincia di provenienza e nessun dato personale che metterete dentro verrà divulgato

*malsana perché avrei altre cose da fare, ma è tutto il giorno che penso a questo sondaggio e adesso devo farlo

Secondo te le parole non hanno importanza?
Io non oserei affermarlo con tanta sicurezza. Certe volte mi sembra che le parole, quelle che uno pronuncia, quelle che evita di dire, o quelle che scrive al momento giusto, abbiano un'importanza grandissima,
forse addirittura decisiva…

Stavo pensando a quanto fosse facile indossare il nuovo costume da mare, farsi una bella foto e poi far vedere a tutti quanto ti sta bene. Già, facile per quelle ragazze col fisico da modelle.
Ultimamente mi sono imbattuta in foto, video dove comuni ragazze posavano mostrando i loro bikini indossati, coi loro corpi perfetti, niente pancia, nessuna smagliatura, seni sodi e chiappe tonde, ragazze che però ammettevano di non accettare al 100% il proprio corpo, sebbene rispettasse i canoni di bellezza imposti da sto cazzo, canoni che decidono se hai un bel fisico o no. Ho notato che solo quelle belle magre e solo le modelle curvy o in sovrappeso postano foto “mezze nude”, insomma o quelle famose o quelle col fisico asciutto. A volte mi danno l'impressione di dover mettersi in mostra le ragazzine che pubblicano questo tipo di foto, sicuramente ce ne sono come c'è chi semplicemente lo fa tanto per.
Oggi ho comprato questo costume, mi è piaciuto alla prima occhiata. L'ho messo, ho sistemato gli slip perché sono più piccoli di quanto sembrava (non potevo provarlo al centro commerciale, anche perché erano quelli per i “poveri” comprati lateralmente al supermercato lol), l'ho fatto vedere a mia madre e a mia nonna, dicendomi che mi stava bene e poi ho scattato questa foto da mandare al mio ragazzo, il quale se ne uscì con “cariiina, sei bellissima”.
Guardando la foto non posso non notare lo stomaco, tondo e morbido che quando mi siedo si divide in tre mini rotoli di ciccia, le cosce che sebben tagliate sono grosse e con la cellulite, poi so che dietro ho un sedere piatto e anche lui a buccia d'arancia. Poi ho notato i miei fianchi, amo la forma che hanno, quel lineamento morbido da donna nei dipinti che c'erano nei libri di storia dell'arte, mi piace quel reggiseno che da l'impressione di avere due tette graziose e non con una forma a me strana. Mi è piaciuto aggiungere un filtro alla foto, non per correggere i miei difetti, ma per rendere la foto in sé più bella, come spesso faccio anche per le altre.
Eccomi qua, questo è il corpo che odio, che mi fa schifo, che vorrei più magro. Non ho messo la foto per prendere complimenti, ma per far sapere a chi è in sovrappeso o comunque ha un corpo che non rispetta quei dannati canoni estetici, che c'è qualcuno qui che condivide il proprio disagio con loro, non esistono solo taglie 38-42, ma anche un po’ di più. Mi sento a mio agio postare questa foto solo su tumblr perché 1 non mi conosce nessuno e 2 credo che qua non esistano persone pronte ad insultarmi. È un piccolo passo per me e per non far sentir sole tutte quelle ragazze che odiano quei chili di troppo, so che in molte si vergognano e non riescono ad accettare il proprio corpo. È vero che il mio fisico non mi piaccia granché, ma ciò che odio di più è il non sapermi ancora accettare, in più mi da fastidio stare in mezzo a gente che non accetta le fattezze altrui; io ci andrei pure al mare così con le amiche, ma so che tendono a giudicare (non me) chi ha la pancia, chi ha la cellulite ecc. Si lamentano persino loro di grasso addominale che non hanno e trovarmi con certe persone a me non fa stare bene. In più sono dell'idea che finché si è in ottima salute, il fisico non conti un cazzo, sarà pure bello per alcuni il fisico da modella di Victoria’s Secret come per altri lo è un fisico tondo, quadrato, magro o grasso. Basta con questi stupidi canoni, basta con tutta questa superficialità perché c'è gente che ci soffre sul serio per colpa di chi non si fa i cazzi suoi. Dubito che le mie parole siano magiche, ma spero almeno di aver passato un buon messaggio.
Voi direte “Ok se ti senti grassa dimagrisci” credi sia così facile? Se lo fosse questa foto non sarebbe mai esistita, nemmeno un'altra col mio corpo alla Belen. Sono demotivata a fare attività fisica, sono spesso pigra e ho problemi col cibo e curarsi costa troppi soldi.
Io non mi vergogno del mio corpo, sebbene a volte mi faccia schifo. Ok spesso me ne vergogno ma questo ho e questo mi tengo. Mi vergogno di chi giudica male ciò che madre natura ha voluto creare nel modo migliore, solo per dei difetti che loro non hanno.
E credo che per noi donne la lotta con noi stesse sia una guerra perenne, ma quando hai qualcuno a fianco che ti apprezza per come sei, o quando finalmente riesci ad accettarti, quella guerra trova momenti di pace che ti meriti da sempre.

Ah se ‘sta foto fa schifo al cazzo a qualcuno, sti cazzi, togli il follow o scorri la bacheca.