colori a olio

3

È successo esattamente un anno fa.
Ad Amsterdam non mi ci ha portata. Ora non so cosa stia facendo. Magari starà insegnando agli angeli come andare sullo skate, o magari a disegnare sulle maglie con quei cazzo di colori ad olio che non ho mai saputo usare perché sporcavo tutta la casa,gli starà insegnando a giocare alla play, o a fare freestyle, o ad andare in moto.
Lui non ha avuto il tempo di insegnare a me queste cose, me l'hanno portato via troppo presto.
Ma non dimenticherò mai la sua promessa. E forse, un giorno, andrò ad Amsterdam e farò queste cose che mi ha promesso, magari andrò con un'amica,o con il mio futuro ragazzo,se mai ne avrò uno.
E mi tatuerò il suo nome sul polso, prenderò due frullati e prenderò la porzione di quelle crocchette schifose che mangiava lui, però da 5,perché 10 erano troppe, solo che mi disgustano e non so se le mangerò.
E mi farò fare il dannato septum che lui voleva tanto e non mi importerà se farà male.
Ho sempre pensato che sarebbe stato lui a piangere la mia morte,ma quando mi dissero che non ce l'aveva fatta, le lacrime non bastarono.
E..cristo, Alex, non c'è stato un singolo momento da quando sei volato via che non ho pensato a quel giorno in cui stavo sui binari aspettando che passasse il treno e arrivasti tu, mi prendesti in braccio e mi portasti in moto al mare. Mi hai salvato. Te ne sono grata. Mi manchi. Torna. 9/05/14-9/05/15.

ifeellikeastorm.

ho fatto una lunga passeggiata oggi, c'era un bel sole e ho persino tolto la giacca per strada.
sulla via del ritorno ho incontrato una delle mie alunne a scuola che mi ha fatto un sorriso grandissimo e mi ha detto 《salve!》e io mi sentivo emozionata e allora ridevo mentre continuavo a camminare.

quando sono tornata a casa ho bevuto una tazza di tè ai frutti rossi e ho colorato ascoltando i cani. mi è venuto su un umore strano, grumi di malinconia e ho fatto un autoritratto astratto coi colori ad olio. mi ha spaventato quanto può essere intima e potente l'espressività delle cose astratte: non hanno la forma di niente ma dicono tutto. infatti quel disegno diceva tutto e mi sono sentita così a disagio che ho piegato a metà il foglio e l'ho nascosto.