colori

VI PREGO MANDATEMI UN COLORE.
  • Bianco: Mi piacerebbe conoscerti
  • Rosa: Ho una cotta per te
  • Grigio: Vorrei uscire con te
  • Viola: Sono della tua città
  • Verde: Adoro il tuo blog
  • Giallo: Credo tu sia una brutta persona
  • Arancione: Mi sembra di conoscerti da una vita
  • Marrone: Sei bellissimo/a
  • Fucsia: Sei brutto/a
  • Blu: Ti porterei a guardare le stelle e poi io guarderei te
  • Argento: Mi stai sulle palle
  • Rosso: Ti bacerei
  • Azzurro: Ti abbraccerei fortissimo
  • Nero: Non abbiamo mai parlato ma mi piace la tua presenza sulla mia dashboard.
  • Verde acqua: Vorrei il tuo numero
  • Oro: Vorrei essere il tuo migliore amico di Tumblr
  • Lilla: Ti va di parlare?
  • Indaco: Ti voglio bene anche se non ti conosco
  • Turchese: Scopami
  • Ocra: Sposami
  • Verde smeraldo: Abbiamo gli stessi gusti musicali
Nel 2026 ci sarà un’eclissi totale.
Fra 11 anni.
Forse la guarderò con mio marito.
Forse con le mie amiche del liceo.
Forse da sola.
Forse avrò finalmente trovato la felicità.
Forse sarà ancora peggio.
Forse durante quei lunghissimi 11 anni avrò girato il mondo.
Forse sarò piena di tatuaggi.
Forse sarò bionda.
Forse sarò rossa.
Forse la mia vità sarà piena di colori
Forse sarà circondata dall’oscurità.
O, forse, non la guarderò nemmeno.
Chi lo sa?
La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!
—  Cappellaio matto - Alice in wonderland

Vincent Van Gogh, tra le tante stranezze, mangiava anche pittura gialla, direttamente dai tubetti che acquistava, perché credeva che il giallo avrebbe portato la felicità dentro di lui. 
Gli davano del pazzo, dello stupido a mangiare i colori, perché i colori erano tossici; per non parlare del fatto che mangiarli non aveva ovviamente nessuna influenza sulla felicità di una persona. 
Ma io non sono mai stata d'accordo. 
Sono sicura che se tu fossi così infelice da credere che persino l'idea più assurda potrebbe funzionare, come pitturarti le pareti interne degli organi di giallo, allora ci proveresti.
Non è molto diverso dall'innamorarsi o dall'assumere droghe. C'è un gran rischio di ritrovarsi col cuore a pezzi o di morire per overdose, eppure le persone continuano a farlo ogni giorno. Lo fanno perché c'è quella possibilità, seppur minima, che questo migliori le cose. 
Ognuno ha la sua pittura gialla.

tumblr

Continuo a chiedermi perchè urlo e poi tu non mi senti, e dimmi se a volte poi mi cerchi tra la gente, e se è soltanto pioggia o sono lacrime.
—  Alessandra Amoroso