colorar

E voglio comprare in edicola quella cosa da colorare di cui fanno la pubblicità.
Ma tutte le volte che esco mi dimentico il portafogli nella borsa della sera.

Papà, lo sai che Matteo è innamorato di me?» «Ma no, sicuramente gli piaci, ma innamorato è esagerato» «Ma non vuol dire la stessa cosa?» «No amore, essere innamorati significa ben altro..» «Quindi se lui mi aiuta a colorare, mi chiude il grembiulino, lava i pennelli per gli acquerelli anche per me, mi da il pezzo più grande della sua merenda, mi annoda i capelli tra le sue dita..non è innamorato?» «Oh amore, non ne sapevo di tutte queste cose. Forse è molto più innamorato lui di molti adulti. E tu, intendo per lui, cosa fai?» «Io cerco di fare lo stesso con lui, ma lui dice che è un ometto e che gli ometti fanno tutto da soli.»
youtube

Avete mai provato a colorare sul velluto? UAU, è COLORVELVET!

soundcloud.com
Uta no☆Prince-sama♪ Maji LOVE Revolutions- Original Resonance [Ichinose Tokiya & Hijirikawa Masato]
Listen to Uta no☆Prince-sama♪ Maji LOVE Revolutions- Original Resonance [Ichinose Tokiya & Hijirikawa Masato] by Shironeki #np on #SoundCloud

Original Resonance (Traduzione italiana)

Un bellissimo futuro color melodia sbocciata
Ballando di sfuggita, una misteriosa melodia

Con quali parole dovrei colorare questo amore?
Così che almeno possa brillare come il cielo stellato

Si sparge in lungo e in largo
Rieccheggia in lungo e in largo
Sui suoi toni gentili
Il mio cuore cavalca

Anche se i nostri luoghi son diversi,
Continueremo a capire
Questo legame

Questa campanella rieccheggia di questi sogni che abbiamo tessuto
Cambiando in una canzone, brillando nel paradiso
Le parole da sole non bastano
Per questa straripante passione
Le nostre voci
Si sovrappongono
Cambiando dentro
Il vento
Vola alto!

L'unica in questo mondo… Con questa unica e sola
Armonia, noi ti difenderemo e proteggeremo
Non perderemo per nessuno
Questo miracolo solo per noi due
Vogliamo dedicarlo a te
Original Resonance

I nostri respiri si mescolano insieme con questo tagliente ritmo
Sincronizzandoci con un territorio sconosciuto

La mia mano che bussa alla porta della musica
Forma delicatamente quest'età passionale

Fugace, sta scomparendo
Dissolvendosi, sta scomparendo
La risposta con cui ho lottato
“Non ancora”, sogghigna

Ma c'è questo al di là di quello
Un segno di luce
Voglio esserne sicuro!

La nostalgia dei sogni ci trasporta via
Anche se siamo nati in un periodo diverso
Probabilmente quando ci incontreremo
I nostri sentimenti erano uno
Nei nostri cuori
Noi crediamo
La stessa
Cosa
Dèjà vu!

Le storie che si accumulano mentre camminiamo
Non una singola di quelle è una bugia
Legati insieme mentre suoniamo
Questa eterna cantabile
Riviviamo insieme
Original Resonance

Questa campanella rieccheggia di questi sogni che abbiamo tessuto
Cambiando in una canzone, brillando nel paradiso
Le parole da sole non bastano
Per questa straripante passione
Le nostre voci
Si sovrappongono
Cambiando dentro
Il vento
Vola alto!

L'unica in questo mondo… Con questa unica e sola
Armonia, noi ti difenderemo e proteggeremo
Non perderemo per nessuno
Questo miracolo solo per noi due
Vogliamo dedicarlo a te
Original Resonance

Colora con… Food and Company!

Qualche mese fa Alessandra ha ricevuto una proposta insolita rispetto ai suoi lavori abituali: progettare e realizzare da zero dei ibri da colorare per Food and Company.
Cinque fascicoli per cinque ristoranti di Torino, che avrebbero intrattenuto i bambini ai tavoli di F.lli la Cozza, I Birilli, Sfashion Café, Arcadia, il Porto di Savona

Chi lavora in editoria sa quanto è raro avere totale carta bianca, perciò perché farsi scappare un’occasione così?


Ogni fascicolo è stato pensato da Alessandra perché rispecchiasse l’ambiente (spesso eccentrico) dei locali e - soprattutto - divertisse i bambini con giochi da colorare ispirati alla cucina del posto.

A F.lli La Cozza, che è una pizzeria, i bimbi possono divertirsi a creare la propria pizza mentre aspettano quella da mangiare:

A Porto di Savona, ristorante di cucina tipica piemontese, possono scoprire giocando la storia di Gianduja e Giacometta:

Andando con i genitori al sushi-bar Arcadia, invece, possono simpatizzare col pesce crudo e la fantasia giapponese riconoscendo e colorando i vari tipi di sushi:

Insieme ai librettini, Food and Company regala in ogni suo ristorante un piccolo set di matite colorate: niente male come antipasto per i piccoli.

Per Alessandra è stato un vero divertimento inventare e disegnare tanti giochi così diversi a tema cibo, scommettiamo che grazie a questi lo sarà anche l’attesa della cena.

Se capitate a Torino in uno dei ristoranti Food and Company, mandateci qualche foto dei vostri bimbi in azione. Buon appetito!

Cose non interessanti

Ho fatto belle cose oggi: sono andata alla Frecciarossa con un'amica simpaticissima e abbiamo comprato un regalo per un'altra tipa ( stra simpatica anche lei, le abbiamo preso Icarus per 3ds con tanto di poggia Nintendo ).
Io ho preso inoltre il bigliettino di Lupo Alberto trolloso per farle gli auguri, delle gomme profumate al cioccolato, fragole, banana e uva NOO commestibili ( e io che ci volevo cenare ), due quaderni figherrimi, una biro altrettanto figherrima e degli adesivi con sopra le fatine.
Ah e un frappé alla fragola, delle caramelle ( cuoricini ripieni marshmellow, orsetti gommosi, cuoricini gommosi, palline alla fragola ) e un libro sulla storia della Cina.
Poi ho finito i soldi.
Ma che brava.

P.s. Mi comprerò quel libro da colorare anti-stress con i disegni ispirati agli artisti giapponesi. È ficosissimo.

anonymous asked:

Ciao! Volevo chiederti: cosa usi per fare gli stencil e dove lo posso trovare? Se non vuoi dirmelo non c'è assolutamente problema, buona serata c:

Ciao ^_^ di solito disegno lo stencil a mano poi stampo l'immagine su un foglio acetato e ricavo lo stencil ritagliando con il cutter le parti da “colorare” ci vuole pazienza e un po di dimestichezza con la tecnica :) poi nei negozi specializzati puoi trovare i pennelli da stencil e i colori adatti per varie superfici…su internet ci sono tutorial un po piu specifici che ti possono aiutare a iniziare ^_^ ♡

Quando la ricerca della notizia prevale

ieri sera con alcuni colleghi dell’intergruppo innovazione, abbiamo incontrato Uber, nella persona di Benedetta Arese Lucini. Stesso posto e stesse modalità di tutti gli incontri che facciamo e che sono documentati sul blog dell’intergruppo.

ad un certo punto sono entrati in sala un paio di persone che ci hanno urlato di voler uccidere 80.000 famiglie e ci hanno lanciato fotocopie colorare di biglietti da un dollaro.

li ho invitati a sedersi ad ascoltare ma sono usciti dal ristorante.

allora sono uscito anche io (raggiunto poi dalla collega Galgano) ed ho trovato una 50na di persone che urlavano “venduti”, con qualcuno più agitato degli altri che veniva allontanato dai colleghi.

ho detto subito che ho quattro vertebre rotte per il mio noto incidente e che se dovessi cadere rischio molto.

poi ho cercato di dire che si era li’ per un incontro conoscitivo, in cui c’erano rappresentanti di buona parte dei gruppi parlamentari dal PD al M5S passando per SC.

purtroppo gli animi erano molto accesi e non c’era modo di farsi ascoltare nel merito. ad un certo punto sono arrivati due carabinieri e (credo) qualcuno della digos o simile. (il ristorante è dietro una caserma dei carabinieri…)

il leit motif era “siete venduti e volete favorire uber” (questo urlavano tutti) le un  paio sono riusciti nella bolgia ad articolare “volete favorire le multinazionali americane che si prendono e portano via una parte dei soldi del nostro lavoro”.

al che io ho chiesto se per caso avessero letto qualcosa che ho scritto al riguardo, ho provato a dirgli dove andare a leggere ma non era possibile entrare nel merito. ai loro occhi eravamo colpevoli a priori.

o forse interessava “creare” la notizia, viste anche le fotogallery su qualche giornale romano.

leggete l’articolo sotto e giudicate il taglio.

capite ?

proprio a me…che  da un anno (per primo) vado predicando in  ogni dove sulla necessità di intervenire nel merito dei nuovi intermediari oligopolisti/monopolisti e che su uber ho delle idee molto nette da sempre..

io non cambio idea, e continuo a lavorare per la tutela delle attività europee (ed in particolare italiane), anche se è triste vedere che per fare comunicazione (orientata) c’è chi non esita a coinvolgere ed offendere chiunque, a prescindere.

Sono come al solito persa nei miei pensieri , ma questa volta sono stata risvegliata come d incanto dal rumore delle onde che si infrangono.
Mi alzai ed andai in spiaggia , non la classica spiaggia con la sabbia calda e morbida ma , una spiaggia con sassi bianchi.
La sensazione che danno sotto i le piante dei piedi e strana ,sono roventi sotto il sole del mezzogiorno , ma alla mattina sono così freddi.
Soprattutto perché il sole deve ancora sorgere.
Su questa distesa di sassi bianchi , si spargono un sacco di colori degli ombrelloni e di lettini dei colori più diversi.
Vanno dal blu , fino al verde , e sono tantissimi.
Mi sedetti per ammirare l alba , colorare il celo e il mare di quei colori indescrivibili.
Andavano dal rosso scuro , fino all arancione.
Era uno spettacolo surreale , sembrava di guardare un quadro.
Il mare che di solito aveva quel color verde azzurrino , divento un azzurro intenso con sfumature di rosso.
Sembrava che pezzi di cielo si fossero staccati , e fossero caduti dal cielo.
Speravo che non avesse mai fine , era bellissimo.
Ma come tutti gli spettacoli della natura fini , e io mi ritrovai con un pezzo di perfezione incastrato tra le pupille.

#Buongiorno. Abbandoniamo il grigio e il nero dei ricordi negativi, vestiamoci di positività e affrontiamo la giornata con il sorriso. Pur tra le tante difficoltà che incontreremo proviamo a dipingere questa giornata con i colori dell’#arcobaleno, proviamo a colorare i nostri pensieri con allegre sfumature, proviamo a vivere ricordando solo le cose belle e positive che ci sono capitate, oggi è già domani, il tempo vola, non sciupiamone neanche un attimo in inutili e tristi rimpianti. #sorridereègratis

Lasciatemi ai miei capricci. Non voglio crescere. Non mi interessano responsabilità né impegni. Voglio guardare cartoni e colorare disegni.

Sapete quei giochini che trovate sulla settimana enigmistica, quelli dove dovete colorare gli spazi con i pallini neri? Adoro quei giochini ci rispecchiano così tanto, fermiamoci a pensare un attimo. Ad inizio gioco vediamo solamente tanti pezzi rotti e insignificanti, poi man mano che continui a giocare qualcosa prende forma e alla fine ti sorprende con una figura inaspettata. Ecco, quel giochino potrebbe essere la nostra vita, inizialmente non abbiamo una forma ben definita poi, pian piano che vivi la tua vita assume un senso anche se durante questo percorso non si capisce subito poi alla fine, al capolinea di tutto ti accorgi che in realtà un senso a quello che hai fatto prima c'è e molto spesso è anche qualcosa di insapettato e bellissimo.
—  iwantthatyoustay