city:-milano

«A Roma esistono soltanto due usi possibili dello ‘sticazzi: col primo s'intende significare «Chi se ne frega» (tipico: «Aho, vabbè, 'sticazzi…»); col secondo, dove la parola è accompagnata retoricamente dalla congiunzione e dal punto interrogativo («e 'sticazzi?») significa «E allora?» (sott.: chi se ne frega?). »