citiamo

Citiamo in continuazione le favole Disney.
Chi le ama, chi le odia.
Tutti a dire che il principe azzurro non esiste e che il ” vissero per sempre felici e contenti ” non arriverá mai.
Ma Alice chi se la ricorda? A quella bambinetta nel paese delle meraviglie, chi ci pensa ?
Alice il principe azzurro non ce l’ha.
Lei si avventura da sola in un luogo del tutto sconosciuto, anche se sta morendo di paura. Sfida la sorte ed ha coraggio.
E cosa le capita ?
Incontra un gatto rosa, un coniglio con il panciotto ed un cappellaio matto. Tre schizzati completi.
Eppure le restano accanto, perché sono degli AMICI.
E sono meglio di qualsiasi scarpetta di cristallo, casetta con i nani, tappeto volante o bacio dell’amore eterno.
Per non parlare poi della regina che vuole staccarle la testa.
Altro che mele avvelenate o faccende domestiche.
E ammettiamo pure che in passato sia stata la storia piú perversa del mondo, chi alla nostra età non lo è?
I leggins azzurri di chissà quale ragazzo non le importano, non saranno quelli a consolarla quando lui la lascerà.
Ma a differenza di tutte le altre lei avrà i suoi tre amici pazzi ad aiutarla.
E se la regina si ripresenterá, vorrà dire che saranno più forti insieme.
2

Ma sì… Alla fine pensiamo di essere fighi perché ascoltiamo il rock, colti perché citiamo i grandi cantautori nostrani, intenditori perché postiamo video di Chopin ma la verità è che niente ci rappresenta più di Max Pezzali. Tutti l'abbiamo cantato a squarciagola, ballato come Repetto voleva, emozionato perché ci racconta un tempo che non c'è più ma che è la nostra infanzia e adolescenza e volenti o nolenti ce lo porteremo dentro sempre. Ditemi pure che non è vero, tanto non ci credo. Il concerto, a cui pensavo quasi imbarazzata prima di andare “Ma che ci vado a fare. Ma chi lo ascolta più.”, si è rivelato essere due ore e passa di spettacolo puro tra risate, ricordi, ovazioni, urla, brividi. Uno dei casi in cui sono stata contenta che il cuore abbia prevalso sulla ragione e mi abbia fatto comprare il biglietto. Retoricamente parlando, bella serata. Cazzo. Non bella, de più. Chiudo giuro. Ronf.