citazioni dolci

Capisci di aver bisogno di quella persona quando ti incanti a guardare qualcosa e ti accorgi di star pensando a lei.
Gli uomini, quando sono dolci, lo sono più di una donna. Sarà che da loro certi gesti non te li aspetteresti mai, con quelle mani grandi e quella barba dura e quelle spalle resistenti. Eppure li fanno, e al diavolo quelli che dicono che le donne preferiscono gli stronzi.
Io preferisco gli uomini dolci.
—  Susanna Casciani
Dicono che è perchè sono una donna che non posso camminare da sola la notte per strada.
Sono una donna e mi dicono sempre di fare attenzione a cosa versano nei drink in discoteca. Dicono che sono una donna , per questo non posso mangiare troppo o troppo poco e vestirmi come mi pare. Gonna corta :puttana, lunga: ce l’ha di legno .
E non posso dire “no” perchè non può non piacermi andare a letto con qualcuno.
Dicono che sono una donna quindi ho fatto cose che non si possono ripetere ad alta voce per un lavoro e se le ripetessi risulterei cafona. Sono una donna ed è solo per questo che non posso aver guardato i film che ha visto il mio compagno di banco perché non sono adatti.
Sono una donna,affermano, e non posso non occuparmi della casa;se lavoro devo fare il doppio per avere lo stesso stipendio del mio collega. Sono una donna, continuano, e non posso non avere un uomo fisso perché è immorale, non posso fare lo sport che più mi piace perché è da maschi e la laurea me la compro con due servizi al professore.
Sono una donnadicevo, ed ho una dignità, un pensiero e un’ideale.
Sono una donna, sono libera e sono mia.
Ho una vita, avrò un lavoro e una casa dignitosa.
Sarò assunta per i miei meriti, per ciò che so e che ho studiato.
Sono una donna e se me ne vado in giro con un vestito corto il problema è del tuo autocontrollo e della tua sconsideratezza, non mio.
Sono una donna e se dico di “no” tu togli le mani altrimenti te le trovi in manette.
Sono una donna e valgo che abbia un uomo accanto o meno.
Non è lui che mi sfama, che ha né il diritto nè il dovere di proteggermi o dettare leggi sulla mia vita. Sono una donna e cammino a testa alta sperando che un giorno i miei diritti siano gli stessi degli uomini e i miei comportamenti siano valutati allo stesso modo dalla società e da chi mi sta intorno.
Sono una donna e voglio che quelle che verranno dopo di me non siano giudicate se non per qualcosa che hanno scelto di essere.”
—  About a moonlight
Certo che ti farò del male.
Certo che me ne farai.
Certo che ce ne faremo.
Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza. Farsi primavera, significa accettare il rischio dell’inverno.
Farsi presenza, significa accettare il rischio dell’assenza.
Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza. Farsi primavera significa accettare il rischio dell’inverno. Farsi Presenza, significa accettare il rischio dell’Assenza.
—  Antoine de Saint-Exupéry

Lei mi conosce bene                                                                                         lei sa tutto di me anche quello che io no non dico mai,non dico mai neanche a me                                                                                                                       e poi conosce i miei sguardi, sa cosa vogliono dire anche quando gli altri li interpretano male e non li riescono a capire.

Grignani ft. Fabrizio Moro

Fateci caso:
A chi vi tiene per mano,
A chi vi dà un regalo,
A chi se vi guarda sorride,
A come vi accarezza,
Agli occhi che ha quando vi parla,
A quanto vi scrive,
A cosa vi scrive,
A che voce ha quando canta,
A chi vi aspetta,
A chi vi bacia oltre le labbra,
A chi crede ai vostri sogni,
A chi parla al plurale,
A chi pensa in due,
A chi ha freddo e vi presta il suo giubbotto,
A chi, quando piove, vi dedica l'arcobaleno.

Se siete così fortunati da avere qualcuno che vi ami,
Fateci caso.

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore.
—  Jacques Prévert ,“I ragazzi che si amano”