citazioni di viaggio

Abbi il coraggio di vivere, anche se la vita è il viaggio più arduo.
Qualche volta ti colpirà duramente, ma devi lenire il dolore e andare avanti.
Dimentica il passato, perché potrebbe rubarti la gioia.
Usa la testa, ascolta gli altri, ma fai da solo le tue scelte.
E non smettere mai di dare qualcosa di te al tuo prossimo, anche quando ti sembrerà di non avere più niente da offrire.
Corri dei rischi, non risparmiarti.
Fai quello che ami e cogli l’occasione.
Questa è la tua storia, sta a te raccontarla.
—  Sergio Bambarén, L'eco del deserto
Tutti abbiamo un dolore da attraversare, ma molti si rifiutano di intraprendere il viaggio e altri tornano indietro o si fermano a metà del traguardo. Perdono tempo a fissare il passato.
Esiste un solo modo per attraversare il dolore. Accettarlo e andare oltre.
—  Massimo Gramellini, Chiara Gamberale

“Vado spesso alla stazione, diario.

Non m'interessa la gente che arriva, mi piace la gente che va.

Ci sono addii lunghissimi e altri corti come uno starnuto, ci sono treni che fanno poco rumore e altri che fischiano che è una canzone.

Ci sono innamorati che si raccomandano e si dicono una parola per ogni chilometro che li dividerà, altri si abbracciano tanto che sembrano lottare.

Ho imparato che i bagagli hanno un peso che influenza il passo.

Mi piace il treno quando prende velocità, immagino quello spostamento d'aria che sigilla le orecchie, immagino quelli che hanno valigie grandi come armadi, mi piace pensare che aprano il finestrino e buttino tutto al vento.”

Giulia Carcasi, Io sono di legno

Resterò seduto ad aspettare, non mi importa delle ore, non mi importa di sembrare un deficiente. Io, fondamentalmente, non ho forse mai aspettato niente.
Fuggo dal bisogno di scappare, resto qui e ci voglio stare. Non mi importa del dolore, questa volta, se per caso fosse amore me lo voglio meritare.
—  Daniele Silvestri

Ti cerchi nel verde del mare,
i tuoi smarriti e sapienti slanci,
la fedeltà, i dolori, gli azzardi,
li metti in fila, come
una collana di perle, in un
arcipelago di esitazioni.
Gelosa dello sconosciuto che
sei e che stai diventando,
abiti come una farfalla
il come, il dove, il quando
(il tuo ritratto
lo disegnano le costellazioni).
Un giorno,
che non è ora,
imparerai l’arte del ritorno
e con coraggio
comincerai dell’amore
l’interminabile viaggio.

come treni a vapore eternamente in viaggio
giungiamo in stazioni sempre nuove
e tante ne passeremo
prima di arrivare


è così che funziona, dobbiamo accettarlo


se solo non esistesse la possibilità di abituarsi
affezionarsi
pentirsi
ricordarsi
mancarsi

—  Gloria Biagetti
Io c'ho un casino dentro.
Sono proprio come il mio armadio.
Ma tu sai rimettermi apposto anche solo con un bacio, é come se da un'armadio incasinato mi trasformassi in un libro impolverato incastrato tra gli scaffali.
Grazie a te vedo meglio il mondo anche se non porto gli occhiali.
—  Cit. pioggia-di-parole