citazione

«Sai quando ti accorgi di essere vuoto?» mi domandò un giorno un vecchio amico.
«Forse quando smetti di chiederti ‘perché’», risposi con gli occhi bassi.
«In verità, lo capisci quando vedi che il mondo attorno a te cambia e tu resti eternamente uguale… quando ti ritrovi in una spirale di giorni di cui non ricordi neanche il nome; quando ti perdi fra banalità e progetti vacui e – cosa più importante – cammini senza più guardarti a fianco».
Mi sentii proprio così, in quell’istante, perso. I vecchi amici prendono le loro strade, gli amori passati sbiadiscono e tu rimani là in mezzo senza una meta e senza un appiglio. Ma – diavolo – questa è la via del viandante.