circoedintorni

La settimana Cirque du Soleil

Settimana intensa quella appena cominciata. 

Al cinema Arcobaleno ieri sera è stato proiettato il film Mondi Lontani targato Cirque du Soleil e l'azienda cosmetica Mac, che in passato spesso ha collaborato con il colosso canadese, ha scelto noi di Circo e dintorni per organizzare un'esibizione con validissimi artisti che anticipasse la proiezione del film, proprio come avviene alle prime cinematografiche negli USA. Ecco qui un po’ di fotografie, dal momento che dopo l'esibizione gli artisti si sono spostati al primo piano del cinema per sbizzarrirsi su set fotografici improvvisati o meno. 

Anche stamani l'argomento è stato Cirque Du Soleil. Presso lo IULM di Milano alle ore 11 il corso della prof. Valentina Garavaglia, lo spettacolo nella società multimediale, ha ospitato una lezione speciale del prof. Alessandro Serena che ha illustrato ai ragazzi che studiano comunicazione uno spaccato della storia del circo. Disciplina che ormai da sette anni a buon diritto rientra tra gli insegnamenti obbligatori della laurea specialistica in scienze dello spettacolo in Statale, Storia del circo è materia sconosciuta ai più. Per questo oggi il prof. Serena ha brevemente illustrato quando e come nasce il circo, a quando risalgono gli albori, quali sono i luoghi geografici che hanno visto il circo crescere e come si è giunti al fenomeno Cirque du Soleil. Ciò che importa realmente nell'insegnamento di storia del circo non sono solo le nozioni ma il messaggio che si riesce a trasmettere: utilizzando la metafora estesa alla vita della piramide (in una classica piramide umana al circo chiunque può trovare un posto e un ruolo avendo un riconoscimento e una crescita di autostima) e proiettando il filmato ormai storico di quando il gotha cinematografico hollywoodiano ha tributato una standing ovation ai saltimbanchi del Soleil nel 2002 possiamo asserire che il messaggio sia arrivato!

Ieri al Cinema Arcobaleno di Milano è stato proiettato in anteprima, per un evento privato, il film del Cirque du Soleil Mondi Lontani. L'azienda cosmetica MAC ha organizzato uno spettacolo ad anticipare la proiezione proprio come accade alle prime cinematografiche USA. Eccomi dopo lo shooting insieme agli artisti. Da sinistra: Paolo Bogino, Clio Togni, Carlo Joseph Schobel, Selyna Bogino.

youtube

Lo spettacolo Casa Dolce Casa della compagnia Karakasa Circus. Nella tradizione giapponese Karakasa sono vecchi ombrelli che dopo 100 anni si animano prendendo vita. E’ bello sapere che la pioggia che ci tormenta in questi giorni può trasformarsi in qualcosa di poetico…

Arrivano gli Acronautj!

Anche e soprattutto d'estate non ci fermiamo! 

Vi inoltriamo qui di seguito il comunicato stampa di un festival che animerà le strade e il lungomare di Jesolo nei weekend di agosto. 

Un festival estivo tutto da scoprire….


Acronautj

Festival dell’acrobazia e del circo di strada

Jesolo 18, 22 e 28 agosto 2013

A Jesolo per la prima volta viene organizzata una rassegna esplosiva di salti mortali e comicità di ogni tipo e colore con artisti che provengono da cinque nazioni e che portano con sé un ventaglio assai vario di sapori e stili di quelle terre a volte lontane.

L’Acrobazia è una delle discipline più antiche e popolari dello spettacolo dal vivo. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Come accade per la danza, i suoi stili sono innumerevoli e tutti affascinanti. Quello che è certo è che si tratta di una materia universale che supera qualsiasi barriera di linguaggio o di cultura. Un salto mortale è come un “benvenuto!” in esperanto, soprattutto se associato ad un contenuto poetico e divertente. Una disciplina adatta al pubblico cosmopolita ed eterogeneo di Jesolo, che in estate conta circa sei milioni di presenze (provenienti da numerose nazioni) e vive di spettacoli che devono avere un linguaggio universale. Le performance sono state selezionate per una vasta tipologia di pubblico, oltre alle famiglie anche i giovani in cerca di una serata diversa dal solito.

Acronautj significa esploratori delle potenzialità dell’acrobazia, con la J finale in omaggio alla città che accoglie la rassegna, Jesolo, e alla sua internazionalità. Per alcuni teorici la lettera J, dalla forma che ricorda un mestolo da cucina rappresenta la raccolta, il recupero del passato, dei ricordi e dei talenti. Pare un buon auspicio per questa nuova rassegna fatta proprio di talento acrobatico!

La rassegna sarà presentata in tre luoghi di Jesolo: piazza Milano, piazza Nember e piazza Mazzini. Le strade circostanti verranno ogni sera festosamente invase da un gruppo di trampolieri che interagiranno con i passanti attirandoli verso il luogo deputato per lo spettacolo.

Il 18 agosto, in piazza Milano, Karakasa Circus presenta Home Sweet Home, uno spettacolo di teatro acrobatico con sapori dei Balcani e acrobati, clown e giocolieri provenienti da Italia, Romania e Russia. Una produzione reduce da oltre cento repliche di grande successo in tutta Europa e da noi in teatri prestigiosi come l’Arena del Sole di Bologna o il Teatro dell’Arte di Milano raccogliendo ovunque recensioni lusinghiere (Uno show tutto da ridere e da seguire con gli occhi spalancati e con il naso spesso all’insù - Il Corriere della Sera).

Home sweet home è ambientato in una discarica di rifiuti, uomini e cose. Un angolo poco “ordinato” del mondo per gli scarti della società, dove però grazie ad un’energia ed un ritmo tipico dei Balcani, gli oggetti dimenticati ritornano a parlare. E i corpi stanchi si elevano in salti acrobatici.

Uno spettacolo che arriva dall’esperienza de Il Circo della Pace, che ha ottenuto la Medaglia del Presidente della Repubblica e il sostegno entusiasta della Commissione Europea. Gli autori sono Marcello Chiarenza e Alessandro Serena, le musiche di Carlo Cialdo Capelli.

Il 22 agosto in Piazza Nember, il duo belga degli OkiDok presenta Slips Experience, uno spettacolo di teatro acrobatico comico. Ballerini, commedianti, mimi, prestigiatori, equilibristi, rumoristi, strumentisti, cascatori: Okidok è un duo belga i cui spettacoli, di straordinaria efficacia espressiva e di tagliente umorismo, rileggono con sofisticazione e trascinante spettacolarità, l’intera storia della clownerie. Irriverenti, mordaci, stralunati, atletici e capaci di una mimica fisica che sembra sfidare le leggi della gravità e i limiti del corpo umano, Xavier Bouvier e Benoît Devos sono stati giustamente definiti il “foie gras” dell’arte del mimo.

Nello spettacolo Slips Experience anche la più esilarante e snodata acrobazia non è mai fine a se stessa ma concorre a creare un insieme di gestualità che hanno talvolta più peso delle parole.

Il 28 agosto, in piazza Mazzini, Sarakasi Trust presenta Jungle Show, uno spettacolo di teatro acrobatico africano. Il ritmo e l’energia tipica dell’Africa esplodono in questo vibrante show presentato da cinque acrobati di Nairobi, i Pamoja Acrobats.

In Kenya esiste da anni il gruppo Sarakasi che promuove ogni forma di spettacolo popolare nelle pur difficili condizioni sociali di quei paesi. Incredibile a dirsi, questa terra produce acrobati di ottimo livello che lasciano trasparire la propria voglia di vivere anche mentre danzano e saltano a tempo di musica etnica. Che girano per tutto il mondo entusiasmando il pubblico di ogni età in piazze, strade, circhi e teatri. Oltre a formidabili esercizi acrobatici a corpo libero si esibiscono anche con giochi di fuoco, limbo acrobatico, salti mortali con la corda e tuffi nei cerchi.

La troupe è presentata in collaborazione con Aqualandia, dove ogni giorno i visitatori possono godersi un concentrato dello spettacolo presentato al Festival Acronautj.

Prima di ogni spettacolo un gruppo di trampolieri del Piccolo Nuovo Teatro, abbigliato ogni volta in maniera diversa, animerà le strade circostanti alla piazza designata per lo spettacolo in un incalzare di emozioni. Vedremo così degli angeli in frak bianchi accompagnati da figure femminili alate, alberi viventi a rappresentare il ciclo delle stagioni e diavoli e fuochi in parate dal forte impatto visivo. In tutti i casi gli artisti interagiranno con gli spettatori e consegneranno loro dei palloni lunghi tre metri ciascuno che coloreranno le strade di Jesolo!

La direzione artistica del Festival Acronautj è di Alessandro Serena e la produzione di Circo e dintorni.

La compagnia Karakasa Circus con Casa Dolce Casa sarà ospite del Giffoni Film Festival lunedì 22 luglio alle ore 22. L'appuntamento con la compagnia di teatro dell'est si esibirà in Piazza Lumière in occasione della rassegna cinematografica per eccellenza tutta dedicata ai ragazzi!

http://www.giffonifilmfestival.it/programma-giffoni-film-festival-2013/22-luglio.html

Notte degli Elementi di S.Apollinare

Avevamo lasciato gli artisti della Notte degli Elementi sul palcoscenico di Piazza Affari a Milano la notte di capodanno 2013. Eccoli che ritornano a risplendere come stelle in una piazza italiana sotto il cielo d'estate. La piazza in questione è Piazza del Popolo nella splendida Ravenna, l'occasione è la Notte degli Elementi per Sant'Apollinare, la data lunedì 22 luglio, gli organizzatori siamo noi di CED in collaborazione con Accademia Perduta/Romagna Teatri (con i quali abbiamo collaborato anche per Casa dolce Casa!) e il Comune di Ravenna.

E ora le stelle: 

Andrea Togni, direttore dell'Accademia del Circo di Verona, che si esibisce nei suoi famosi numeri di uomo volante, uomo sulla luna e uomo bandiera. Tutti numeri che mescolano poesia a forza, grazia, discipline aeree ed equilibrismo con grande suggestione di immagini grazie alla gigantesca luna o ai candidi tessuti.

Clio Togni, giovane stella proveniente da una delle più celebri famiglie italiane del circo. In quest'occasione si esibirà in un numero aereo intitolato Venere durante il quale, in una splendida e seducente danza, si calerà da un astro per affascinare il pubblico.

Golden Power, i titani dorati. Non hanno bisogno di tante presentazioni, questi due colossi ungheresi già svariate volte hanno affascinato il pubblico italiano con il loro numero di forza ed equilibrismo che al silenzio dello stupore alternano il boato degli applausi.

Progetto Bagliori, il fuoco e la fantasia. Già partner di Circo e dintorni in altre occasioni, la compagnia del fuoco diretta da Pietro Chiarenza ancora una volta porterà l'elemento più potente aggiungendo una sferzata d'energia a questa già splendida notte degli elementi. 

Ecco un link di un sito ravennate che parla della NDE. Vi aspettiamo in Piazza del Popolo lunedì sera! http://www.ravennanotizie.it/main/index.php?id_pag=50&id_blog_post=66342

,

David Larible: un po' di Circo e dintorni in Messico

l 5 luglio scorso a Città del Messico il clown dei clown David Larible ha fatto il suo debutto al Circo Nazionale d'Italia, nuova produzione annuale dei fratelli Fuentes Gasca. 

Questi fratelli, quattordici per l'esattezza, ogni anno propongono uno spettacolo sempre rinnovato e che si ispira sempre ad un preciso tema. Il motivo di questo continuo e serrato variare è dovuto al fatto che la solida impresa degli Hnos Fuentes Gasca ha fidelizzato negli anni un vasto pubblico che li segue con passione e per tanto questo pubblico merita sempre qualcosa di nuovo e speciale. Negli anni i fratelli hanno presentato diverse edizioni del loro circo puntando sulle diverse nazioni del mondo che in qualche modo hanno un legame speciale con il circo. Sono nate così le edizioni legate ad esempio al Circo di Mosca o al circo cinese e si è arrivati oggi, nel 2013, all'edizione di sapore tutto italiano. La prima persona interpellata è stata così David Larible, clown che compare durante tutto il corso dello spettacolo come solo lui sa fare. A lui è stata domandata altresì la consulenza per confenzionare uno spettacolo tricolore di qualità, ed è così che si è venuto a formare l'organico che ora, ogni sera, affascina il pubblico: non si tratta di artisti italiani ma si tratta di valenti artisti che spesso hanno lavorato in Italia (come una vecchia conoscenza di Circo e dintorni qual è Kristian Kristof che durante lo spettacolo fa anche da spalla a David) e che sono quindi in grado di restituire il sapore italiano con i loro numeri costruiti per l'occasione. A fare da importante filo conduttore è anche la musica, infatti successi italiani contemporanei ma anche del passato caratterizzano tutto lo spettacolo

Così Città del Messico ha accolto con grande clamore lo spettacolo del Circo Nazionale d'Italia, uno dei trenta circhi posseduti dalla Famiglia Fuentes Gasca. E con clamore è stato accolto David che qui non è nuovo di casa: oltre che essere sposato ad una trapezista messicana, America Jimenez, David ha condotto qui in gioventù alcune delle sue tournée che gli hanno permesso poi l'ascesa nell'Olimpo del circo. 

La permanenza di David Larible al Circo Nazionale d'Italia continuerà sino all'8 settembre, noi vi aggiorneremo con immagini tratte dallo spettacolo.

Per altre informazioni vi linkiamo l'articolo di Alessandro Serena e pubblicato su Circo.it

http://www.circo.it/david-larible-un-italiano-a-citta-del-messico/

David Larible è a Barletta, città che più volte ha dimostrato il suo amore per il clown. Da domani al 17  febbraio David si esibirà al Teatro Curci che tante volte lo ha applaudito ma in questa particolare occasione presenta uno spettacolo che ha dell'unico: “David and Family”, che vedrà esibirsi sul palcoscenico David, le sorelle Eliana e Vivien, la moglie Mery coi figli David Jr e Shirley, i nipoti Lilien, Elan e Noemi e il papà di David, Eugenio Larible. Qui un po’ di storia e info http://www.circo.it/david-and-family-tre-generazioni-larible-sul-palcoscenico/

Venite e non perdetevi uno spettacolo incredibile!

E’ tempo di Carnevale e nelle piazze ci si anima per portare festa e colore. CED in collaborazione con Arteven, l'associazione regionale per il Teatro Veneto, ha organizzato una serie di rappresentazioni e spettacoli di piazza che si svolgeranno nei prossimi giorni in tutte le cittadine delle province venete. Visitate la pagina di Arteven per maggiori informazioni e per il programma completo. E seguite le nostre pagine per le presentazioni quotidiane!

2

Mentre c'è grande attesa per la proiezione nelle sale per lo sbarco su grande schermo del Cirque du Soleil con Mondi Lontani noi di Circo e dintorni lavoriamo anche in questo senso.

In settimana due eventi legati a questa tematica, l'uno pubblico l'altro privato. Ma andiamo in ordine cronologico. 

Evento 1 - In attesa della proiezione si consumano gli eventi privati organizzati ad hoc per stampa e per aziende di settore. E’ il caso della ditta cosmetica MAC insieme alla quale Circo e dintorni ha collaborato per realizzare un breve spettacolo che aprisse la proiezione vera e propria di Mondi Lontani. Il tutto è avvenuto il 29 gennaio e si replicherà il 5 febbraio presso il Cinema Arcobaleno di viale Tunisia a Milano. E’ vero, è evento privato, ma noi vi diamo un piccolo assaggio di foto: da sinistra c'è il verticalista Carlo Joseph Schobel già artista del Soleil; Silvia Martin, Dalila Timaco, Michael Timaco tutti ballerini prestati al body painting);la verticalista Clio Togni; Paolo Bogino e la figlia Selyna, artista di hula hoop. Una piccola parentesi è da dedicare a Paolo Bogino, presente per accompagnare la figlia ma che vestendo i panni di servo di scena ha saputo portare la verve circense inserendo numeri comici mentre faceva da attrezzista, rendendo così i cambi di scena un ulteriore momento di spettacolo. 

Evento 2 - Sempre di Cirque du Soleil si parla, e rimaniamo sempre nei Mondi Lontani: il Soleil, si sa, è un fenomeno e come tale necessita dei giusti strumenti di indagine. Storici, economici, di costume, sociali, artistici e naturalmente di marketing. Così lo IULM, la libera università di lingue e comunicazione di Milano, all'interno del corso di Lo spettacolo nella società multimediale tenuto dalla prof. Valentina Garavaglia, ospiterà il prof. Alessandro Serena (nonché, ricordiamo, NostroDirettoreArtistico) che terrà una conferenza sul tema mercoledì 6 febbraio alle ore 11,30. Titolo: Cirque du Soleil, dalla reinvenzione dello spettacolo dal vivo al grande schermo. 

State  con noi per sapere come andrà!

Buon inizio settimana a tutti!

Festival bagnato, festival fortunato!

Un piccolo resoconto dal weekend scorso: mentre il centro-nord Italia se l'è dovuta vedere con la neve noi di Circo e dintorni a Pontecagnano ce la siamo vista con le forti piogge che hanno funestato il salernitano. Ma noi abbiamo una cosa che pochi hanno: un bellissimo e raccolto chapiteau sotto cui riparare e sotto al quale assistere a bellissimi spettacoli.

Così venerdì sera David Larible ha aperto il Festival Le Strade del Circo e ha inaugurato lo chapiteau riconfermandosi ancora una volta il clown dei clown per antonomasia. Ovvero un successo indiscutibile. 

Purtroppo è stato difficile osservare orari e luoghi di spettacolo come in calendario proprio per via della pioggia per cui si è reso necessario spostare gli artisti sotto il tendone per rendere facili a loro le esibizioni e al davvero numeroso e caloroso pubblico la visione. Chris Channing ha animato la gioconda, i Freak Clown con il loro numero “Le Sommelier” è stato tanto incalzante quanto divertente, gli Asante Kenya sono stati un vero attimo di colore e allegria. 

Poi la domenica ha graziato tutti e merito anche della giornata piacevole coronata da un po’ di scirocco la gente si è riversata nelle strade impaziente di vedere i bravissimi artisti. Chris Channing si è esibito nel suo numero dell'angelo, suggestivo e meraviglioso, tanto da divenire da solo l'attrazione di un'intera piazza che già era stata invasa dall'estro di Marco Carolei che nel giro di pochi minuti ha animato gare tra passeggini e ha spolverato il cranio praticamente a tutti. Dopo il successo della sera precedente i Freak Clown con la loro verve hanno bloccato un'intera via e lo stesso pubblico che li ha applauditi, composto in un corteo, ha seguito gli artisti sino alla loro tappa successiva per godersi ancora una volta lo show. Solo verso la fine un po’ di pioggia ma lo spettacolo degli africani Asante Kenya era già previsto sotto lo chapiteau ed è stato applaudito davvero da una marea di gente, fortunatamente incanalata grazie all'aiuto della protezione civile.

Che dire, a dispetto di un clima che poco ci aiuta abbiamo un pubblico che davvero tributa il giusto calore e il vero successo di questi bravissimi artisti portati quaggiù per il festival Le Strade del Circo. 

Ancora pochi giorni e inaugureremo il secondo weekend!