chiromanzia

MIKE SHIFTLET - “Merciless

Nonostante il cognome che assomiglia più a una scorciatoia da tastiera, Mike Shiftlet è uno che le cose le fa ancora artigianalmente, col sudore delle mani. Dopo il debutto autoprodotto, Llanos, e il primo album per l’etichetta statunitense Type, Sufferers, eccolo di nuovo in pista con l’ultimo Merciless, un disco che guarda al futuro: nel senso che non ha paura di conoscerlo, nonostante il rischio di passar per un lavoro superstizioso. Possiamo quindi affermare con relativa sicurezza che Merciless promette bene: come si può vedere dalla linea della vita continua e lunga gli si prospetta un’esistenza senza malattie compromettenti gravemente la salute (che possiamo intendere, con nemmeno troppa fantasia, come una presenza in classifica costante nel tempo), anche se l’impegno profuso nei prossimi tour dovrà essere notevole (come è noto le piccole linee in forma di archi che partono dalla radice del braccio verso la mano preannunciano molti viaggi o spostamenti). Insomma, il successo per Merciless è assicurato: dopotutto la stella ben marcata alla sommità della rasetta è indice di vecchiaia molto ricca. Per il resto, noi, ammettendo la nostra ulteriore ignoranza in materia, ci fermiamo qui. Se volete saperne di più, chiamate una chiromante.

"Della fallace fisonomia e chiromanzia non mi estenderò, perché in esse non è verità; e questo si manifesta perché tali chimere non hanno fondamenti scientifici."

TRANSLATION: “I will not dwell on false physiognomy and chiromancy, because there is no truth in them, and this is manifest because chimeras of this kind have no scientific foundation.”

—  Leonardo Da Vinci, “Trattato della pittura”.