chicco's

Nella società iper-mediatizzata la verità è diventato un concetto sempre più sfuggente. La disgrazia del terremoto nel centro Italia testimonia – tra bufale, proposte politiche bislacche, invocazione di cause sovrannaturali, teorie della cospirazione e ricerca compulsiva di un colpevole, fenomeni peraltro stavolta emersi in maniera meno dirompente – quanto i nuovi media e l'informazione condizionino la rappresentazione della realtà degli individui con effetti grotteschi. Questi avvenimenti rappresentano, insieme a migliaia di altri occultamenti della verità, quindi mai scientificamente verificati, che imperversano sui media italiani come la pericolosità dei vaccini, dell'olio di palma e il caso della Xylella in Puglia, una tendenza di fondo della nostra società: lo spostamento verso un dibattito pubblico sempre più dominato dall'irrazionalità, dalle fobie, dagli umori superficiali.
Così l'era del “webete”, copyright Chicco Mentana, prolifera e si diffonde.
Tuttavia, non siamo di fronte ad un caso della storia del tutto nuovo. In un pamphlet del 1935 intitolato “La Crisi della Civiltà”, lo storico liberale Huizinga sottolineava come, con la diffusione crescente dei giornali e soprattutto della radio come mezzo di comunicazione di massa, la razionalità del dibattito pubblico fosse crollata nel giro di pochi anni. L'accelerazione del progresso tecnologico e la propagazione dei nuovi media, secondo lo storico olandese, avevano determinato una schizofrenia delle masse che non poteva essere compensata ne dalle maggiori informazioni disponibili ne dalla crescente alfabetizzazione della società. I riflessi, ovviamente, si riverberavano sulla politica con la trasformazione del messaggio elettorale che si faceva più semplicistico, rabbioso e populista. Un'evoluzione che, seppur in un contesto storico molto differente, aveva trascinato quelle società verso il baratro dei totalitarismi.
— 

http://www.ilfoglio.it/cultura/2016/08/29/webete-giornalismo-informazione___1-v-146531-rubriche_c417.htm

nulla di nuovo sotto il sole. Già nel V secolo si diceva: “più gente c’è, più bestie si vendono”. 

Imagine getting bubble tea with Dan and Phil

. by kathleen-1804 featuring Marc by Marc Jacobs

Splendid blue dress, $130 / Paloma Barceló black sandals, $89 / Marc Jacobs crossbody purse, $965 / Marc by Marc Jacobs watch, $135 / Zoë Chicco diamond jewelry, $210 / Erica Weiner stud earrings, $105 / Lauren Ralph Lauren bangle bracelet / Stackable ring / Layered necklace / Fendi cateye sunglasses / Bobbi brown cosmetic / MILK MAKEUP spf tinted moisturizer / Nars cosmetic / Lime Crime lipstick / Marc Jacobs fragrance, $95 / Balmain nail polish, $92
Made with Polyvore
ummm... ahead...savings..

Had a bunch of points on my amazon card and I started thinking a few months back … “I’m just going to let it accrue and then buy something we will need in the near future.”

And TADA: the next Chicco KidFit 2-in-1 Positioning Booster is ours!!!  We got rid off the Gracco boat seat we had for Kiki because she outgrew it.  Every time she was with us, we had to install her seat (luckily my brother has an extra one, just in case).  But not anymore. That bad boy will be in there permanently in the third row. Our beautiful niece will be using until she outgrows it, and by then Ian can use and forward face… (I have to confess that we went back to RF because we could)  :)! He doesn’t mind and neither do I!  And, let’s be honest…I could rear face my chirren until the age of 18.

:)!

Back to having 3 car-seats in our car and loving it!!!