chiavetta's

Chiavetta's Chicken

Last summer my sister came down from Buffalo to visit and I had a few requests. One of them was Chiavetta’s wing sauce. Now usually you’d use this to marinade chicken on a grill but this time, I putting it in the crock pot. Here’s what I used:

a packet of large boneless chicken breasts

¾ Cup of Chiavetta’s Marinade 

S + P as you like

bag of small red bliss potatoes (optional)

Spray your slow cooker with cooking spray and arrange the potatoes on the bottom of the pot if you are using them. I like to do this because it elevates the chicken and sort of steam cooks it. Then add your chickens, salt and pepper them and pour the marinade in. 

(Trader Joe’s for everything ftw.) Cook on low for 5 hours and that. is. it. Done. Serve shredded on a big roll or with a nice spinach salad. Or with broccoli slaw. It’s so good!!

Ci ho pensato bene e ho stilato una lista delle cose più brutte del mondo, in ordine sparso:
  • Il mancato finale di Ranma
  • Il 3% di batteria quando sei fuori casa
  • “Ricollegare l’eReader ad una fonte di alimentazione”
  • Quando non c’è Nutella in casa e tu sei in premestruo
  • Le donne in premestruo
  • La punta della matita che continua a spezzarsi
  • La chiavetta USB che non entra, provi al contrario, non entra di nuovo, la rimetti come all’inizio e allora entra 
  • “A che serve leggere il libro? Ho visto il film.”
Finire, quando hai cominciato, finisci per forza, cominciare, invece, delle volte stai lì un sacco a pensarci, comincio o non comincio, comincio o non comincio?
Che son dei momenti, quando uno deve cominciare a fare una cosa, non so, pulire in casa, o mettersi a tradurre qualcosa, o preparare i documenti per la dichiarazione dei redditi, o andare a restituire i libri in biblioteca, ma anche cose piccole, come mettersi al computer per fare un bonifico, che anche se son piccole però devi sempre metterti lì, andare al computer, andare sul sito della tua banca, cercare il destinatario, e se il destinatario è nuovo compilare tutto il modulo, digitare la cifra, scegliere la valuta, cercar la chiavetta per la password, digitare la password, stampare, mettere la stampata nella cartelletta dei pagamenti, e prima cercare la cartelletta dei pagamenti, è un sacco di roba, alla fine, anche se è piccola, e quando uno deve fare una cosa del genere è sempre come quando deve andare a correre. Che quando devi andare a correre, non quando uno è abituato, i primi tempi, quando non si è ancora abituati, prima di andare a correre a uno gli viene in mente “Vacca, devo anche andare a correre, magari ci vado tra un'ora”, e dopo un'ora gli viene in mente “Vacca, devo anche andare a correre, ma sai cosa faccio, ci vado stasera”, e dopo di sera gli torna in mente che ancora non è andato a correre “Nooo” pensa “devo ancora andare a correre, che due maroni”, e poi, tutto d'un tratto, si mette le scarpe da ginnastica, ha già fatto lo sforzo maggiore, dopo il resto viene da solo, è come se, solo col fatto di essersi messo le scarpe da ginnastica, avesse già corso.
C'è qualcosa, in quel momento lì, quando ti metti le scarpe da ginnastica, che bisognerebbe studiarlo, secondo me. Ma non adesso.
—  P. Nori, Si sente?, Milano 2014, pp. 10-11
Cose insignificanti 184

Quando la attacco al mio lettore DVD, la chiavetta blu (quella vecchia, di cui qualcuno del quale non faccio il nome mi ha perso il cappuccio trasparente) si rivela più lenta delle altre.