cancelleria

  1. new semesterback to universitystudy accountstudy notesstudy harddesk goalsStationaryschool suppliescancelleriaplanningastucciocartoleriastudyblrstudyigndesk inspocute stationerynew studentnew study blognew studyblrstudiostudyMy postslanguage studyjapanesejapanese studyblrantropologiaantropologylinguistic​


NEW SEMESTER

Hello ^-^

On Monday I will start a new semester; the classes I’m going to attend will be:

- Cultural Antropology

- Japanese 1 (annual exam)

- General Linguistic

this is my first year of university, I’m really exited but even a bit scared because I’m shy >.<

Which subject worries you the most this semester?

Vocabulary list Italian/French translated from sciogli-lingua’s vocab list in Italian/English.


l'acquarello/acquerello (m.) - l’aquarelle (f.)
l'adesivo (m.) - le scotch, l’adhésif (m.)
l'astuccio (m.) - la trousse
il bianchetto – le blanco, le correcteur liquide
il bloc-notes – le bloc-note
la bucafogli – le perforateur
la calcolatrice – la calculatrice, la calculette
la cancelleria – la papeterie
la carta – le papier
la cartella/cartellina - le dossier, la chemise, la pochette
il cartone – le carton
la colla – la colle
la colla (in) stick – la colle en stick, le stick de colle
il compasso – le compas
il correttore a nastro – le correcteur
l'elastico (m.) - l’élastique (m.)
l'evidenziatore (m.) - le surligneur, le Stabilo
le forbici – les ciseaux
la gomma (per cancellare) – la gomme
la gomma pane – la gomme mie de pain
il goniometro – le goniomètre
la graffetta – un trombone, une agrafe
la matita – le crayon à papier
la matita colorata – le crayon de couleur
il nastro adesivo – le ruban adhésif, le scotch
il pastello a cera – le pastel à la cire, le crayon gras
la penna – le stylo
la penna a fibra – le fineliner
la penna a sfera – le stylo à bille/stylo-bille, le Bic
la (penna) biro – le stylo-bille, le Bic
il pennarello – le feutre, le marqueur
la (penna) stilografica – le stylo-plume, le stylo à encre
il pennello – le pinceau
il perforatore – le perforateur
la pinzatrice – l’agrafeuse (f.)
il portamine – le porte-mine
il post-it – le post-it
la puntina – la punaise
il quaderno – le cahier
il raccoglitore – le classeur, le trieur
il righello – la règle
lo scarabocchio – le gribouillage
lo scotch – le scotch
la spillatrice – l’agrafeuse (f.)
la squadra – l’équerre (f.)
il taccuino – le carnet (de notes), le calepin
la tavoletta portablocco – le presse-papier, le bloc-notes
il temperamatite – le taille-crayon
il temperino – le taille-crayon
il timbro – le timbre

[Inspired by this post by @languageoclock]

l'acquarello/acquerello (m.) - watercolor
l'adesivo (m.) - sticker/adhesive label
l'astuccio (m.) - pencil case
il bianchetto - correction fluid, white out
il bloc-notes - notepad
la bucafogli - hole punch
la calcolatrice - calculator
la cancelleria - stationery
la carta - paper
la cartella/cartellina - folder
il cartone - cardboard
la colla - glue
la colla (in) stick - glue stick
il compasso - compass
il correttore a nastro - correction tape
l'elastico (m.) - rubber band
l'evidenziatore (m.) - marker, highlighter
le forbici - scissors
la gomma (per cancellare) - eraser/rubber
la gomma pane - kneaded eraser
il goniometro - protractor
la graffetta - paperclip, staple
la matita - pencil
la matita colorata - colored pencil/crayon
il nastro adesivo - sticky tape
il pastello a cera - wax crayon
la penna - the pen
la penna a fibra - fineliner
la penna a sfera - ballpoint pen/Biro
la (penna) biro - ballpoint pen/Biro
il pennarello - felt-tip pen
la (penna) stilografica - fountain pen
il pennello - paintbrush
il perforatore - hole punch
la pinzatrice - stapler
il portamine - mechanical pencil
il post-it - Post-it/sticky note
la puntina - pin
il quaderno - notebook
il raccoglitore - binder
il righello - ruler
lo scarabocchio - scribble
lo scotch - Scotch tape
la spillatrice - stapler
la squadra - set square
il taccuino - notepad
la tavoletta portablocco - clipboard
il temperamatite - pencil sharpener
il temperino - pencil sharpener
il timbro - stamp

Qualcuno mi può consigliare un sito carino e/o una marca buona di blocchi per scrivere? Ho quasi finito il mio quadernino ma in giro non trovo niente di troppo entusiasmante, soprattutto la carta ultimamente è un po’ scadente e visto che spesso ci scrivo sopra con i pennarelli colorati e ci attacco le foto avrei bisogno di una carta un po’ sostenuta.
Scrivetelo pure anche sotto questo post, in chat, in anonimo, come vi torna meglio.
Grazie.♥

Hello! Today’s post is about the books I will use this semester! They are all Italian books but maybe you can find some traductions if you’re interested.

Anyways what course are you in?

Cultural Antropology:

- Antropologia Culturale (Seconda Edizione), Fabio Dei 

- Come schiavi in libertà, Zecca

- Colore di pelle colore di casta, Solinas

- I sogni vengono da fuori, Cecconi

General Linguistic:

- La diversità linguistica, Arcodia e Mauri

- Introduzione allo studio della lingua giapponese, Maurizi

- La Linguistica, Cerruti

Japanese:

- Scrittura giapponese, Marino

- Grammatica pratica di giapponese, Marino

- Genki 1 (seconda edizione)

Our Halycon Days by cancelleria

Fic can be read HERE.

Future Fic, Break-Ups, Reconciliations, Angst, Fluff, Hurt/Comfort. Rated: T. Word Count: 6,500. 

Pairings: Hanazawa Teruki/Kageyama “Mob” Shigeo, 

Trigger Warnings: Unresolved Emotional Tension, Arguing, Light Swearing.

An internecine spat between Teru and Mob leaves the two of them estranged, right up to their twenties. After running into a drunk Shigeo one night, they are both forced to confront unfinished business. Is this angst? Maybe. With fluff as an after-dinner mint.

I negozi Tiger

I negozi Tiger (o Flying tiger) sono degli esercizi commerciali molto famosi e diffusi. Non so se in tutta Italia, però sono comunque estremamente diffusi: a Milano, per esempio, ce ne sono 47. Ogni tanto ci sono dei temi: i cactus, i fenicotteri, gli gnomi, il sale rosa dell’himalaya. Da Tiger c’è sempre tantissima gente che dice “andiamo a fare un giretto da Tiger”. Si entra da una parte e si esce da un’altra e non è uno di quei negozi dove puoi tornare indietro. Da Tiger devi seguire il flusso, perché altrimenti poi se vai al contrario interrompi l’ordine dell’universo e il tempo comincia ad andare al contrario e tuo nonno diventa tuo nipote e la trasmissione Luna Park, condotta ogni sera da un presentatore diverso, va ancora in onda. Nel negozio Tiger vendono degli oggetti di cancelleria che non consiglierei. Tutte le matite che ho comprato mi si sono sbriciolate in mano come se le matite fossero betulle e le mie mani marmotte. A volte ci sono dei bei quaderni e ogni volta che passiamo Moroso guarda quei cucchiaini misurini per fare i dolci e io ogni volta sono stanchissimo perché non è possibile che ogni volta dobbiamo stare trenta minuti davanti a quei cucchiaini misurini per fare i dolci. Uno non può andare a occhio? E poi basta con la farina nei dolci. Io sono stanco della farina. Ogni volta che uno fa un dolce la casa è piena di farina. Da Tiger ci sono un sacco di caramelle. Io prendo le mentine con la scatolina di latta e ogni volta che le offro alle mie colleghe queste chiedono Dove le hai prese? e io rispondo Nel negozio Tiger e questa scena di ripete ogni giorno tutti i giorni in un paradosso spazio-temporale. Oggi da Tiger abbiamo visto dei cactus di peluche bellissimi, io li volevo comprare, ma Moroso ha detto “non mi piace il vaso”. Ora non penso che a quei cactus di peluche per arredare la nostra casettina. LI VOGLIO, LI VOGLIO, STO IMPAZZENDO. Non faccio altro che pensare ai cactus di peluche e un po’ anche al fatto che domani si torna al lavoro e le mie colleghe mi chiederanno Dove hai preso le caramelle? e io farò quel sorrisino di cortesia perché sono come il Piccolo lord nella scena in cui va nel quartiere dei poveri a dare la zuppa e c’è quel rivolo di fiume sporco e i bambini ci giocano dentro perché bambini e colera vanno d’accordissimo in quel film.

verità poco popolari da ricordare

A volte può essere facile travisare il vero scopo della comunità studyblr (motivare a fare il massimo possibile per ognuno - quindi variabilissimo - e ad inseguire i propri obbiettivi) perciò è bene ricordare:

  • Non hai bisogno di avere tutte le volte il massimo dei voti. Che sia il 10 a scuola o il 30 in uni. Va bene mantenere alta la media, va bene puntare al massimo, ma a volte in alcune materie è sufficiente passare e basta. Non pretendere da te stesso più di quanto tu non possa fare perchè ogni materia è diversa e in base alle tue capacità e impostazioni precedenti, il tuo cervello la assimila in un dato modo. Non ti serve distruggerti per ottenere qualche punto in più solo perchè sei abituato ad avere sempre il massimo dei voti. 
  • La tua salute, fisica e mentale, è sicuramente più importante dei tuoi voti.
  • Non a tutti piace studiare. Alcuni studyblr esistono solo per motivare se stessi e/o gli altri, non perchè amano lo studio. Non sono sempre tutti perfetti. .
  • Non ti serve la cancelleria di lusso. Materiali economici possono andar bene tanto quanto quelli costosi che si vedono spesso negli studyblr (internazionali soprattutto) 
  • Non serve che tu chieda a natale/compleanno la cancelleria bella come si vede fare a molti in questa comunità, è importante che tu chieda quello che vuoi davvero a prescindere da cosa sia, come gratificazione.
  • Stare svegli tutta la notte e dormire solo 4 ore per studiare non è una buona strategie e non è salutare.
  • Bere troppi caffè in un giorno non fa bene nè allo stomaco nè al cuore, e in molti casi aumenta l’ansia.
  • Essere produttivi può significare molte cose, diverse per ciascuno. Per alcuni può essere studiare otto ore al giorno, per altri magari due ore, per altri ancora può esserlo anche solo riordinare la scrivania o organizzare un piano di studio.  
  • Non tutti i giorni sono uguali. Un giorno può essere molto produttivo e magari quasi piacevole, un altro giorno magari per niente. Siamo umani, non robot, è concesso avere qualche giorno inutile nella vita. 
  • Onestamente, essere produttivi per 100 giorni filati può essere più dannoso che d’aiuto in molti casi. Prenditi il tuo tempo per tirare il fiato, ogni tanto.
  • Il tuo bullet journal non deve essere per forza artistico o perfetto. Esistono anche quelli minimalisti e son belli lo stesso. Ma soprattutto deve essere funzionale a chi lo usa: quindi va bene tutto.
  • Non devi necessariamente avere una bella calligrafia per essere uno studyblr degno o uno studente eccezionale.
  • Non devi per forza ricopiare tutti i tuoi appunti. L’importante è che tu sappia apprendere da essi, poi il come è secondario. 
  • Solo perchè altri trovano un corso o una materia semplice, non significa che debba esserlo anche per te. Tutti hanno le proprie forze e debolezze. 
  • La musica di sottofondo non è ottimale per tutti. Va benissimo anche ascoltare l’heavy metal se rilassa o favorisce la concentrazione, l’ambient è solo una convenzione.
  • Alzarsi presto la mattina non sempre incrementa la produttività. Devi trovare un orario che si adatti al tuo modo di reagire e alla tua capacità di concentrarti, c’è chi studia bene solo il pomeriggio o la sera e c’è chi funziona solo se si alza presto. 
  • I tuoi sfondi non devono essere bianchi per forza.. 
  • Tutti procrastinano ogni tanto, chi più chi meno. Anche i proprietari degli studyblr più belli. 
  • Vivi le tue pause, non minimizzarle a 5 minuti. Lascia che durino il tempo che ti serve per ristabilirti e ricominciare.
  • Non stare a ripassare mentalmente mentre fai altro, allena la tua mente a concentrarsi quando studi e a rilassarsi in altri momenti così da non sovraccaricarla.  
  • Non devi per forza ripassare sui mezzi mentre vai a lezione, ci sono altri modi per rendere quel tempo produttivo, anche solo prepararsi mentalmente alla giornata da affrontare.
La cancelleria salverà il mondo

Niente ho iniziato un corso di preparazione all'utilizzo di una procedura psicodiagnostica, e visto che ci danno materiale sensibile ho dovuto firmare un accordo di riservatezza.
La cosa fondamentale però da sapere è che mi hanno fornito un set di matite colorate e una gommatemperamatite che hanno soddisfatto il mio bambino interiore in modi indicibili.

Abitudini fastidiose
  • Ariete: Prende tutto troppo sul serio
  • Toro: Si lamenta sempre
  • Gemelli: Canta in ogni momento
  • Cancro: Parla troppo forte/urla
  • Leone: Ruba il cibo
  • Vergine: Sente la musica a volume altissimo e si sente dalle cuffiette
  • Bilancia: Parla di cose che pochi capiscono
  • Scorpione: Non sa mai cosa sta succedendo
  • Sagittario: Si accolla troppo
  • Capricorno: Si scrocchia sempre le mani
  • Acquario: Si scorda di rispondere ai messaggi
  • Pesci: Ossessionato dagli articoli di cancelleria